Chimica: come risolvere i bilanciamenti

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Si definisce equazione chimica la rappresentazione simbolica degli elementi chimici di una reazione. Ogni reazione chimica rispetta la legge di conservazione della massa che in sintesi afferma che nelle reazioni gli atomi non si creano e non si distruggono ma si distribuiscono in maniera bilanciata. Nella guida che segue vedremo i concetti basilari del bilanciamento degli elementi chimici coinvolti in una reazione chimica. Non resta che continuare nella lettura della guida per scoprire come fare in maniera facile e veloce a risolvere i bilanciamenti in chimica.

24

Principi base

Gli elementi di una reazione chimica sono detti reagenti e gli atomi presenti in questi sono poi riportati nella reazione stessa, bilanciati sebbene distribuiti in maniera diversa. A tal fine bisogna tenere presente che il bilanciamento di una reazione può essere ottenuto modificando gli indici di una formula chimica (i numeri posti in basso nella rappresentazione chimica di un elemento). Quando non sono rappresentati numeri si sottintende che il numero in basso sia uguale a 1. Se invece è rappresentato un coefficiente allora si deve considerare un numero di molecole uguale a quello iniziale moltiplicato per il coefficiente. Per esempio con la formula 4 CO2 si intende indicare 4 molecole di diossido di carbonio. Ognuno di questa è formata da 1 atomo di carbonio e due di ossigeno. Per cui 4 atomi di carbonio e 8 di Ossigeno.

34

Bilanciamento

A questo punto possiamo entrare un po’ più nel dettaglio per quanto riguarda il bilanciamento. Per esempio la reazione tra idrogeno e ossigeno genera l’acqua:
H2 + O2 → H2O. La formula cosi non è bilanciata in particolare sull’ossigeno. Per cui al fine di ottenere il bilanciamento bisogna aggiungere un coefficiente 2: H2 + O2 → 2 H2O. Anche cosi non è ancora bilanciata perché abbiamo 2 atomi di ossigeno e qui non abbiamo più problemi, ma ora non è bilanciato l’idrogeno. Allora bisogna procedere aggiungendo un ulteriore coefficiente sull’idrogeno: 2 H2 + O2 → 2 H2O. Abbiamo pertanto raggiunto la reazione bilanciata in maniera corretta e con poche considerazioni pratiche ed intuitive.

Continua la lettura
44

Considerazioni finali

In sintesi basta tenere in mente la legge iniziale e fondamentale della conservazione e ragione con questa. Non resta che fare esercizio così da avere un’elevata flessibilità e velocità mentale. Esistono anche alcune formule che possono aiutare ma tenendo ben in mente la legge di conservazione tutto verrà naturale ed in maniera semplice.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come risolvere un esercizio di chimica sui gas con la formula di Boyle

Quando si parla di legge di Boyle, si intende per la precisione quel caso particolare della regola dei gas perfetti in cui la pressione e il volume di un gas ideale sono inversamente proporzionali tra loro, di conseguenza la temperatura e la massa del...
Superiori

Come calcolare i coefficienti stechiometrici di una reazione chimica

All'interno di questa breve guida vi illustrerò, con molta attenzione e cura, come riuscire ad calcolare i coefficienti stechiometrici di una determinata reazione chimica. Tale operazione, chiamata anche bilanciamento di una reazione chimica, viene eseguita...
Superiori

Stechiometria: come risolvere gli esercizi

Nell'ambito della chimica, con la stechiometria si individuano i rapporti quantitativi fra reagenti e prodotti di una reazione. Questo tipo di relazioni si determina con degli appositi calcoli, definiti "stechiometrici". La loro esecuzione avviene tramite...
Superiori

Come calcolare le concentrazioni in una reazione chimica in equilibrio

Una reazione chimica è composta da reagenti e prodotti: i reagenti sono le sostanze iniziali presenti, i prodotti sono sostanze formate dai reagenti. Molte equazioni sono reversibili; pertanto, i reagenti possono formare i prodotti e viceversa. L'equilibrio...
Superiori

Come fare una relazione di chimica

Per chi si inoltra per la prima volta nello studio della chimica, questa materia scientifica potrà sembrare ostica. Se non addirittura inaccessibile. Eppure i suoi elementi sono affascinanti e tutti concatenati. Tali da diventare, con lo studio e la...
Superiori

Appunti di cinetica chimica

La cinetica chimica è lo studio e la discussione delle reazioni chimiche rispetto ai tassi di reazione, all'effetto di diverse variabili, al ri-arrangiamento degli atomi ed alla formazione degli intermedi. Ci sono molti argomenti che meritano di essere...
Superiori

Appunti di chimica organica

La Chimica Organica è generalmente quella parte della chimica che si occupa dei composti del carbonio. In origine essa trattava solamente i composti derivanti dagli esseri viventi, da cui deriva appunto il termine "organica" e solo successivamente si...
Superiori

Come bilanciare una reazione chimica

Quando la materia subisce una trasformazione, senza che la sua massa presenti variazioni importanti, si parla di reazione chimica. Ciò vuol significare che, le specie chimiche si modificano da sole, per poter creare nuove specie chimiche, dove ognuna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.