Breve guida a "Le Grazie" di Ugo Foscolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

"Le Grazie" rappresentano un periodo difficile della vita di Ugo Foscolo. Nel 1809 la Francia comincia ad attuare una politica autoritaria e dispotica verso l’Italia. Questa situazione crea un clima di pessimismo nell’animo del poeta. Foscolo decide di allontanarsi da Milano per andare in Toscana; la città di Firenze conforta il cuore di Foscolo ed il poeta compone nuove opere. Infatti, in questo periodo avviene la stesura de “Le Grazie”; il poeta aveva già dedicato un inno alle Grazie nel commento alla Chioma di Berenice. In questa breve guida viene approfondito l’argomento.

25

Occorrente

  • Poemetto “Le Grazie” di Ugo Foscolo
  • Un buon manuale di letteratura italiana
35

Temi principali

Le Grazie sono figure mitologiche, a metà tra uomini e dei. Il loro mito è particolarmente caro a Foscolo e lo libera da ogni preoccupazione sociale e politica. In questo periodo la poetica del Foscolo acquisisce coloriture neoclassiche. Il poeta comincia a pensare all’arte come un paradiso estetico in opposizione alla vita quotidiana. Nell’arte Ugo Foscolo dà libero sfogo alla fantasia ed alla creatività. “Le Grazie” sono un vero e proprio capolavoro di genere neoclassico.

45

Realizzazione

Ugo Foscolo compone “Le Grazie” tra il 1812 e il 1813; all'inizio vuole scrivere un unico inno; successivamente opta per la divisione dell’opera in tre parti. Nella visione del poeta le Grazie sono delle dee intermediatrici, cioè fanno da tramite tra la grettezza umana e la grandezza divina. Ricevono i doni di bellezza e di armonia dai numi e li dispensano ai mortali. I regali sono stimoli per l’umanità per poter uscire dallo stato primitivo. Figlie di Venere le Grazie appaiono nell’Isola di Citera e danno agli uomini affetti più nobili. Inoltre, fanno comprendere l’importanza delle arti e della bellezza.

Continua la lettura
55

Struttura

Il poema è suddiviso in tre inni; il primo è dedicato a Venere. È lei che invia le Grazie sulla terra con lo scopo di ingentilire l’umanità e far comprendere l’armonia del cosmo. Secondo il Foscolo le Grazie andarono prima in Grecia ad insegnare la pittura, la scultura e l’architettura. Solo in seguito vennero in Italia dando vita alla civiltà romana e rinascimentale. Ugo Foscolo dedica il secondo inno a Vesta, dea delle leggi, della religione e degli affetti. Le protagoniste dell’inno sono le donne amate dal poeta: Eleonora Nencini (la musica), Cornelia Martinetti (la poesia) e Maddalena Bignami (la danza). Nell'ultimo inno Foscolo celebra Pallade dea delle virtù e delle arti consolatrici. La presenza del velo nelle Grazie, è simbolo della poesia che vive lontana dalle passioni e dalle angosce della vita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Maturità

Analisi della poesia "A Zacinto"

Nell'analisi della poesia "A Zacinto" emerge il tema della nostalgia della terra d'origine in cui il poeta, Ugo Foscolo, trascorse gli anni più belli e spensierati della sua vita. Dal brano, nella sua analisi dettagliata, emerge tutto il suo dolore e...
Superiori

Breve analisi di "Alla Sera" di Foscolo

In questa guida ci occuperemo di uno dei più importanti sonetti di Ugo Foscolo: questo sonetto è formato da due quartine e due terzine. Il sonetto fu pubblicato all'inizio dell'ottocento, nello specifico, nel 1803 e composto pochi mesi prima. Fu scritta...
Superiori

"Le Odi" di Foscolo in breve

Molte volte soprattutto durante il periodo scolastico, ci troviamo a dover studiare i grandi poeti del passato e le loro opere. Spesso può risultare difficile capire il significato delle loro poesie per cui potremo cercare aiuto online, dove troveremo...
Superiori

Le Ultime Lettere di Jacopo Ortis in pillole

Ispirandosi ai romanzi sentimentali del Settecento, il poeta Ugo Foscolo ha dato vita al romanzo epistolare più famoso della letteratura italiana. Jacopo Ortis è un giovane patriota che, dopo Campoformio, decide di sfuggire alle persecuzioni del regime...
Superiori

Analisi del testo "In morte del fratello Giovanni"

Dai “Sonetti” di Ugo Foscolo, un componimento che prende spunto da una vicenda biografica, la morte del fratello, per affrontare alcuni temi molto ricorrenti nell’autore: i motivi dell’esilio, la tomba, gli affetti familiari. Il componimento inoltre...
Superiori

Letteratura del XVIII secolo

La letteratura del 1700 si caratterizza per un approccio moderno ai problemi della scrittura; almeno nella prima metà del secolo i poeti e i romanzieri cercano di liberare la produzione letteraria dal marchio di disciplina non fondata scientificamente...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Neoclassicismo

Il Neoclassicismo è un movimento letterario, artistico e culturale che si sviluppò in Europa tra la seconda metà del Settecento e il primo decennio dell'Ottocento. La nascita di questa corrente è da collegarsi alle importanti scoperte in ambito archeologico,...
Superiori

Letteratura: la poesia crepuscolare

La poesia crepuscolare è tipica del Novecento ed è una lirica dimessa, che parla della condizione dell'umanità in modo quasi triste e soprattutto chiuso nel silenzio. È come attraversare una crisi della tradizione e della morale nei versi umili e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.