Breve analisi di Pianto antico di Giosuè Carducci

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La letteratura fa parte dell'ampio bagaglio della cultura italiana. Più specificamente la poesia ha avuto uno sviluppo progressivo senza eguali. Oggi, attraverso lo studio, si sviluppa un quadro completo dell'elaborazione poetica nei secoli. Si analizzano e sciolgono i significati a volte complessi e nascosti dei costrutti di poeti di grande spessore. Pianto Antico, una tra le più belle e sofferte poesie di Giosuè Carducci, si compone di rime ed immagini. Attraverso questa costruzione l'autore narra i ricordi più belli del figlio e la terribile sensazione provocata dalla morte del piccolo. Ecco una breve analisi di Pianto Antico di Giosuè Carducci.

27

Occorrente

  • Poesia Pianto antico
37

Il tema

Pianto antico di Giosuè Carducci è un'ode anacreontica del 1871. Appartiene alla raccolta Rime nuove, dedicata al figlioletto Dante. Il piccolo morì in tenera età l'anno precedente, nel 1870. La metrica della poesia si compone di quattro quartine (con lo schema abbc). L'ultimo verso della prima quartina corrisponde sempre all'ultimo della seconda. L'aggettivo antico del titolo rivela il pianto di un padre inconsolabile per la scomparsa prematura del figlio. In analisi, la poesia narra un forte contrasto tra la gioia della vita e la tristezza della morte.

47

La figura retorica

Nella prima strofa, Giosuè Carducci descrive il bambino mentre raccoglie i frutti dall'albero del melograno. La pianta di melograno rifiorisce colori dell'estate dopo la morte del piccolo Dante. L'orto invece rimane muto e deserto (seconda e terza strofa). Nell'ultima strofa Giosuè Carducci, con un dolore lacerante, ricorda il figlio ormai sotto la terra fredda. Il sole ed i sentimenti d'amore non possono più svegliarlo. Nella poesia Pianto Antico si riscontrano 3 anafore e 2 metafore. Nelle metafore Dante, il figlio scomparso del Carducci, viene paragonato ad un fiore ed il padre ad un albero spezzato dal grande dolore. Inoltre si possono riscontrare altre figure retoriche tra cui il chiasmo (v.15/16) e l'enjambement.

Continua la lettura
57

La conclusione

Il dolore lacerante, in Pianto Antico di Giosuè Carducci, viene espresso con un pudore e con una compostezza molto intensi. Il Carducci adopera schemi della lirica settecentesca, discorsi nitidi ed ordinati per i ricordi più belli. In particolare, quello del figlio che corre verso il melograno e successivamente quello della morte. La scomparsa del figlio, per l'autore, non trova consolazione. Su quel maschietto aveva riposto tutte le sue speranze e tutti i suoi progetti. La morte di Dante per il Carducci si rivela un dolore insuperabile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Analizza correttamente sia la struttura della poesia che il contenuto. Le frasi e le similitudini contengono il messaggio dell'autore
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

La poetica di Giosuè Carducci

Giosuè Carducci nacque nel 1835 in Versilia. Durante gli studi condotti presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove si laureò in Filosofia e Filologia, dette vita alla "Società degli Amici pedanti", che criticava il Romanticismo e sperava nel...
Superiori

Come scrivere una poesia in rima alternata

Sia se si nasce poeti, sia se lo si vuole diventare, è fondamentale conoscere le regole principali che permettono di realizzare delle poesie. In questa guida, in particolare, ci occuperemo di come scrivere una poesia in rima alternata. Come sappiamo...
Superiori

Appunti di italiano: il crepuscolarismo

Il fascino della letteratura risulta essere molto probabilmente da far risalire alla propria capacità di raccogliere, in un unico enorme contenitore, tutte le tendenze, le esperienze personali ed i bagagli culturali che nel trascorrere dei secoli hanno...
Superiori

Letteratura: le opere di Giovanni Pascoli

Giovanni pascoli è stato uno dei poeti più rappresentativi delle letteratura italiana di tutti i tempi. Nacque a San Mauro di Romagna (che oggi si chiama San Mauro Pascoli proprio in onore del poeta) e, insieme a Gabriele D'annunzio, è considerato...
Superiori

Letteratura: la poesia crepuscolare

La poesia crepuscolare è tipica del Novecento ed è una lirica dimessa, che parla della condizione dell'umanità in modo quasi triste e soprattutto chiuso nel silenzio. È come attraversare una crisi della tradizione e della morale nei versi umili e...
Superiori

Analisi della poesia "X Agosto" di Pascoli

Proponiamo l'analisi di una delle poesie più conosciute del poeta Giovanni Pascoli: X Agosto. La poesia è formata da sei quartine di decasillabi, alternati a novenari. Anche le rime sono alternate, e seguono lo schema ABAB. La poesia ricorda il giorno...
Superiori

Come studiare la letteratura

Lo studio della Letteratura è uno degli argomenti più discussi dagli alunni di tutto il mondo. Esistono molte tecniche e approcci allo studio di questa materia ma ognuno di essi può adattarsi o meno al nostro stile e capacità di assimilazione dei...
Superiori

Come Individuare Una Sineresi

La lingua italiana è sicuramente una delle più affascinanti ed eleganti in assoluto. Il melodico suono che caratterizza tale idioma, fa in modo che esso sia apprezzato e studiato in tutto il mondo, dall'Europa alla Cina, dov'è particolarmente apprezzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.