Appunti sul Romanticismo inglese

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Romanticismo è un movimento artistico-culturale, nato in Germania alla fine del XVIII secolo. Si diffonde, poi, in tutta Europa, assumendo sfumature e contorni ben precisi.
In questo tutorial, saranno spiegati in maniera dettagliata i caratteri principali del Romanticismo inglese, iniziato ufficialmente nel 1798, con la pubblicazione delle Lyrical Ballads di Coleridge e Wordsworth. Ecco degli appunti sul Romanticismo inglese.

25

Le origini del Romanticismo inglese

Il termine Romanticismo appare verso la metà del ‘600, per indicare spregiativamente l'elemento fantastico dei romanzi cavallereschi. A questo primo significato si affianca, alla fine del ‘700, anche quello di “pittoresco”, inteso come elemento capace di generare sentimenti.
Teorizzato dalla Scuola di Jena (di cui facevano parte i fratelli Schlegel, Novalis, Fichte, Schelling e Schleiermacher), il Romanticismo esprime il profondo desiderio di opporre sensazioni ed emozioni al freddo razionalismo illuminista.
Nel Romanticismo inglese, si è soliti distinguere due grandi generazioni di letterati: la prima, che fa capo a Wordsworth e Coleridge; la seconda, che comprende Byron, Keats e Shelley.

35

Le Lyrical Ballads


Le Lyrical Ballads di W. Wordsworth e S. T. Coleridge sono considerate il manifesto del Romanticismo inglese. Il tema principale dell’opera consiste nel desiderio di un ritorno allo stato puro di natura, in cui l'uomo possa vivere una vita semplice, in contrasto con una civiltà ormai corrotta e depravata. Ne è un esempio "Tintern Abbey", in cui l’elemento naturale assume non solo funzione estetica, ma diventa motivo di conoscenza. E’ grazie all'attenta osservazione dei fenomeni naturali che l’uomo riesce a comprendere i misteri del cosmo e di Dio.
Degna di nota è The Rime of the Ancient Mariner, divisa in sette parti.

Continua la lettura
45

La seconda generazione romantica

LA SECONDA GENERAZIONE ROMANTICA:
I tre principali esponenti del primo decennio dell’800, Byron, Keats e Shelley, sono accomunati da individualismo, forti ideali, alienazione dalla società e desiderio di ordine politico e sociale.
Lord G. G. Byron, colpisce con il suo Childe Harold's Pilgrimage, diario autobiografico in versi. Nel poema, si delinea il ritratto del “Byronic hero”, personaggio tetro, oscuro e malinconico, ai margini della società.

55

I principali atteggiamenti del romanticismo inglese

Si ricorda infine che i principali atteggiamenti caratteristici del romanticismo sono stati i seguenti: un apprezzamento profondo per le bellezze della natura; un'esaltazione generale di emozione sulla ragione e sui sensi che vanno oltre l'intelletto; un esame accresciuto della personalità umana e dei suoi stati d'animo e le potenzialità mentali. Un focus sulle passioni e le lotte interne dell'uomo; una nuova visione dell'artista come creatore estremamente individuale, il cui spirito creativo è più importante rispetto alle regole formali e alle procedure tradizionali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

William Wordsworth: vita e opere

William Wordsworth è un poeta conosciuto come il fondatore del Romanticismo e del Naturalismo inglese. Le sue Lyrical Ballads infatti sono diventate il manifesto del movimento letterario nell'Inghilterra dell'epoca. La novità assoluta della sua poesia...
Università e Master

Appunti di letteratura inglese: John Keats

John Keats (Londra, 1795 - Roma, 1821) è attualmente considerato uno dei massimi esponenti del Romanticismo, non solo inglese ma mondiale, nonostante in vita non fosse mai stato particolarmente apprezzato dai contemporanei. È famoso soprattutto per...
Superiori

Letteratura italiana: il romanticismo

Il Romanticismo nasce in Germania nel 1800. Può essere considerato come un periodo storico e una corrente di pensiero, ma principalmente rappresenta uno stile letterario. Tuttavia si contrappone al secolo precedente, il 1700, dal momento che alla fredda...
Superiori

Riassunto del Romanticismo

Il Romanticismo è stato un movimento artistico, musicale, culturale e letterario che si sviluppò in Germania verso la fine del diciottesimo secolo. Il termine "Romanticismo" deriva dall'inglese "romantic", che nella metà del XVII secolo indicava quei...
Superiori

Letteratura: l'eroe romantico

Durante la seconda metà del diciottesimo secolo, avviene in campo letterario e pittorico una vera e propria rivoluzione e cioè avviene un evolversi e una trasformazione dei valori precedenti ad una visione della vita incentrata sull'individuo. La rivoluzione...
Superiori

Guida alla pittura dell'Ottocento

La storia dell'arte ha attraversato diverse fasi stilistiche nel corso dei secoli, che per lo più sono in risposta ai cambiamenti sociali e politici, e che si ripercuotono anche nelle altre arti, in primis la letteratura. L'Ottocento è stato un secolo...
Superiori

Letteratura del XIX secolo

Letteratura del XIX secolo italiana ed europea ha una tradizione ampia e varia, che rispecchia gli enormi cambiamenti politici e sociali avvenuti in questo secolo. Si passa dal Neoclassicismo alla modernità del Decadentismo, attraverso una miriade di...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: la scapigliatura

La Scapigliatura è un fenomeno letterario e culturale sviluppatosi nell'Italia settentrionale nel 1860 e decaduto poi nel 1875. Ebbe il suo epicentro a Milano, da dove poi andò diffondendosi in tutta la penisola italiana, anche se restò essenzialmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.