Appunti di storia: l'unificazione tedesca

Tramite: O2O 03/06/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con "unificazione tedesca" si vuol intendere un insieme di processi avvenuti nel corso del XIX secolo, che portarono alla formazione di un Impero tedesco. Già nel 1848, anno definito "Primavera dei popoli" a causa dell'ondata di moti rivoluzionari borghesi che caratterizzarono i paesi europei, c'erano stati dei tentativi rivoluzionari che prospettavano un'unificazione della Germania. Il 18 maggio 1848 si riunì a Francoforte il Parlamento federale degli Stati tedeschi e dell'Austria, eletto a suffragio universale, per dare una costituzione alla Confederazione germanica e creare uno stato tedesco unitario. Erano sempre più numerosi i segnali che mettevano in luce il bisogno di un'unificazione, non solo sul piano politico ma anche economico. Ecco degli utili appunti di storia che descrivono i passaggi che portarono a una vera e propria unificazione della Germania.

25

Obiettivo di unificazione

A partire dagli anni '50 gli stati tedeschi sono interessati dal fenomeno industriale ma la frammentazione è un ostacolo per lo sviluppo economico. Per ovviare a questo limite, gli stati della confederazione si accordarono per realizzare un'unione doganale (Zollverein), che permise di ridurre la competizione interna. Negli anni '60, il re di Prussia chiamò Bismarck come suo cancelliere, il quale iniziò a prefiggere e programmare un obiettivo: la Prussia doveva inglobare gli stati tedeschi, e per fare ciò aveva bisogno di rafforzare l'esercito, fornirlo di armi moderne. Bismarck forte dell'appoggio politico del sovrano e di altri esponenti politici, gli Junker prussiani, andò avanti. L'unificazione tedesca fu realizzata attraverso una serie di guerre.

35

Guerre

Nel 1864 si svolse la guerra contro la Danimarca. Si assiste a un'alleanza austro-prussiana contro la Danimarca. Con la guerra dei trent'anni (1618-1648) la Danimarca aveva conquistato due ducati (Schleswig e Holstein), i quali, seppur appartenenti ad essa, erano abitati da tedeschi. La Prussia usa ciò come pretesto e dichiara guerra rivendicandone il possesso. Austria e Prussia escono vincitori dal conflitto spartendosi i territori conquistati. Nel 1866 si assiste alla guerra Austro -Prussiana. In occasione di questa guerra Bismarck chiamò l'Italia ad allearsi.

Continua la lettura
45

Nascita dell'impero tedesco

Nel 1870 si svolse la guerra Franco -Prussiana. Il casus belli fu il seguente: si era reso vacante il regno di Spagna, quindi Bismarck aveva proposto un membro della casa reale prussiana. La situazione si fece sempre più tesa fino a quando non si arrivò a un vero e proprio conflitto. Il re francese sottovalutò la forza prussiana, che forte di un esercito di 500 000 uomini sconfisse l'esercito francese a Sedan il 2 Settembre 1870. A gennaio del 1871, i Prussiani occuparono Versailles, e nel salone degli specchi, i principi tedeschi acclamarono Guglielmo I imperatore di Germania. Era nato l'impero tedesco (il 2° Reich), lo stato più potente d'Europa, sottoforma di confederazione parlamentare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Maturità

Come Affrontare Il Quinto Anno Di Liceo

La frequenza del quinto anno di liceo è una tappa importante del curriculum scolastico degli studenti. È la conclusione di un ciclo di studi e l'inizio di una vita diversa. Si è stanchi ed inoltre si ha un po' di ansia in quanto si deve affrontare...
Maturità

Come superare l'imbarazzo da interrogazione

Nel mondo della scuola le prove orali sono quasi all'ordine del giorno. Non tutti gli alunni sono in grado di sentirsi a loro agio, spesso per timidezza, nonostante la preparazione. Superare l'imbarazzo da interrogazione è possibile con qualche esercizio...
Maturità

Mappe concettuali per la maturità: idee

Gli esami della maturità sono vicini e ci si appresta a preparare tutto il materiale per l'ultimo step dell'esame: la prova orale. Per arrivare pronti alla prova orale bisogna avere bene in mente tutti i concetti e gli argomenti studiati durante l'anno...
Maturità

Esame di Stato: consigli per superarlo senza ansie

Esame di Stato è forse uno dei momenti più emozionanti della giovinezza. Conseguire al superamento dell'esame di stato è l'obbiettivo più ambito da ogni studente e superarlo correttamente vuol dire diventare finalmente dei diplomati. Molti ragazzi...
Maturità

Ripasso per l'esame orale di maturità: 10 consigli

Affrontare l'esame di maturità non è affatto semplice. L'esame di maturità prevede una fase scritta, le cui tematiche possono variare da istituto ad istituto, ed una fase orale, che prevede l'interrogazione su tutte le materie del corso di studi e...
Maturità

La prima guerra mondiale: i 14 punti di Wilson

Con l'entrata nella I Guerra Mondiale degli Usa al fianco della Triplice Intesa, nel 1917, l'andamento generale prese immediatamente una piega più chiara, profilandosi l'impotenza dell'Alleanza (ormai non più Triplice, ma Duplice col passaggio dell'Italia...
Maturità

Le 10 tesine più scelte dagli studenti

Il culmine di un percorso scolastico è la maturità, e con essa viene il nodo della tesina. Nulla di realmente insormontabile, ma per una buona idea serve una conoscenza altrettanto buona delle materie studiate. Durante l'anno forse qualche concetto...
Maturità

Tesina Maturità. '1948'

Il 1948 può considerarsi un anno di svolta per le sorti mondiali, una svolta degli equilibri internazionali, quindi, è più che evidente che è un tema molto proficuo e pieno di collegamenti, adatto ad una tesina per la maturità, senza dover faticare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.