Chimica: i principi della combustione

Tramite: O2O 13/11/2019
Difficoltà: media
18
Introduzione

La combustione rappresenta una reazione di tipo chimico che determina una ossidazione completa di un combustibile da parte di un comburente. Quali sono le caratteristiche di questo processo e i principi che lo attivano? È quello che vi illustreremo in questa guida. Vediamo di cosa di tratta, definendo passo dopo passo cosa avviene quando si determina una combustione.

28
Occorrente
  • Combustibile
  • Sostanza comburente
  • Processo di innesco
38

I principi attivi della combustione

I principi attivi di una combustione sono tre: tali elementi sono il combustibile, il comburente e l'innesco. Questi, contribuiscono a determinare il cosiddetto "triangolo del fuoco" e sono assolutamente necessari per lo svolgersi della reazione di combustione. Nei prossimi capitoli andremo ad analizzare ogni singolo elemento della combustione, andandone a definire i principi fondamentali.

48

L'unione tra combustibile e comburente

Iniziamo con l'analizzare il primo degli elementi che caratterizza la combustione. Questo, come accennato, è denominato combustibile e può essere di vario tipo: dal punto di vista del suo legame, può essere infatti solido, liquido o gassoso, come nel caso degli idrocarburi, del legname o del carbone. Il comburente, invece, rappresenta il secondo elemento della combustione ed è rappresentato dall'ossigeno presente nell'aria. Va detto che il combustibile e il comburente debbono essere nella proporzione adeguata affinché la combustione si attivi. Quando questo avviene, si verifica quello che in gergo viene definito "campo di infiammabilità".

Continua la lettura
58

Il processo di innesco

La reazione che si viene a creare tra questi due elementi (combustibile e comburente) non avviene mai spontaneamente, ma degradando gradatamente ed emettendo atomi di carbonio ed idrogeno, i quali si combinano con l'ossigeno, producendo quindi ulteriore calore. Infine, ecco il terzo elemento rappresentato dall'innesco: questo viene solitamente determinato da una scintilla, oppure da un un'ulteriore fonte di calore. L'innesco è dunque l'energia di attivazione che è necessaria affinché le molecole possano iniziare la combustione e deve sempre essere fornita dall'esterno.

68

La produzione di anidride carbonica

Ma come avviene e come si può rappresentare graficamente una combustione? Quando la combustione avviene, il carbonio si combina con l'ossigeno e forma anidride carbonica. Questo è un gas non tossico, che è in grado di liberare calore secondo questa formula: C + O2 = CO2 + Calore. Allo stesso modo, l'idrogeno si unisce con l'ossigeno e forma vapore d'acqua, con relativa produzione di calore. La formula che in questo caso definisce il processo è: 2H2 + O2 = 2H2O + Calore.

78
Guarda il video
88
Consigli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come bilanciare una reazione di combustione

Una reazione di combustione è una delle principali classi di reazioni chimiche, comunemente denominata "combustione". La combustione di solito si verifica quando un idrocarburo reagisce con l'ossigeno per produrre anidride carbonica e acqua. In senso...
Superiori

Principi e teoremi dell'economia del benessere

L'economia del benessere o "welfare economy" è una branca della microeconomia che studia l'equilibrio e la dinamica del libero mercato, ponendolo in contrapposizione con quello che subisce ingerenze da parte dello Stato o che è obbligato ad adeguarsi...
Superiori

I principi della termodinamica

In parallelo con lo sviluppo industriale, all'inizio del 800 nasce una nuova scienza: la termodinamica. Con la termodinamica, calore ed energia meccanica assumono il ruolo di forme diverse di una stessa entità. Il primo principio della termodinamica...
Superiori

Chimica: la legge di Dalton

La legge di Dalton prende il nome dal famoso chimico John Dalton, che la formulò nel lontano 1807. Negli anni precedenti a questa formulazione il chimico cercò di dare spiegazioni inerenti l'atomo avvalendosi delle tre leggi fondamentali della chimica:...
Superiori

Come fare una relazione di chimica

Per chi si inoltra per la prima volta nello studio della chimica, questa materia scientifica potrà sembrare ostica. Se non addirittura inaccessibile. Eppure i suoi elementi sono affascinanti e tutti concatenati. Tali da diventare, con lo studio e la...
Superiori

Chimica: regola dell'ottetto ed eccezioni

L'universo della chimica è un mondo pieno di varianti, spiegazioni e regole, nonché di persone, oggi molto famose, che ne hanno delineato i principi fondamentali. Hanno enunciato leggi, dissolto dubbi, scoperto nuove cose. Fra questi chimici c'è anche...
Superiori

Come calcolare i coefficienti stechiometrici di una reazione chimica

All'interno di questa breve guida vi illustrerò, con molta attenzione e cura, come riuscire ad calcolare i coefficienti stechiometrici di una determinata reazione chimica. Tale operazione, chiamata anche bilanciamento di una reazione chimica, viene eseguita...
Superiori

Appunti di chimica: il saggio di Tollens

Il saggio di Tollens è un test appartenente alla favolosa chimica organica e all'analisi dei medicinali, il quale viene condotto in presenza di un reattivo detto appunto "reattivo di Tollens", dal quale prende il nome. Tollens, il suo inventore, era...