Appunti di storia: l'epoca vittoriana

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'epoca vittoriana si riferisce al periodo in cui regnò la regina Vittoria; fu un lungo periodo di pace, di sensibilità raffinata e di nazionale auto-fiducia per la Gran Bretagna. Alcuni studiosi datano l'inizio dell'epoca vittoriana in termini di preoccupazioni politiche al passaggio del "Reform Act" nel 1832. I campi di storia sociale e della letteratura si riferiscono soprattutto agli atteggiamenti e alla cultura dei successivi due terzi del 19° secolo. Lo studio del Victorianism è diretto e specifico alla morale vittoriana, che riguarda altamente il linguaggio moralistico e il comportamento puritano. Nei passi della guida a seguire troverete alcuni appunti di storia riguardanti l'epoca vittoriana.

24

Due figure particolarmente importanti in questo periodo della storia britannica, furono i primi ministri Gladstone e Disraeli, le cui opinioni contrastanti cambiarono il corso della storia. Disraeli, favorito dalla regina, era un Tory gregario; il suo rivale Gladstone era un liberale diffidato dalla Regina, servito in più termini e supervisionato in gran parte dal processo legislativo globale dell'epoca. La popolazione dell'Inghilterra, del Galles e della Scozia, in quel periodo era raddoppiata notevolmente, mentre la popolazione dell'Irlanda era diminuita rapidamente a causa della "Grande Carestia" (circa 15 milioni di emigranti lasciarono il Regno Unito nell'epoca vittoriana e si stabilirono in gran parte negli Stati Uniti, nel Canada, nella Nuova Zelanda e nell'Australia).

34

L'epoca vittoriana fu preceduta dal periodo georgiano e seguita dal periodo edoardiano. La seconda metà dell'età vittoriana, coincise grosso modo con la prima parte del periodo della "Belle Époque" nell'Europa continentale e del "Gilded Age" negli Stati Uniti. Culturalmente ci fu un passaggio dal razionalismo del periodo georgiano, al romanticismo e al misticismo della religione, dei valori sociali e delle arti. Nelle relazioni internazionali, ci fu un lungo periodo di pace, noto come "Pax Britannica" e di consolidamento economico, coloniale e industriale temporaneamente interrotto dalla guerra di Crimea nel 1854). Sul piano nazionale, l'ordine del giorno era sempre più liberale e comportò una graduale riforma politica "la riforma industriale" e l'ampliamento del "franchise di voto".

Continua la lettura
44

Durante la prima parte del periodo vittoriano, la Camera dei Comuni era guidata da due partiti: i Whigs e Tories. Dalla fine del 1850 in poi, i Whig divennero liberali; questi partiti furono condotti da molti statisti, tra cui: Lord Melbourne, Sir Robert Peel, Lord Derby, Lord Palmerston, William Ewart Gladstone, Benjamin Disraeli e Lord Salisbury. I problemi irrisolti relativi alla Irish Home Rule, giocarono una grande parte nella politica in seguito all'epoca vittoriana, soprattutto in vista della determinazione di Gladstone nel raggiungere una soluzione politica. L'Irlanda del Sud ottenne l'indipendenza nel 1922.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di storia medievale

Medioevo significa, alla lettera, "età di mezzo". Il termine viene utilizzato, con valore negativo, da alcuni intellettuali del 1300. Per questi studiosi, amanti dei classici latini, si trattava di un periodo buio, lontano dai modelli dall'antica arte...
Superiori

Appunti di storia: gli ittiti

Il popolo degli Ittiti rappresenta la prima civiltà indoeuropea che conosciamo. Tra il II e il I milennio a. C, sottomisero le popolazioni stanziate nella striscia di terra a ridosso delle coste del Mediterraneo, cioè nella regione dell'Anatolia (Terra...
Superiori

Storia della psicologia: appunti

Molto spesso quando studiamo alcune materie, potremmo aver bisogno di approfondire ulteriormente un particolare argomento in modo da riuscire a comprenderlo in maniera più semplice e corretta.Su internet potremo trovare molto facilmente tantissime informazioni...
Superiori

Appunti di storia: la rivoluzione di Luglio

Dallo scoppio della rivoluzione francese nel 1789 l'Europa si era profondamente trasformata. La Restaurazione quindi non poteva essere un ritorno integrale al passato, in quanto in molti paesi c'erano stati dei mutamenti irreversibili. In Francia, ad...
Superiori

Appunti di storia greca: Sparta e Atene

Fra le molte città-stato della Grecia, due furono più potenti e rappresentative delle altre: Sparta, città di terraferma, oligarchica e chiusa, orientata all'arte della guerra; Atene, città marittima e commerciale, destinata a sviluppare forme democratiche...
Superiori

Appunti di storia romana: le origini

Le origini di Roma sono avvolte nella leggenda. Miti antichi narrano di un re fondatore discendente dell'eroe troiano Enea: Romolo, figlio di un dio e salvato alla nascita da una lupa. Secondo la tradizione, altri sei re (gli ultimi tre etruschi), guidarono...
Superiori

Storia inglese: Victorian Age

Quando si parla di Età Vittoria (chiamata anche Victorian Age) generalmente si intende quel periodo della storia inglese che va dal 1837 al 1901. Durante quest'epoca a governare l'Inghilterra è la regina Vittoria, molto amata ed apprezzata da tutto...
Superiori

Appunti sulla storia dei persiani

Dall'Iran odierno ha origine un gruppo etnico persiano. La loro storia è lunghissima ed anche ricca di fasi gloriose. Essi discesero da tribù diverse del sud est asiatico, poi si separarono in due gruppi verso il II millennio a. C. Tali gruppi che furono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.