Appunti sulla Shoah

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La Shoah è stato uno degli avvenimenti cardine che caratterizzarono il ventesimo secolo. Molti studiosi e storici di vario genere hanno trascorso la propria vita a studiare l'Olocausto e nessuno è mai riuscito a proporre in una singola opera il quadro completo degli eventi. Se però desiderate sapere di più in merito e volete avere degli appunti, non vi resta che continuare a leggere la guida che segue, passo dopo passo.

25

La Shoah, ovvero l'Olocausto fu l'assassinio di circa sei milioni di ebrei per mano dei nazisti. Lo sterminio vero e proprio fu commesso nel corso della Seconda Guerra. Il periodo in cui l'operato Nazista fu più sistematico ed efficace durò solo 250 giorni, a partire dal Novembre del 1942. In circa 10 mesi morirono due milioni e mezzo di Ebrei. I Nazisti non si accontentarono di sterminare le comunità ebraiche: fu scatenata in tutta Europa una caccia all'uomo con l'intento di deportare ogni individuo di confessione ebraica, senza distinzione per sesso ed età. La politica Nazista anti-ebraica cominciò poco tempo dopo l'ascesa al potere di Hitler, nel 1930. In quegli anni lo 0.8% della popolazione in Germania era di confessione ebraica.

35

La schiacciante minoranza ed il fatto che gli Ebrei costituissero l'elité culturale tedesca fornirono il pretesto per attribuire la colpa della crisi economica degli anni Venti in Germania alla "casta ebrea". Nel 1933 aprì il campo di concentramento di Dachau. Nel 1935 furono approvate le Leggi di Norimberga. Tra le varie norme furono tolte agli Ebrei quasi tutte le liberà, venne tolta loro la cittadinanza e furono proibiti i matrimoni misti. Nel 1938 ci fu un'escalation di violenza ricordata come la Reichskristallnacht, la Notte dei Cristalli. In Germania, Austria e Cecoslovacchia, nella notte fra il 9 e il 10 novembre, circa 7500 negozi ebraici vennero distrutti, quasi tutte le sinagoghe (più di 200) furono bruciate e rase al suolo. Nello stesso periodo furono costituiti i Ghetti, ossia dei quartieri delimitati da mura, filo spinato e torri di osservazione in cui la popolazione ebraica venne segregata.

Continua la lettura
45

Quello che accadde dopo nel corso della Seconda Guerra Mondiale è noto, tuttavia non ci si sofferma quasi mai a riflette sulle implicazioni sociali e psicologiche degli avvenimenti riguardanti l'Olocausto. I milioni di deportati, le loro condizioni di vita e il modo barbaro in cui vennero declassati ad animali sono solo un lato della medaglia. La Shoah non fu solo antisemita, fu antiumana: i sopravvissuti al massacro si trovarono a combattere contro una diffusa omertà; le persone a cui era stata strappata la stessa umanità non furono aiutate da nessuno; i governi non promossero nessun risanamento per gli ex Nazisti e Fascisti. È vero che molte opere artistiche furono ispirate dalla Shoah, tuttavia si iniziò a parlare di Olocausto solo vent'anni dopo gli eventi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Prendere appunti: consigli per farlo al meglio

Prendere appunti è necessario in moltissime situazioni della vita quotidiana. Molti iniziano a prendere appunti fra i banchi di scuola, ma sicuramente non si finisce di prenderli lì. Anche nella vita lavorativa si può avere infatti l'esigenza di prendere...
Superiori

Prendere appunti: i peggiori errori

A scuola spesso, nella maggior parte delle materie, si prendono appunti in varie maniere: più o meno alla rinfusa, preparando una scaletta, in modo ordinato oppure con un metodo preciso. Spesso questo dipende dalla persona stessa, la quale ascolta la...
Superiori

Come organizzare un quaderno di appunti

Generalmente tutto comincia con gli appunti. Il capo che ci spiega il lavoro da fare; l'analista che tiene una conferenza sul nostro settore di mercato; i nostri collaboratori più stretti; riuniti intorno ad un tavolo per una riunione. Nonostante oggi...
Superiori

Come prendere buoni appunti a lezione

Un buon metodo di studio è essenziale per un andamento scolastico ottimale. A supportare lo studio, però, è necessario avere altrettanto buoni strumenti che facilitino il lavoro a casa. Oltre al libro di testo, che non tutti i professori seguono alla...
Superiori

5 consigli per riordinare gli appunti

Affrontare al meglio le scuole superiori, sia che si tratti di un liceo o di un istituto professionale, significa non solo imparare, e mettere in pratica, un metodo di studio adeguato, ma anche saper sviluppare delle doti organizzative e gestionali che...
Superiori

5 consigli per schematizzare gli appunti

Schematizzare gli appunti è un’operazione estremamente importante ed efficace. Una volta acquisita la giusta metodologia, si può risparmiare tempo nell'acquisizione dei concetti. Scrivere correttamente gli appunti, infatti, permette di migliorare...
Superiori

Come prendere appunti durante una spiegazione.

Molto spesso per gli studenti, seguire le ore di lezione scolastiche è molto importante per risparmiarsi del tempo prezioso a casa. Infatti, con un buon apprendimento, i compiti pomeridiani saranno molto più fluidi, considerando che metà del lavoro...
Superiori

Appunti di diritto: il mandato

In questa guida, molto utile, che abbiamo deciso di proporvi, vogliamo cercare di capire qualcosa di più sul diritto, vogliamo appunto darvi deglu appunti di diritto, precisamente, su il mandato. Quando la prestazione, oggetto dell'obbligazione contrattuale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.