Cartesio: vita e opere

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

René Descartes (Cartesio) nacque in Francia da una famiglia nobile, nel 1596. Venne istruito all'interno di un collegio di gesuiti. Terminata la formazione però sente di non avere il metodo giusto per indagare nella realtà. Decide allora di concentrare la propria ricerca filosofica nell'individuazione di questa tecnica. Durante la guerra dei 30 anni, gira l'Europa e si stabilisce in Olanda nel 1628. Qui era presente una certa indipendenza filosofica e religiosa, dunque Cartesio poteva godere di una specifica libertà di pensiero. Nel corso di questi anni di vita, scrive il trattato di antropologia "L'uomo" ed il trattato di cosmologia copernicana "Il mondo". Quest'ultimo non venne diffuso per colpa della precedente condanna inflitta a Galileo Galilei. Tuttavia divulga le proprie scoperte di fisica in tre saggi intitolati "Diottrica", "Meteore" e "Geometria". In queste opere letterarie, Cartesio anticipa il suo discorso sul metodo esatto per indagare la realtà. Successivamente pubblicò anche le obiezioni poste ai propri capolavori di letteratura con le rispettive risposte. La sua ultima opera si chiama "Le passioni dell'anima", dove esamina il rapporto fra corpo e ragione spiegando l'esistenza delle passioni in un mondo meccanicistico. René Descartes morì in Svezia nel 1650, dopo una polmonite che lo colpì quando si trovava alla corte della regina Caterina. Nei passaggi successivi di questo articolo, vi parlerò nello specifico della vita e delle opere di Cartesio.

28

Occorrente

  • Libro su Cartesio
  • Interesse per la letterature
38

La dimostrazione dell'esistenza di Dio e dell'estensione del corpo

Dopo aver dimostrato l'esistenza di Dio, Cartesio si domandò se esista qualche idea avventizia evidente oltre all'io e al Dio. La risposta fu affermativa e si tratta dell'estensione. Questa è oggetto di dimostrazione geometrica e porta a definire il corpo come un qualcosa che occupa uno spazio. Considerando un poligono con 1000 lati, potrete eseguire calcoli matematici su questa figura geometrica. Immaginandoseli è complesso, quindi si deducono due cose. L'immaginazione è passiva e qualsiasi idea architettata deriva dall'esperienza. Anche l'idea del corpo risulta pertanto collegata alla realtà. Essendo il corpo connesso all'idea di estensione e sapendo che Dio non inganna, si può dedurre che il corpo esiste. Quest'ultimo ha qualità soggettive non misurabili e qualità oggettive reali, in quanto possono essere oggetto di misurazione.

48

La suddivisione della realtà

Ammettendo l'esistenza del corpo, Cartesio suddivide la realtà in res cogitans (sostanza pensante), immateriale, inestesa, consapevole e libera. Immateriale ed inestesa poiché sono io e non mi posso attribuire delle caratteristiche corporee. Consapevole perché si basa su un atto di autocoscienza (penso quindi sono). Libera in quanto si autodetermina e può agire in vista di un obiettivo. Siccome il pensiero si esplicita in parole e gli animali non parlano, Cartesio ricava una deduzione. Le bestie non hanno anima e quest'ultima rappresenta una caratteristica particolare dell'essere umano.

Continua la lettura
58

Il realismo ontologico: l'estensione e il moto

Nella fisica cartesiana, non si trova un'applicazione del metodo giusto per indagare l'esistenza. Ad una visione geometrica della realtà è comunque possibile applicare la matematica. Nei suoi ragionamenti, Cartesio fa sempre un salto dall'ordine logico a quello ontologico. In questo modo applica un razionalismo radicale che, insieme a qualche esigenza meccanicistica, porta ad una visione del mondo fisico basata su due elementi derivati da Dio. Precisamente si tratta dell'estensione e del moto.

68

La materia, lo spazio e il sistema cartesiano

La materia viene individuata con la res extensa, ma questo determina conseguenze. La materia è infinita perché anche lo spazio geometrico è infinito ed è presente laddove c'è estensione. La materia non può contenere atomi perché lo spazio geometrico è divisibile infinite volte. Non esiste il vuoto in quanto ogni estensione comporta la presenza di materia. Lo spazio è uniforme perché non esistono ulteriori qualità oltre all'estensione. Il sistema cartesiano rifiuta l'idea di forza e pone alla base del movimento soltanto una quantità di moto. Questa si trasmette da un corpo all'altro e viene impressa da Dio, al momento della creazione.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La filosofia di Cartesio

Punto focale della filosofia di Cartesio è la ricerca della verità attraverso la filosofia, strumento che migliora la vita dell'essere umano ed in grado, se padroneggiata, di illustrare le verità del mondo. Vediamo insieme come capire al meglio il...
Università e Master

Teorema di Descartes: dimostrazione

In geometria il teorema di Descartes è quel teorema che esprime la relazione tra quattro circonferenze tangenti tra di loro. Tale teorema può essere utilizzata anche per creare una quarta circonferenza avendone tre, dove naturalmente tutte quattro hanno...
Superiori

Appunti di filosofia: il neoplatonismo

La filosofia è una materia piuttosto complessa e ricca di sfaccettature, che richiede molto tempo e studio per essere studiata ed appresa appieno. Molte sono le correnti che si sono susseguite durante gli anni e che hanno portato profondi cambiamenti...
Superiori

Come trovare il baricentro di un triangolo nel piano cartesiano

Il sistema di riferimento cartesiano rappresentò un punto di svolta nello studio e nella comprensione della matematica e della geometria. La sua denominazione è dovuta al matematico e filosofo francese René Descartes (italianizzato in Cartesio), che...
Superiori

Guida all'Idealismo tedesco

L'idealismo è una corrente filosofica nata in Germania nei primi anni del 1700. Questa nuova corrente intendeva continuare ciò che Kant aveva lasciato in sospeso, ovvero la dualità tra Noumeno e Fenomeno. La dualità non era infatti accettata dagli...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Heidegger

La guida che seguirà entrerà a trattare una materia davvero bellissima: la filosofia. Nello specifico, ci dedicheremo allo studio del pensiero di un filosofo cardine del pensiero protestante luterano: Martin Heidegger. Comincerei con una piccola biografia...
Università e Master

Come applicare il criterio di Routh

In matematica il criterio di Routh-Hurwitz viene utilizzato per determinare il numero delle radici a parte reale, le quali possono essere sia positive che negative. Tale radici fanno riferimento ad un polinomio, nel quale si parte dai suoi coefficienti...
Superiori

Filosofia: Locke in sintesi

La storia umana conta numerosi filosofi. Leggendo il loro pensiero l'umanità trova il giusto percorso di vita. John Locke è uno di essi. In questa guida analizzeremo Locke in sintesi nella filosofia. Prima però sappiate che John Locke nacque a Wrington...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.