Biologia: il ciclo di Krebs

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Il ciclo di Krebs, o ciclo dell'acido citrico, costituisce il punto cruciale del metabolismo aerobico, infatti è lo stadio finale del catabolismo dei carboidrati, degli acidi grassi e degli amminoacidi, oltre a rappresentare un importante sorgente di prodotti che intervengono in molteplici processi biosintetici, molto importanti in biologia. Il ciclo di Krebs è il secondo processo della respirazione cellulare, prima avviene la glicolisi e in seguito la catena di trasporto degli elettroni con la produzione maggiore di ATP, le molecole energetiche della cellula.

26

Occorrente

  • Conoscenze di biologia
  • conoscenze di chimica organica
  • conoscenza della respirazione cellulare e della glicolisi
36

Il piruvato, prodotto della glicolisi, si trasforma in acetil Coenzima A(acetil CoA) e reagisce con l'ossalacetato entrando così nel ciclo, formando l'acido citrico, un acido con tre gruppi carbossilici. La reazione è catalizzata dall'acido citrico sintetasi e la velocità con cui essa avviene regola il ciclo degli acidi tricarbossilici, ed è a sua volta controllata dalla concentrazione del Succinil CoA, che interviene in una fase successiva del processo, competendo con l'acetil CoA ed inibendo l'acido citrico sintetasi.

46

In questa reazione di deacilazione del succinil CoA e di formazione di GTP si verifica la fosforilazione a livello del substrato. L'acido succinico formatosi è successivamente ossidato ad acido fumarico, con l'intervento della succinico deidrogenasi, che ha come coenzima il FAD; l'acido fumarico per azione della fumarasi, è idratato ad acido L-malico, che la L-malico deidrogenasi NAD+ dipendente ossida ad acido ossalacetico che riprende il ciclo.

Continua la lettura
56

Quindi volendo schematizzare, le reazioni possono essere così riassunte: Acetil-CoA + 3 NAD+ + FAD+ GDP+ Pi + 2H20 ---> CoASH + 3NADH + 3H+ + FADH2+ GDP+ 2CO2. Le molecole di NADH E FADH sono importanti, perché nell'ultima fase della respirazione cellulare, la catena di trasporto degli elettroni, producono ATP e da ogni NADH si ottengono 3 ATP, mentre da ogni FADH2, una molecola di ATP, quindi dal ciclo di Krebs si producono 22 molecole di ATP.

66

L'acido citrico formato è convertito in acido isocitrico dall'enzima aconitasi, con l'intervento di una isocitrico deidrogenasi (NAD dipendente) l'acido isocitrico è trasformato in acido alfa-chetoglutarico attraverso la decarbossilazione di un intermedio, l'acido ossalsuccinico. Il complesso delll'alfa-chetoglutarico deidrogenasi, trasforma l'acido alfa-chetoglutarico attraverso in succinilCoA, un tioestere ad elevato contenuto energetico che, con una reazione con guanosina difosfato (GDP), in presenza di Pi (fosforo inorganico), subisce il distacco del gruppo CoA formando acido succinico e GTP, prodotto nel quale è trasferita l'energia liberata dalla scissione del legame tioestereo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di biochimica: il ciclo dell'acido citrico

Ecco una guida concernente appunti di Biochimica, sul ciclo dell'acido citrico. La funzione principale di questo ciclo, detto anche ciclo degli acidi tricarbossilici o di Krebs consiste nell'ossidare i gruppi di acetile che vi "ingranano", sotto forma...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sulla catena di trasporto degli elettroni

Il sistema di trasporto degli elettroni consiste in una serie di molecole trasportatrici (che insieme formano la cosiddetta catena respiratoria), inserite in una membrana. Queste utilizzano l'energia fornita dalle reazioni di glicolisi, ossidazione del...
Superiori

I consigli per imparare come funziona la respirazione cellulare

La chimica e la biologia sono alcune delle materie che si studiano nelle scuole superiori, e vengono approfondite soprattutto nei licei come lo scientifico, ad esempio, e sono materie fondamentali proprio per indirizzi del genere, perché possono essere...
Superiori

Appunti di scienze: la respirazione cellulare

Le cellule ottengono la loro energia dalle reazioni metaboliche di demolizione dei composti organici che portano alla formazione di prodotti termodinamicamente più stabili. Tra le reazioni coinvolte vi è la respirazione cellulare, che solitamente richiede...
Università e Master

Come Saggiare La Sopravvivenza Cellulare In Colture Cellulari

La biologia è senza dubbio una delle materie più belle e affascinanti che si possa studiare. Tramite il suo studio possiamo comprendere meglio come si sviluppa la vita dalle sue parti più elementari. Ovviamente la biologia ha una vasta gamma di argomenti...
Università e Master

Appunti di biochimica: il ciclo dell'urea

Il ciclo dell'urea (conosciuto anche con il nome "ciclo ornitina") consiste in una serie di reazioni biochimiche che si verificano in molti animali, esso ha lo scopo di ridurre la concentrazione di ammoniaca (NH3) presente nel sangue (o in altri liquidi...
Università e Master

Appunti di biochimica: la glicolisi

La glicolisi è un processo metabolico catabolico, mirato quindi alla produzione energia. Essa si concretizza tramite la divisione di una molecola di glucosio in due di acido piruvico, estremamente meno complesse di quella iniziale. Di conseguenza, si...
Università e Master

10 motivi per scegliere la facoltà di biologia

La scelta universitaria è molto importante: la facoltà universitaria, infatti, guiderà la futura carriera professionale di ogni studente, ed è fondamentale scegliere la facoltà più adatta alle proprie inclinazioni ed ai propri interessi per riuscire,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.