Appunti su Masuccio Salernitano

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tommaso Guardati noto come Masuccio Salernitano o da Salerno, questo è il suo nome d'arte. Fu un famoso scrittore e novellista italiano del quindicesimo XV secolo. In questa breve storia andiamo a mettere i puntini sulle i ed andiamo a scovare degli appunti di alcuni casi: ovvero sulla vita e sull'opera più famosa di Tommaso cioè il Novellino. Ricordiamo che fu un autore molto importante, ma forse poco conosciuto.

25

Il luogo di nascita è ancora ignoto

Il luogo di nascita è ancora ignoto ovvero non si conosce ma si suppone a Salerno dato il suo cognome d'arte oppure nato a Sorrento intorno al 400. Crebbe sicuramente a salerno come possiamo vedere dal suo cognome d'arte cioè "da salerno" con la sua famiglia. Intraprese studi ecclesiastici per diventare prete, ma,, li abbandonò per assumere il ruolo di funzionario pubblico a Napoli. Infatti visse presso la corte di Alfonso D'Aragona a Napoli, dove conobbe e apprezzò la cultura umanistica e tante altre culture che in quel tempo erano in diffusione a Napoli.

35

Nel 1450 compose la sua unica opera diventata famosa

Proprio a Napoli, precisamente nel 1450 compose la sua unica opera diventata famosa ovvero nota come: il Novellino. A quest'opera dedicò gran parte se non tutta la sua vita, che, tuttavia, rimase incompiuta perché lui morì nel 475 circa ovvero 25 anni circa dopo aver iniziato la sua opera. Le sue spoglie oggi dovrebbero essere rappresentate e prese cura in una tomba senza iscrizioni nella Chiesa di Santa Maria de Alimundo a Salerno.

Continua la lettura
45

Il Novellino unica opera molto famosa

Il Novellino, ovvero l'unica opera molto famosa di Tommaso è una raccolta di una cinquantina di racconti di carattere grottesco e satirico. Come detto non è mai stata portata la termine ed è stata pubblicata postuma nel 1476. Per lo spirito grottesco e particolarmente sarcastico vero le donne e il clero venne subito censurato al pubblico. Risale al 1557 la sua iscrizione nell'indice dei libri proibiti e da distruggere che era stato emanato dalla Santa Congregazione dell'Inquisizione romana. Questo tuttavia, non impedì il diffondersi dell'opera nonostante fu censurata. Così si diffuse clandestinamente nel nord dell'italia e in particolar modo a Venezia.

55

L'opera è una raccolta di cinquanta racconti

L’opera è un insieme, una raccolta di cinquanta racconti suddivisi in vari gruppi precisamente dieci. I primi dieci sono ispirati ai vizi del clero; nella seconda decina vengono raccontate le disavventure che vengono promosse contro i mariti gelosi. Le novelle successive riguardano i vizi delle donne e il ciclo sugli amori infelici. Ultima decina è dedicata alle virtù nobiliari. La novella XXXIII, quella di Mariotto e Ganozza è ritenuta da molti critici fonte d’ispirazione indiretta di William Shakespeare per la sua opera Rome e Giulietta. Tommaso arriva alla fine dicendo che ogni novella è dedicata ad un personaggio importante nella corte napoletana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Le quattro giornate di Napoli

La storia è una materia molto importante da studiare, perché ci permettere di conoscere tutti gli errori che sono stati commessi nel passato in modo da evitare di ricommetterli. Se siamo degli appassionati di questa disciplina, potremo provare ad approfondirla...
Superiori

Guida alle opere di Masaccio

Tommaso di ser Giovanni di Monte Cassai, soprannominato Masaccio è un grande artista del Quattrocento che rinnovò la pittura rifiutando gli eccessi decorativi e l'artificiosità dello stile dominante all'epoca, cioè il gotico internazionale, inserendosi...
Superiori

Appunti di letteratura: la lettura del Decameron

Il Decameron è un'opera di Giovanni Boccaccio, scritta in volgare tra il 1349 e il 1351. In poche parole già si evince dal titolo di cosa si parlerà nell'opera, cioè si tratta di dieci giornate. Infatti Boccaccio per raccontare questa storia inventa...
Superiori

La filosofia medievale in breve

La filosofia medievale abbraccia un periodo molto esteso. In questa guida, vi indicheremo in breve le linee delle due principali filosofie medievali: la Patristica e la Scolastica. Vi illustreremo anche gli aspetti dei vari pensieri filosofici del periodo,...
Superiori

Storia: la "Questione meridionale"

La storia dell'Italia è piena di eventi tragici ed importanti che hanno segnato dei momenti fondamentali nella storia del nostro paese, e hanno contribuito a creare l'identita' dell'Italia attuale.Tra gli eventi che più importanti possiamo ricordare...
Superiori

L'Unità d'Italia in breve

L'Unità d'Italia non fu facile e, gli avvenimenti storici che portarono a questa unione, si protrassero per gran parte del 1800. Caduto Napoleone, si riunì il Congresso di Vienna (1814-1815) per dare all'Europa un nuovo assetto. Esso si propose di...
Superiori

Storia: la Sicilia Borbonica

Il diciottesimo secolo fu un periodo molto importante e determinante per la storia della Sicilia. Si segnalano già a partire dal 1730 le prime schermaglie che portarono poi quattro anni dopo alla conquista dell'isola da parte dei Borboni, quando Carlo...
Superiori

Giovanni Boccaccio: vita e opere

Giovanni Boccaccio è certamente uno dei maggiori esponenti della letteratura italiana del 14° secolo. Per molti aspetti figura innovativa rispetto alla cultura medievale, viene in effetti annoverato fra i fondatori dell’umanesimo rinascimentale. Le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.