Appunti: storia della lingua italiana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I secoli dell'Alto Medioevo sono caratterizzati dalla nascita delle lingue neolatine. La lingua italiana fa parte del gruppo delle lingue romanze e della famiglia delle lingue indo-europee. È la discendente diretta del latino parlato dai Romani ed è l'unica tra le più importanti lingue romanze a mantenere delle caratteristiche simili alla lingua latina. Riassumiamo brevemente la storia della lingua italiana attraverso degli appunti.

26

Il dialetto toscano

I più antichi documenti italiani popolari, prodotti nel X secolo, sono in lingua dialettale e durante i successivi tre secoli gli scrittori italiani hanno scritto nei loro dialetti nativi. Durante il XIV secolo ha cominciato a prevalere il dialetto toscano, che si è contraddistinto sugli altri, soprattutto grazie alla posizione nel centro Italia della Toscana e del commercio aggressivo della sua città più importante, ovvero Firenze. Inoltre il dialetto toscano si discosta almeno in morfologia e fonologia dal latino classico armonizzandosi quindi meglio con le tradizioni italiane e proprio la cultura fiorentina ha prodotto i tre artisti letterari che meglio riassumono il pensiero italiano: Dante, Petrarca e Boccaccio.

36

Il pensiero letterario di Dante, Petrarca e Boccaccio

Sul finire del Duecento nacque il dolce stil novo di cui il massimo esponente fu Dante Alighieri: egli scrisse la Divina Commedia, una delle più grandi opere della letteratura mondiale che gli permise di portare avanti le sue tesi sulla lingua e la letteratura già viste nei precedenti trattati incompiuti, il De vulgari eloquentia e il Convivio. Francesco Petrarca fu, invece, un grande ammiratore ed appassionato dell'antica civiltà romana e fu uno dei primi grandi umanisti del Rinascimento; scrisse in latino numerosissime lettere spedite agli intellettuali e agli uomini di Chiesa; il suo lavoro filologico fu bene accetto così come lo furono le sue traduzioni dal latino e anche le sue stesse opere latine. Boccaccio, che chiude il meraviglioso trittico, scrisse il Decameron composto da un centinaio di storie raccontate da personaggi facenti parte di storie collegate fra loro.

Continua la lettura
46

La questione della lingua

La famosa questione della lingua è un tentativo di codificare la lingua italiana ed i grammatici durante il XV e XVI secolo hanno cercato di conferire alla pronuncia, alla sintassi e al vocabolario del XIV secolo toscano lo stato di un discorso italiano centrale e classico. Il punto chiave fu l'unificazione d'Italia nel 1861 che ebbe un forte impatto non solo sulla scena politica ma anche su quella sociale, economica e culturale.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Lingue: appunti di lingua araba

La lingua araba è una delle lingue più parlate nel mondo, addirittura più del tedesco e del francese. Oggi, conoscere la lingua araba e saperla parlare, significa avere varie opportunità di lavoro, non solo nei Paesi islamici ma, addirittura, in tutto...
Università e Master

Appunti di linguistica italiana

Chiunque si avvicini a una disciplina universitaria umanistica si troverà prima o poi di fronte all'esame di linguistica italiana. Si tratta della scienza che studia il linguaggio umano, indispensabile per la corretta comunicazione, in tutte le sue forme....
Università e Master

Appunti di Storia del Cinema: Hollywood

Il distretto di Hollywood, sito nella parte nord occidentale della città di Los Angeles in California, è noto in tutto il mondo in quanto patria dell'industria cinematografica statunitense. Con i passaggi che seguono ci occuperemo di fornirvi alcuni...
Università e Master

Appunti di storia dell'architettura contemporanea

La storia dell'architettura contemporanea è una materia fondamentale in diversi corsi di laurea che si occupano della progettazione e della costruzione di edifici. Infatti è importantissimo conoscere la storia e l'evoluzione degli edifici più importanti...
Università e Master

Appunti di storia del restauro

Per gli amanti dell'arte del restauro e curiosi della storia: Appunti di storia del restauro. La stessa parola: "Restaurare, conservare" si spera oggi di poter correggere degli errori commessi nel passato. Questo pensiero di restaurare la troviamo in...
Università e Master

Appunti di storia e tecnica della fotografia

La fotografia è arte. Il suo compito principale è quello di immortalare la realtà in un determinato momento. Tuttavia, come ogni forma di arte, anche la fotografia, si spinge oltre a questo semplice cristallizzare la realtà generando delle emozioni,...
Università e Master

Appunti di storia cinese

La civiltà cinese ha origini antichissime, e la sua storia si alterna tra periodi di grande splendore a periodi di decadenza; i primi insediamenti cinesi risalgono al secondo/terzo millennio a. C, ma sarà solo grazie alla dinastia Qin nel 221 a. C che...
Università e Master

Storia del Diritto, alcuni appunti

La Storia del Diritto italiano è molto articolata e parte dal Medio Evo. Per poter comprendere al meglio il complesso mondo del Diritto, è necessario conoscere anche la parte storica della nostra Nazione e le tante precedenti esperienze che hanno il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.