Boccaccio: il Decamerone

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La guida che svilupperemo nei passi che seguiranno, andrà a occuparsi di una delle opere più importanti della letteratura italiana: il Decamerone di Giovanni Boccaccio. Il Decamerone, conosciuto anche come Decameron, è una raccolta di 100 novelle scritta nel 1349 da Giovanni Boccaccio. Scritta in stile volgare "ossia in lingua italiana ma non perfezionata dalla ricercatezza del linguaggio che venne introdotto nella nostra lingua con lo stilnovismo" il Decamerone rappresenta uno dei testi di letteratura più importanti dell'Europa.

25

I protagonisti

Nella scrittura di quest'opera, Boccaccio vuol immaginare un gruppo di dieci giovani, tre ragazzi e sette donne, che scappano dalla città di Firenze per evitare di esser contagiati dall'epidemia di peste. Ognuno di questi protagonisti non è esistito nella realtà, e svolge all'interno dell'opera il ruolo di narratore. I nomi dei giovani traggono spunto da personaggi letterari e mitologici. I tre ragazzi si chiamano Dioneo, Panfilo, Filostrato mentre le sette ragazze si chiamano Lauretta, Elissa, Fiammetta, Pampinea, Filomena, Neifele ed Emilia. Il poeta li immagina in una villa per due settimane, ove trascorrono il loro tempo in giochi, passeggiate e soprattutto raccontandosi novelle.

35

Le novelle

All'interno del Decamerone Giovanni Boccaccio ritaglia uno spazio particolare nel quale spiega e giustifica il proprio libro, individua il livello letterario e il pubblico al quale è indirizzato. La cornice e la struttura interna alle novelle, risponde perfettamente all'esigenza di simmetria e di ordine tipicamente medievale. Di conseguenza anche i contenuti delle novelle stesse affrontano tutti gli aspetti della vita umana quotidiana. Essi vengono infatti organizzati in modo da offrire una ricca e particolare sfumatura della società italiana del Trecento, precisandone ed indicandone ogni aspetto e sfumatura.

Continua la lettura
45

Come si svolge la narrazione

Ogni giorno uno dei ragazzi è nominato re o regina. Il re o la regina, nel Decamerone di Giovanni Boccaccio, ha il compito di nominare il suo successore, di stabilire il programma delle attività e soprattutto indicare il tema della giornata. I giorni di effettiva narrazione sono dieci, da cui prende spunto il titolo (Decamerone significa opera di 10 giorni), nei restanti quattro giorni si svolsero altre attività. La precisa simmetria del testo è sottolineata dalla presenza di rubriche e brevi note riassuntive che precedono ogni giornata. Grazie alle rubriche è infatti possibile contestualizzare al meglio le novelle ed attribuire le stesse ai ragazzi e alle ragazze protagonisti dell'opera.
Per approfondimenti, eccovi un link utile: https://it.wikipedia.org/wiki/Decameron.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Il Decameron di Boccaccio in breve

Il Decameron (dal greco dieci giornate) è una delle opere più influenti e famose del '300 italiano. L'autore del testo è Giovanni Boccaccio (1313-1375), una delle "tre corone" della letteratura italiana, insieme a Dante e Petrarca. L'opera è una raccolta...
Superiori

Confronto fra Dante, Petrarca e Boccaccio

L'Italia, oltre ad avere una grandissima e gloriosa storia, sin dall'epoca dell'impero romano, è conosciuta anche per i suoi famosissimi autori di letteratura. Infatti, abbiamo avuto a Firenze, il famosissimo Dante Alighieri, per la sua opera maestosa...
Superiori

Come riassumere il Decameron in pochi punti

Scritto tra il 1349 e il 1351, il Decameron (o Decamerone) è un componimento in lingua volgare italiana scritto da Giovanni Boccaccio, uno dei più importanti scrittori e poeti della storia della letteratura italiana, nonché uno dei tre famosi trecentisti...
Superiori

Storia: il Rinascimento in sintesi

Con il termine di Rinascimento si indica quel movimento storico, artistico e culturale, che va dalla seconda metà del ‘400 fino ai primi decenni del ‘500, e che coincide con la fine del Medioevo e l’avvento del mondo moderno. Tramite la riscoperta...
Superiori

Come studiare la letteratura

Lo studio della Letteratura è uno degli argomenti più discussi dagli alunni di tutto il mondo. Esistono molte tecniche e approcci allo studio di questa materia ma ognuno di essi può adattarsi o meno al nostro stile e capacità di assimilazione dei...
Superiori

Storia ed evoluzione della lingua italiana

La lingua italiana, come tutti già sapranno, deriva dal latino, che a sua volta fa parte del ceppo indoeuropeo e appartenente a popoli che approdarono nella nostra penisola circa duemila anni prima di Cristo. Dopo essere riuscito a soppiantare dialetti...
Superiori

Umanesimo e Rinascimento

Prima di poter parlare dell' Umanesimo e del Rinascimento, dobbiamo capire cosa successe prima. Il Medioevo fu dominato da una cultura di carattere religioso, infatti gli intellettuali erano uomini di Chiesa e sia la realtà che la storia venivano interpretate...
Superiori

Antologia: la novella e il racconto

La novella e il racconto costituiscono due generi letterari di origine molto antica, nonostante che le caratteristiche con le quali si conoscono attualmente si affermarono soltanto durante l'Ottocento. Nel presente articolo sull'antologia, cercherò di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.