Calcolo del montante in matematica finanziaria

Tramite: O2O 01/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il passaggio dalle scuole medie alle scuole superiori può risultare drammatico per molti studenti, soprattutto per quanto riguarda l?approccio alle materie scientifiche. Abituati ad una matematica semplice ed elementare, gli studenti dei licei si trovano a dover confrontarsi con la cosiddetta ?matematica finanziaria?. Una materia del tutto nuova, poiché nel corso delle medie ci si sofferma solo parzialmente sul concetto di ?funzione?. La matematica finanziaria è quella branca della matematica che si occupa delle operazioni di calcolo in ambito prettamente finanziaria, toccando quindi concetti legati più in generale all?economia. Di per sé la matematica finanziaria è una branca molto ampia, come testimonia la mole di definizioni, nozioni e formule che concorrono tutte insieme a formare la materia in questione. Tutto ciò fa dunque ben comprendere per quale motivo gli studenti neofiti possano trovarsi in difficoltà in un primo approccio alla materia. A tal proposito, vediamo come effettuare il calcolo del montante in matematica finanziaria.

27

Occorrente

  • Carta e penna
  • Libro di testo di matematica finanziaria (contenente le basi della materia)
  • Formulario ed eserciziario di matematica finanziaria
37

Il montante e le tipologie di investimento

Innanzitutto, è necessario partire da alcune definizioni in modo tale da avere un?idea chiara del concetto di cui si sta parlando. Per ?montante? si intende la somma di un determinato capitale economico iniziale e dell?interesse che questo frutta durante un periodo di investimento specifico. Il montante viene solitamente indicato con la lettera ?M?; il capitale economico all?inizio del periodo di tempo sopra citato si indica con ?C? (o ?C??, per maggiore completezza), mentre l?interesse si indica con la lettera ?I?. Per quanto riguarda le tipologie di investimento, queste si suddividono in ?a regime semplice? e ?a regime composto?. Gli investimenti a regime semplice si riferiscono a periodi di tempo inferiori a un anno, mentre quelli a regime composto si riferiscono a periodi di tempo superiori a un anno. Rimanendo nell?ambito del regime semplice, l?interesse che verrà applicato al capitale iniziale varrà per tutta la durata dell?investimento. Ciò significa, di conseguenza, che l?interesse stesso risulterà direttamente proporzionale al capitale stesso.

47

Il montante nell'investimento a regime semplice

Rimaniamo in tema di investimento a regime semplice. Esso consiste in una proporzionalità diretta fra tempo, capitale iniziale e interesse. La formula che ne consegue, a proposito dell?interesse, sarà:
I = C * i * t
?I? rappresenta l?interesse totale accumulato in un certo periodo di tempo ?t? partendo da un determinato capitale iniziale ?C?. A conti fatti, il montante equivale alla somma del capitale iniziale e dell?interesse totale: la formula sarà:
M = C + I
Se però si sostituisse ad I la formula sopra citata, utilizzata per trovare l?interesse totale, si otterrebbe:
M = C + C * i * t
Di conseguenza, il montante sarebbe uguale a:
M = C * (1 + i * t).

Continua la lettura
57

Il montante nell'investimento a regime composto

Infine, nel caso del regime composto il calcolo del montante è un po' più complesso. Supponiamo di investire 100 ? con un tasso annuo del 5%; alla fine del primo anno il montante sarà 105 ?, ovvero la somma del capitale iniziale e dell'interesse maturato. La differenza con il regime semplice sta nel fatto che l'interesse dell'anno successivo si calcola rispetto a 105 ? e non rispetto a 100 ?, in quanto l'interesse maturato viene capitalizzato alla fine di ogni periodo. Più in generale, il montante di un investimento a regime composto dopo un solo periodo (t = 1) vale M (1) = C * (1 + i * 1) = C* (1+ i). Dopo due periodi, con t = 2, il montante sarà: M (2) = M (1) * (1 + i * 1) = M (1) * (1+ i), poiché il capitale C ora vale quanto il montante del periodo precedente, cioè M (1), e il periodo in cui si calcola l'interesse rispetto a M (1) è uno solo, quindi t = 1.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per un'infarinatura generale dei concetti di base di matematica finanziaria si consiglia lo studio di un libro di testo adeguato, affiancato ad un formulario ed esercizi per comprendere meglio gli argomenti esposti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come preparare l'esame di matematica finanziaria

Quando affrontiamo lo studio di una determinata e specifica materia, sia a scuola che all'università, possiamo imbatterci in piccoli ostacoli che possono in un certo qual modo rallentare il nostro apprendimento. Bisogna quindi a tal proposito utilizzare...
Università e Master

Come Si Calcola Il Montante Di Un Investimento

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come si calcola il montante di un investimento in maniera tale da non incorrere in errori e sbagli che finirebbero per compromettere il nostro intero calcolo. Essere in grado di eseguire...
Università e Master

Appunti: calcolo delle probabilità

Il calcolo della probabilità rappresenta una disciplina indipendente, che venne inizialmente sviluppata per i giochi d'azzardo. Ed è proprio da qui che ebbe inizio lo studio sistematico nascente nel Seicento, per risolvere alcune problematiche sui dadi...
Università e Master

Trasformata di Fourier. Calcolo e proprietà

La matematica è una delle materie più difficile da comprendere all'interno del panorama scolastico, e sono moltissimi gli studenti che hanno difficoltà ad apprendere fino in fondo alcuni concetti fondamentali appartenenti a tale disciplina. Al giorno...
Università e Master

Regressione lineare: definizione e calcolo

Tramite l'utilizzo della statistica, è possibile raccogliere una serie di dati e procedere alla loro analisi, per giungere così ad ottenere risposte ad alcune domande poste, che rappresentano la causa del problema. La "regressione" è uno dei componenti...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di Analisi Matematica Due

La matematica è da sempre la materia più ostica per qualsiasi studente, a partire dalle scuole elementari fino ad arrivare alle superiori e all'università. Questo perché in matematica ogni concetto è conatenato agli altri, per cui è necessario...
Università e Master

Come superare l'esame di matematica 2

L'Università, si sa, spesso è molto difficile e dispendiosa sia in termini di tempo che di energie; esistono poi facoltà più ardue di altre, così come esistono degli esami che rappresentano i grossi colossi del proprio corso di laurea, che quasi...
Università e Master

Matematica: come parametrizzare una curva

In matematica viene utilizzata la parametrizzazione nel momento in cui si desidera procedere alla semplificazione delle variabili di una curva in una sola variabile. È bene sapere che è possibile parametrizzare varie figure geometriche, come una circonferenza,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.