Appunti sulla democrazia

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

APPUNTI SULLA DEMOCRAZIA
Per Costituzione si intende l'insieme di norme, di solito contenute in un unico documento scritto detto Carta Costituzionale, che indica i soggetti e i poteri di governo della collettività (sovranità) e li ordina in modo che perseguano e realizzino gli interessi del popolo governato. La costituzione è una conquista giuridica dell'epoca moderna che ha portato al superamento della forma dello stato assoluto, affermando la democrazia.

24

Nello stato Assoluto ogni potere ha origine ed è concentrato nel monarca, che non trova limiti al suo esercizio se non quelli che egli stesso pone. Il rapporto tra i governanti e i governati è di sottomissione: il potere di governo non proviene dalla collettività e quindi non è vincolato a realizzarne gli interessi. In seguito alle trasformazioni politiche avvenute in Gran Bretagna con la Gloriosa Rivoluzione del 1688-1689, nell'America del Nord con la rivoluzione del 1774, in Francia con la rivoluzione del 1789, si afferma lo STATO DEMOCRATICO e di diritto, dove la fonte del potere è il popolo, che lo esercita per mezzo di rappresentanti che sceglie liberamente (democrazia indiretta). Il potere è finalizzato agli interessi dei governati: è inteso come una funzione volta a realizzare gli scopi della collettività.

34

Per evitare prevaricazioni ed abusi da parte di chi lo esercita, è concepito come un insieme di diverse funzioni separate e coordinate. Si tratta del PRINCIPIO DI SEPARAZIONE DEI POTERI. Se i poteri sono separati tra loro, è più probabile che non vengano usati in maniera arbitraria. Nello stato assoluto il potere di porre le norme, di applicarle, di decidere se fossero state ben applicate era unico ed indistinto e spettava al monarca. Nello stato di diritto le funzioni sono ben separate e attribuite a diversi centri di potere affinché siano esercitate in maniera equilibrata: vi è chi fa le norme, chi amministra, chi verifica se le norme stesse sono state ben applicate.

Continua la lettura
44

Il popolo, attraverso i rappresentanti che elegge, stabilisce quali sono i suoi interessi, coloro che ne sono incaricati di perseguirli e i poteri con i quali devono agire. Poiché la volontà del popolo per mezzo dei suoi rappresentati si esprime in assemblee parlamentari che emanano atti chiamati LEGGI, il PRINCIPIO DI LEGALITA' vuole che ogni potere sulla comunità deve essere previsto dalla legge quale espressione della volontà popolare. I governanti posso fare solo quello che la legge dice loro di fare. Per questo si parla dello stato democratico anche come STATO DI DIRITTO: i governati non sono più sudditi, ma cittadini, cioè persone che decidono chi li comanda, come e perché devono essere comandati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Montesquieu: pensiero sociologico

Nato in Francia nel 1689 da rilevante famiglia di giuristi, Charles Louis barone de Montesquieu seguì le orme familiari. Fu inoltre filosofo, storico e sociologo. Tanto da considerarsi come il pioniere della attuale democrazia. Nonché della separazione...
Università e Master

Tocqueville: pensiero sociologico

La figura del filosofo e politico francese Alexis de Tocqueville sembra essere tornata di moda da qualche settimana. Il motivo di tanta attenzione nei suoi riguardi è dovuto principalmente alla scelta del Partito Comunista Cinese di imporne la lettura...
Superiori

La storia della monarchia assoluta

Per "monarchia assoluta" si intende un governo retto da un solo individuo con poteri illimitati sul popolo. Questo tipo di monarchia di solito avviene per carica diretta, cioè per discendenza. Difatti si tratta di eredi della famiglia reale che succedono...
Università e Master

L'Italia nel dopoguerra

L'italia nel dopoguerra aveva le ossa rotte, molte città erano state danneggiate e per colpa dei bombardamenti e quasi tutto era stato distrutto, non funzionavano infatti ne le reti stradali ne quelle ferroviarie. Stesso discorso era per l'agricoltura...
Superiori

Breve storia della rivoluzione russa

La storia è una delle materie maggiormente importanti da studiare in quanto ci permette di avere una conoscenza del passato, facendo in modo di capire come siamo arrivati fino ai giorni nostri, però anche per conoscere quali sono stati gli errori fatti...
Superiori

L'importanza del voto come diritto e dovere civico

In un'epoca come la nostra, dove gli orientamenti politici sembrano non collocarsi più all'interno dei principi e dei valori tradizionali, l'unica certezza in termini politico-istituzionali sembra essere la Carta Costituzionale. Uno degli articoli che...
Università e Master

Il principio di uguaglianza costituzionale

Con il passare del tempo stiamo assistendo ad una progressiva crisi di valori che investe la società civile. Il valore della libertà molto spesso viene calpestato in favore di azioni puramente individualistiche. Per questo motivo la nostra società...
Superiori

Storia della Seconda Repubblica in Italia

Storia della Seconda Repubblica in Italia. Con il termine Seconda Repubblica si indica il nuovo assetto politico che si costituì in Italia a partire dal 1992-94; in questo lasso di tempo vi furono importanti novità e cambiamenti nella politica italiana....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.