Breve guida sull'arte impressionista

Tramite: O2O 04/10/2018
Difficoltà: media
19

Introduzione

L'arte impressionista nasce intorno agli Settanta del XIX secolo in Francia. Si propone come un movimento artistico-pittorico, che esalta la luminosità del colore fornita dall?accostamento di colori complementari (bianco e nero esclusi) ed il lavoro en plain air, quindi all?aperto. Tale movimento si sviluppa al fine di far fronte all?invenzione della fotografia: gli artisti mirano dunque alla creazione di opere colme di emozioni, abolendo prospettiva e disegno preparatorio e appliccando pennellate veloci e fuggevoli.Vediamo quindi una breve guida sull?arte impressionista e in particolare sui suoi esponenti.

29

Occorrente

  • Libro di Storia dell'Arte
39

Introduzione a Monet

Il capostipite dell?impressionismo è Monet, che col suo ?Impressione, sole nascente? del 1872 dà il nome al movimento sopra citato. Tale dipinto vede la contrapposizione di colori caldi e freddi caratterizzati da pennellate brevi e veloci, al fine di formare una densa nebbia che ricopre quanto succede: il dipinto, se analizzato e osservato in profondità, riporta infatti l?arca su cui si stanno dirigendo, in fila, tutti gli animali, per alvarsi dall?imminente diluvio universale. Un altro dipinto di questo autore è la ?Cattedrale di Rouen?, in cui viene appunto raffigurata tale cattedrale in ogni condizione climatica (ne sono state realizzate 30 tele) e ognuna di questa osservata dal pittore da due prospettive diverse: una casa in affitto in un albergo ed una bottega.

49

Sviluppo con Manet

Il secondo pittore appartenente a questo movimento è Manet, che con la sua ?Colazione sull?erba? scatena grande critiche per la presenza di una donna nuda all?interno del dipinto. Questo raffigura la volontà di tali pittori di emergere e superare la razionalità evidenziata dalla fotografia, invenzione che mise a rischio carriera e guadagni di tutti gli artisti, per l?immediatezza e l?economicità in particolare dei primi piani e dei paesaggi.

Continua la lettura
59

Rottura con Degas

L?artista che più si rifece alla scoperta della fotografia è Degas che con la sua ?Lezione di Fanza? imprime un taglio altamente fotografico al dipinto. In tale tela viene raffigurata una giovane ballerina che si esibisce di fronte al maestro e le compagne, in pose molto naturali, che si riposano e la osservano. Una luce morbida entra nella stanza proveniente dal lato deatro e dal fondo del dipinto. Questa raffigurazione, tuttavia, differisce dal movimento impressionista in quanto anticipata dal disegno preparatorio e dall?utilizzo del bianco e del nero.

69

Fine con Renoir

L?ultimo autore impressionista che affrontiamo in questa breve guida è Renoir che con il suo ?Moulin de la Galette?, realizzato dapprima en plain air e successivamente ritoccato in atelier, si presenta come l?ultimo artista appartenente al movimento. In tale quadro il colore risalta, costruito tramite l?utilizzo di luci e ombre e l?accostamento di toni caldi e toni freddi, trasmettendo movimento e un sentimento di gioia al dipinto. Nessun personaggio infatti appare isolato ed è propria questa unione dei personaggi che conferisce prospettività al dipinto, carattere inizialmente non permesso nel movimento artistico-pittorico dell?impressionismo.

79

Nascita della forografia

In conclusione, tale movimento nasce soprattutto, come sopra citato, al fine di far feonte alla nascita dell fotografia. La prima venne scattata nel 1827 dallo studioso Niepce, attraverso una camera ottica con lastra in peltro. Successivamente, nel 1838, una seconda camera ottica, formata da lastre argentate, permetteva la realizzazione di negativi da cui trarre i positivi e quindi la foto in sè. Queste raffigurazioni, del tutto impersonali, misero in crisi la figura dell?artista, il quale, dovendo distinguersi, iniziò ad impremere nelle aue opere le proprie emozioni.

89

Influenza delle stampe giapponesi

In conclusione un elemento che influenzò le opere impressioniste furono le stampe giapponesi, caratterizzate da colori puri e da una bidimensionalità irreale. Da esse prese spunto Manet nella realizzazione di un?importante opera ispirandosi alla ?Venere di Urbino? di Tiziano. Con l?assenza della prospettiva, i colori piatti, l?assenza dei volumi ed i contorni netti, egli rappresenta perfettamente un?opera di ispirazione orientale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Breve guida sull'arte neoclassica

Il neoclassicismo nasce intorno alla metà del diciottesimo secolo in un periodo in cui ad essere dominante era lo stile decorativo del rococò. A differenza degli eccessi barocchi di quest'ultimo, le opere neoclassiche si caratterizzano linearità e...
Superiori

Guida all'arte del Rinascimento

L'arte del Rinascimento prende vita a Firenze, all'inizio del XV secolo, per poi essere riconosciuta sia in Italia che in Europa. In quest'epoca l'uomo scoprì di essere dotato di una mente potente in grado di ragionare, strumento indispensabile per costruirsi...
Superiori

Breve guida a "I promessi sposi" di Manzoni

Ecco qui, pronta a tutti gli studenti, ma non solo, anche a tutti coloro i quali sono dei veri e propri appassionati di letteratura italiana, una breve guida, pratica e del tutto veloce, attraverso il cui aiuto, poter capire meglio i famosi ed anche intramontabili,...
Superiori

Saggio breve: guida alla stesura

Ecco una bellissima ed anche molto interessante guida, attraverso il cui aiuto concreto, poter essere in grado d'imparare come eseguire un saggio breve, senza incorrere in errori e sbagli, che finirebbero con il compromettere l'intera stesura dello stesso....
Superiori

Breve guida a "La primavera di Botticelli"

Abbiamo deciso di proporre a tutti i nostri lettori e lettrici, che sono dei veri e propri appassionati d'arte, una breve guida, davvero molto utile, a "La primavera di Botticelli. La Primavera di Sandro Botticelli è un capolavoro del Rinascimento Italiano...
Superiori

Breve guida a "Le Grazie" di Ugo Foscolo

"Le Grazie" rappresentano un periodo difficile della vita di Ugo Foscolo. Nel 1809 la Francia comincia ad attuare una politica autoritaria e dispotica verso l’Italia. Questa situazione crea un clima di pessimismo nell’animo del poeta. Foscolo decide...
Superiori

Breve guida a La coscienza di Zeno di Italo Svevo

La Coscienza di Zeno è l'opera più conosciuta di Italo Svevo. Pubblicata nel 1923, non ebbe inizialmente grande successo a causa delle condizioni storiche e culturali di quell'epoca. L'insuccesso fu anche causato dalle novità che l'opera stessa riportava:...
Superiori

Breve guida ad Amleto di William Shakespeare

L'Amleto è una dei drammi più conosciuti e citati dell'intero patrimonio artistico di Shakespeare. Il titolo di quest'opera ci indica il protagonista, Amleto, figlio del re di Danimarca, anch'egli di nome Amleto. Re Amleto fu assassinato dal fratello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.