Cesare: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Caio Giulio Cesare è stato uno stratega e generale romano che affascinava il popolo con il suo carisma e la sua abilità oratoria. Insieme alla bravura nell'arte della guerra, il condottiero Cesare fu anche un abilissimo scrittore e un esperto dell'amministrazione pubblica a Roma. Esponente della gens Giulia, ovvero della nobiltà media del patriziato romano, nacque a Roma nel mese di luglio nel 100 a. C. Si sposò giovanissimo con Cinna, la figlia del dittatore Mario, divenendone così l'erede legittimo, nonché il comandante di tutte le forze militari della Repubblica. Esperto di mitologia classica, cercò sempre di dare un'origine divina alla sua discendenza. A Roma intraprese anche la carriera di magistrato, accusando i senatori dell'epoca di favoreggiamento nei confronti di Silla. In questa guida percorreremo alcune tappe del triunviro Cesare, vita ed opere.

24

Il De bello gallico e il De bello civili

In qualità di letterario, Giulio Cesare scrisse il suo capolavoro in latino, ancora oggi studiato nei licei, ovvero il De bello gallico, che tratta delle sue gesta durante la conquista della Gallia, e il De bello civili, composto con lo scopo di scagionarsi dall'accusa di usurpatore in virtù della guerra civile con Pompeo. In entrambi gli scritti, si evince la bravura dialettica del dittatore e lo stile ellenistico che il giovane Cesare aveva appreso in Grecia.

34

Il primo Triunvirato

Nella sua città natale, Giulio Cesare fece restaurare la statua di Mario che era stata abbattuta da Silla, godendo anche del consenso e dell'appoggio dei plebei. Nel 60 a. C., insieme ai generali Pompeo e Crasso, formò il primo Triunvirato, vale a dire un governo formato da tre uomini, ed assunse insieme a loro l'intero potere della repubblica. A differenza di Pompeo, che andò a cercare fortuna militare in Oriente, fondando la provincia romana della Siria, Cesare cercò affermazione in Occidente, dove sottomise la Gallia e parte della Britannia.

Continua la lettura
44

Proconsole della Gallia

Sempre insieme a Pompeo e Crasso, fortificò ancora di più il suo potere grazie anche al matrimonio della figlia con lo stesso Pompeo. I tre diventarono così proconsoli di tre province chiave: Cesare in Gallia, Pompeo in Spagna e Crasso in Siria. In seguito alla morte di quest'ultimo e di Giulia, cominciò un periodo di ostilità tra Pompeo e lo stesso Cesare, che rimasero gli unici personaggi di spicco della Repubblica. La guerra con Pompeo si concluse con l'uccisione di quest'ultimo da parte del re di Egitto Tolomeo. Cesare, rimase così l'unico a detenere il potere a Roma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Breve analisi di "De Bello Gallico" di Giulio Cesare

Fra il 58 ed il 50 a. C. Giulio Cesare compose una delle sue opere più importanti: i "Commentarii De Bello Gallico". Sette libri, nei quali vengono narrati, secondo lo stile tipico dei "Commentari", gli eventi salienti di ogni battaglia durante la conquista...
Superiori

Letteratura latina: Cicerone

Quella di Marco Tullio Cicerone è una delle figure più discusse del mondo latino. Se di lui sono stati esaltati i meriti letterari, la profonda cultura, la varietà di interessi, non di meno sono stati evidenziati gli orientamenti politici, l'instabilità...
Superiori

La storia di Roma in breve

Roma, come è ben noto, possiede una storia antichissima. Secondo la tradizione la città si fondò il 21 aprile 753 a. C. e, nel corso dei suoi tre millenni di storia, può considerarsi la prima grande metropoli dell'umanità. La sua importante ed antica...
Superiori

Storia: la repubblica romana

Per storia della Repubblica Romana si intende il periodo storico in cui la forma di governo adottata da Roma fu la Repubblica. Tale periodo storico va dal 509 a. C. fino al 31 a. C., quando Ottaviano diede inizio all'Impero. Prima di quell'evento già...
Superiori

Appunti di storia romana: Ottaviano Augusto

Il passaggio dalla Repubblica all'Impero, nella storia romana, si incarna nella figura cardine di Ottaviano Augusto, che seppe costruire il proprio potere in maniera lenta e graduale, senza strappi troppo evidenti rispetto alla precedente tradizione repubblicana....
Superiori

Costruzioni latine: l'ablativo assoluto

Sciolta da legami grammaticali con la proposizione reggente l’ablativo assoluto è formato dall'unione di un nome e da un participio presente o perfetto. Nell'ablativo assoluto, il nome ha la funzione di soggetto logico del participio. La caratteristica...
Superiori

Il Liber di Catullo

Gaio Valerio Catullo, uno dei più amati poeti dell'antica Roma, era originario della Gallia Cisalpina e nacque a Verona probabilmente nell'84 a. C e morì nella Capitale trent'anni dopo, nel 54. Proveniva da una famiglia agiata ed ebbe modo di frequentare...
Superiori

I più grandi imperatori della storia

Fin dalle epoche più remote l'uomo è sempre stato spinto da un irrefrenabile istinto di conquista, espansione, ed esplorazione. Solo alcuni grandi sovrani e condottieri riuscirono a distinguersi per la grandezza delle loro gesta e a far emergere il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.