Appunti di storia: i Fenici

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I Fenici furono uno dei popoli principali dell'area del Mediterraneo, che si stanziò grossomodo intorno al 1200 Avanti Cristo nel territorio dell'attuale Libano. Ancora oggi, usufruiamo di tante invenzioni dei Fenici, che si videro inglobati dalla conquista dell'Asia minore da parte di Alessandro Magno nel 333 Avanti Cristo. La guida che vi proporremo, sarà semplicemente una serie di appunti di Storia riguardanti i Fenici. Cominciamo quest'analisi.

25

La nascita dell'alfabeto a 22 segni

Come abbiamo già accennato all'interno del passo precedente, tante invenzioni che ancora oggi ci permettono di sviluppare una società avanzata, arrivarono dai Fenici. Una delle invenzioni più importanti di loro derivazione è, sicuramente, l'alfabeto. Quest'invenzione nacque dalla necessità di una miglior comunicazione tra questo popolo d'imprenditori. Serviva un metodo comunicativo più rapido, e per questo motivo ebbe luogo una riduzione a ventidue segni per l'utilizzo nella scrittura, tutti di natura consonantica, con la scrittura che si sviluppava in senso inverso rispetto alla nostra, da destra verso sinistra, come è attualmente l'alfabeto arabo. I Fenici furono il primo popolo a "codificare" i suoni (ogni lettera corrisponde a un fonema) e non i concetti, come ad esempio accadeva con gli ideogrammi. Sempre attraverso le arterie mercantili, quest'invenzione fu portata dai Fenici in vari punti del Mediterraneo. Il bagaglio di conoscenza di questo popolo, specializzato, tra l'altro, nella costruzione di solide imbarcazioni, si diffuse ad esempio in Africa del Nord grazie alle sue colonie, di cui la più celebre e grande è senza dubbio Cartagine.

35

La lavorazione del vetro a soffio

Nel corso del settimo e sesto secolo avanti Cristo, i Fenici intrapresero la pratica della lavorazione del vetro soffiato, che è rimasta, ancora oggi, una grande tradizione del territorio siriano. Tuttavia, quest'invenzione fu precedente, ma la lavorazione a soffio fu intrapresa da questo popolo di viaggiatori. La lavorazione del vetro a soffio, offriva agli artigiani l'opportunità di produrre molti esemplari in poco tempo. I viaggi con cui i Fenici solcarono il Mediterraneo in lungo e in largo furono poi il veicolo per diffondere questa tecnica.

Continua la lettura
45

Il commercio della porpora

Passando all'etimologia del termine "Fenici" scopriamo che esso parta dal termine greco Phoinix (in translitterazione), che sta a indicare un mollusco (il murice) dal quale si riusciva a ricavare la famosa porpora. Proprio il commercio della porpora era una delle attività principali di questo popolo. La porpora consiste in un pigmento rosso intenso che era utilizzato in particolare per colorare i tessuti. Le principali città in cui veniva estratto il pigmento dai murici erano Tiro e Sidone, dove sono stati rinvenuti addirittura enormi cumuli, che formano quasi piccole colline, costituiti delle conchiglie infrante dei murici gettate dopo l'estrazione del colore.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Diritto sulle opere dell'ingegno e sulle invenzioni industriali

La disciplina riguardante i diritti delle opere dell'ingegno e sulle invenzioni industriali trova collocazione nel Libro V, Titolo IX del Codice civile, agli articoli 2575 e seguenti. Tale Titolo IX è, a sua volta, suddiviso in "Capi"; e, nello specifico,...
Superiori

Il medioevo in Europa: appunti

Per molto tempo il Medioevo è stato considerato un periodo buio della storia europeo, tormentato da guerre, epidemie e regresso scientifico: in realtà, quanto questa affermazione sia sbagliata lo dimostra il fatto che, proprio durante il Medioevo, si...
Superiori

Leonardo Da Vinci: invenzioni e opere

Leonardo Da Vinci (1452–1519) è stato una delle personalità più geniali ed eclettiche che il mondo abbia mai avuto. Le sue conoscenze e abilità spaziano in ogni campo del sapere umano della sua epoca, dall'ingegneria alla pittura. Il suo genio universale...
Superiori

Appunti di storia: gli ittiti

Il popolo degli Ittiti rappresenta la prima civiltà indoeuropea che conosciamo. Tra il II e il I milennio a. C, sottomisero le popolazioni stanziate nella striscia di terra a ridosso delle coste del Mediterraneo, cioè nella regione dell'Anatolia (Terra...
Superiori

Storia ed evoluzione della lingua italiana

La lingua italiana, come tutti già sapranno, deriva dal latino, che a sua volta fa parte del ceppo indoeuropeo e appartenente a popoli che approdarono nella nostra penisola circa duemila anni prima di Cristo. Dopo essere riuscito a soppiantare dialetti...
Superiori

Storia: La Repubblica di Venezia

La Repubblica di Venezia possiede una storia affascinante. Tutti gli storici italiani ed internazionali hanno cercato di comprendere come questa città avesse conseguito enormi successi in un'epoca buia per l'Italia e l'Europa, corrispondente al Medioevo....
Elementari e Medie

Storia: le invasioni barbariche

Le invasioni barbariche sono state un periodo storico che si sviluppò dal terzo secolo dopo Cristo per più di trecento anni. I barbari erano popoli provenienti dalle aree nord Europee della Francia e della Germania che scesero in Italia a caccia di...
Superiori

Storia: la Signoria di Lorenzo il Magnifico

Lorenzo de' Medici aveva solo vent'anni quando suo padre morì e quando fece intendere che, a dispetto delle speranze di suo nonno Cosimo (che ne aveva curato personalmente l'educazione, affiancandolo ai migliori istruttori dell'epoca), non aveva alcuna...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.