Chimica: i carboidrati

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I carboidrati sono una classe di macromolecole nota anche con il nome di glucidi o glicidi. Sono composti di tipo organico quindi contengono carbonio, ossigeno ed idrogeno.
I carboidrati hanno diverse funzioni: si osserva una funzione di riserva, come nel caso dei polisaccaridi di amido e glicogeno; una funzione di struttura ed un noto esempio in questo caso è proprio la cellulosa; funzioni di riconoscimento a livello cellulare, ovvero riescono a riconoscere segnali extracellulari da parte di altre cellule. Inoltre i carboidrati sono componenti abbondanti della membrana esterna della cellula dove li si trova a formare il "glicocalice".
Quindi da una breve introduzione si vede già quanto sia importante la presenza dei carboidrati, motivo per cui sono molecole molto studiate in chimica. Cerchiamo di scoprire insieme qualche curiosità in più.

26

Spesso in maniera generica possono essere chiamati anche idrati del carbonio e questo è dato dal fatto che la loro formula effettivamente è Cn (H2O) n. In realtà però, è più corretto definirli come derivati aldeidi o chetonici di alcoli polivalenti.
La presenza dei carboidrati è forte nelle componenti vegetali che riescono anche a sintetizzarli, mentre è molto debole a livello dell'organismo umano, motivo per cui dobbiamo favorirne il giusto apporto con la dieta.

36

Una classificazione generale distingue i carboidrati in monosaccaridi e polisaccaridi. Il nome dei primi deriva dal greco "mono" che significa singolo e "saccaride" che significa zucchero, di conseguenza è istintivo pensare siano formati sa un singolo zucchero. Dato che uno zucchero può essere definito un'aldeide o un chetone con due o più gruppi ossidrilici, vi saranno due categorie di zuccheri: gli "aldozuccheri" e i "chetozuccheri".

Continua la lettura
46

Monosaccaridi e polisaccaridi naturalmente ricoprono funzioni differenti. In generale le funzioni di cui si è parlato nell'introduzione implicano la presenza di grandi molecole quindi saranno polisaccaridi.
In generale però le funzioni svolte dai carboidrati sono tre:
-funzione energetica: i carboidrati rappresentano il carburante dell'organismo. Seguendo delle vie metaboliche complesse, il glucosio viene immagazzinato nella cellula sotto forma di glicogeno, poi viene quindi scisso in glucosio nel momento del bisogno.

56

-funzione di riserva: si collega a quella energetica e fa riferimento all'immagazzinamento sotto forma di glicogeno nella cellula animale e di amido nella cellula vegetale. Entrambi questi polimeri sono costituiti da unità di alfa-D-glucosio unite da legami glicosidici.

66

-funzione strutturale o di sostegno: molti glucidi vanno a costituire glicolipidi e glicoproteine e si è parlato nell'introduzione della presenza del glicocalice sulla membrana plasmatica che è costituito principalmente da glicoproteine, quindi carboidrati più proteine. Un altro noto esempio strutturale è la cellulosa, presente unicamente nella parete delle cellule vegetali, difatti l'organismo umano non è neppure capace di digerirla, questo perché non abbiamo un particolare enzima.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica organica

La Chimica Organica è generalmente quella parte della chimica che si occupa dei composti del carbonio. In origine essa trattava solamente i composti derivanti dagli esseri viventi, da cui deriva appunto il termine "organica" e solo successivamente si...
Superiori

Come fare una relazione di chimica

Per chi si inoltra per la prima volta nello studio della chimica, questa materia scientifica potrà sembrare ostica. Se non addirittura inaccessibile. Eppure i suoi elementi sono affascinanti e tutti concatenati. Tali da diventare, con lo studio e la...
Superiori

Appunti di cinetica chimica

La cinetica chimica è lo studio e la discussione delle reazioni chimiche rispetto ai tassi di reazione, all'effetto di diverse variabili, al ri-arrangiamento degli atomi ed alla formazione degli intermedi. Ci sono molti argomenti che meritano di essere...
Superiori

Nozioni elementari di chimica

La chimica è una scienza alquanto complessa che si occupa di studiare la composizione, le proprietà, i comportamenti e i modi di reagire della materia. Esistono varie branche che compongono quest'affascinante materia e si specializzano in diversi campi....
Superiori

Come calcolare i coefficienti stechiometrici di una reazione chimica

All'interno di questa breve guida vi illustrerò, con molta attenzione e cura, come riuscire ad calcolare i coefficienti stechiometrici di una determinata reazione chimica. Tale operazione, chiamata anche bilanciamento di una reazione chimica, viene eseguita...
Superiori

Appunti di chimica: il saggio di Tollens

Il saggio di Tollens è un test appartenente alla favolosa chimica organica e all'analisi dei medicinali, il quale viene condotto in presenza di un reattivo detto appunto "reattivo di Tollens", dal quale prende il nome. Tollens, il suo inventore, era...
Superiori

Come calcolare le frazioni molari dei componenti in una soluzione chimica

La frazione molare rappresenta uno dei metodi per esprimere la concentrazione di una specie chimica presente in una determinata soluzione. Essa è data dal rapporto tra il numero di moli di un componente della soluzione ed il numero di moli totale. Generalmente,...
Superiori

Come calcolare la resa di una reazione chimica

In una reazione chimica può capitare che i reagenti siano presenti in una percentuale non sufficiente per creare i prodotti. È quindi necessario scoprire quale sia il reagente limitante, così da poter calcolare la resa totale della reazione. La resa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.