Calcolo delle rimanenze: metodo del lifo

Tramite: O2O 20/11/2017
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il metodo del lifo valuta l'ammontare dell'inventario finale in un periodo di reporting. Questo è utile nelle seguenti situazioni: per periodi di intervalli tra i conteggi dell'inventario fisico e quando non è più presente l'inventario ed è necessario tornare all'equilibrio finale, allo scopo di presentare una richiesta di rimborso assicurativo. Ecco dunque come eseguire il calcolo delle rimanenze con il metodo del lifo.

24

Costo delle merci

Per impiegare il metodo del lifo, è necessario seguire questi passaggi: sommare il costo dell'inventario iniziale e il costo degli acquisti, per arrivare al costo delle merci disponibili per la vendita; moltiplicare l'utile lordo in percentuale per le vendite, in modo da arrivare al costo stimato delle merci vendute. Infine, sottrarre il costo stimato delle merci vendute dal costo delle merci disponibili per la vendita, per arrivare all'inventario finale. Inoltre, è utile confrontare il costo risultante delle merci vendute come percentuale delle vendite alla linea di trend recente, per la stessa percentuale, per vedere se il risultato è ragionevole.

34

Saldo dell'inventario

Il metodo del lifo, non è un metodo accettabile per determinare il saldo dell'inventario a fine esercizio, poiché valuta l'equilibrio dell'inventario finale. Non è sufficientemente preciso per essere affidabile in una revisione di bilancio .
Ci sono diversi motivi che rendono inaffidabile il metodo lifo per determinare il valore dell'inventario a lungo termine, come la base storica. La percentuale di profitto lordo è una componente fondamentale del calcolo, ma la percentuale è basata sull'esperienza storica di un'azienda. Se la situazione attuale produce una percentuale diversa (come può essere causata da una vendita speciale a prezzi ridotti), la percentuale di profitto lordo utilizzata nel calcolo sarà errata.

Continua la lettura
44

Tasso a lungo termine

Il calcolo prevede che il tasso a lungo termine di perdite dovuto a furto, obsolescenza e altre cause, sia incluso nella percentuale storica del profitto lordo. In caso contrario o se tali perdite non sono state precedentemente rilevate, il calcolo probabilmente avrà come conseguenza un inventario impreciso. Il calcolo del lifo, è più utile nelle situazioni di vendita al dettaglio. Se una società è invece produttrice di beni, allora i componenti dell'inventario devono comprendere anche il lavoro e le spese generali che rendono il metodo del reddito lordo troppo semplice, per ottenere risultati affidabili. In generale, qualsiasi tecnica di stima dell'inventario deve essere utilizzata solo per brevi periodi di tempo. Un programma di conteggio del ciclo ben gestito, è un metodo superiore per mantenere in modo regolare la precisione dell'inventario ad un livello elevato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come applicare il metodo di Ritter

Quando si rivela necessario effettuare il calcolo di una travatura reticolare isostatica, possiamo ricorrere al metodo relativo alle sezioni di Ritter. Si tratta sostanzialmente di un teorema analitico che ci consente di determinare l'entità dello sforzo...
Università e Master

Appunti: calcolo delle probabilità

Il calcolo della probabilità rappresenta una disciplina indipendente, che venne inizialmente sviluppata per i giochi d'azzardo. Ed è proprio da qui che ebbe inizio lo studio sistematico nascente nel Seicento, per risolvere alcune problematiche sui dadi...
Università e Master

Come risolvere una matrice con il metodo di Kramer

Il metodo di Cramer, o regola di Cramer, a volte anche metodo o regola di Kramer, è un procedimento inventato dal matematico Gabriel Cramer nel XVIII secolo che può essere utilizzato per risolvere sistemi di equazioni lineari. Più precisamente, il...
Università e Master

Calcolo del montante in matematica finanziaria

Il passaggio dalle scuole medie alle scuole superiori può risultare drammatico per molti studenti, soprattutto per quanto riguarda l’approccio alle materie scientifiche. Abituati ad una matematica semplice ed elementare, gli studenti dei licei si trovano...
Università e Master

Trasformata di Fourier. Calcolo e proprietà

La matematica è una delle materie più difficile da comprendere all'interno del panorama scolastico, e sono moltissimi gli studenti che hanno difficoltà ad apprendere fino in fondo alcuni concetti fondamentali appartenenti a tale disciplina. Al giorno...
Università e Master

Come disegnare un pezzo in proiezione con il metodo americano

In ambito di disegno industriale esistono due diversi metodi di rappresentazione delle proiezioni ortogonali che sono quello del primo diedro, o metodo europeo, e quello del terzo diedro, o metodo americano. Quindi è molto importante sincerarsi sempre...
Università e Master

Come imparare il metodo Feuerstein

I problemi legati al mondo dell'apprendimento sono davvero tanti e, per questo motivo, è essenziale ritrovare il metodo giusto per poter gestire queste problematiche e migliorare le capacità di apprendimento di tutti coloro i quali si trovano in difficoltà....
Università e Master

Come disegnare una proiezione con il metodo europeo

Nell'ambito del disegno industriale esistono due metodi diversi per ottenere una proiezione ortogonale. Essi differiscono solo per la posizione delle varie viste: il metodo europeo (chiamato anche 'metodo del primo diedro'), il metodo americano (o 'del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.