Appunti di scienze: gli enzimi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questi appunti di scienze studieremo gli enzimi, delle (nella maggior parte dei casi) proteine importantissime nel processo metabolico, e non solo: svolgono infatti la funzione di catalizzatori, ovvero velocizzano il metabolismo e l'assimilazione di determinate sostanze, riducendo allo stesso tempo la quantità di energia necessaria per svolgere queste funzioni corporee. Gli enzimi sono stati scoperti e studiati per la prima volta sul finire del 1800 dal chimico tedesco Eduard Buchner, che ebbe modo di analizzarli a partire dal comportamenti dei lieviti: questo lavoro gli valse, nel 1907, la vincita del Premio Nobel per la chimica.

25

Tipi di enzimi

Con il trascorrere del tempo, la parola "enzima" (che letteralmente vuol dire "nel lievito") ha assunto un significato maggiormente ampio. Attualmente, essa indica le migliaia di sostanze organiche cellulari che potrebbero velocizzare le reazioni chimiche. Pertanto, gli enzimi rivestono un ruolo veramente essenziale nei processi metabolici e possono essere di due tipologie:
- intracellulari, quando aumentano la velocità delle reazioni chimiche e le controllano all'interno delle cellule;
- extracellulari, quando esercitano la propria funzione all'esterno delle cellule (come gli enzimi digestivi, che distruggono il cibo lungo il tubo digerente).

35

Caratteristiche degli enzimi

Generalmente, il nome di ciascun enzima è costruito aggiungendo il suffisso "asi" al nome della molecola sulla quale esercita l'azione (ad esempio, le "carboidrasi" agiscono sui carboidrati, le "lipasi" operano sui grassi, le "proteasi" lavorano sulle proteine e le "nucleasi" procedono sugli acidi nucleici). La maggioranza degli enzimi sono delle proteine e le loro caratteristiche principali sono le seguenti:
- agiscono molto velocemente;
- non vengono degradati o modificati dalle reazioni chimiche in cui sono coinvolti;
- sono capaci di catalizzare una reazione chimica in entrambe le direzioni (sintesi e scissione di un composto);
- sono sensibili a variazioni di Ph e temperatura;
- sono specifici per una certa reazione chimica.

Continua la lettura
45

Meccanismo degli enzimi

In una reazione catalizzata da un enzima, le molecole di substrato si combinano temporaneamente con quelle dell'enzima, in un complesso enzima-substrato. Ciò significa che le molecole di substrato reagiscono tra loro e il prodotto, quando si crea, abbandona l'enzima: enzima + substrato = enzima-substrato = enzima + prodotto. Gli studiosi credono che ciascun enzima abbia una zona sulla propria superficie (detta "sito attivo"), sulla quale si lega la molecola di substrato. Il "sito attivo" possiede una forma particolare, che consente l'unione soltanto con il substrato avente una struttura complementare. L'ipotesi sul meccanismo di creazione del complesso enzima-substrato (denominato "modello chiave-serratura") venne proposta nell'anno 1894 e, dunque, prevedeva una complementarità perfetta tra il "sito attivo" ed il substrato.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esistono delle eccezioni alla regola, come la "pepsina" che agisce sulle proteine.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di biochimica: il Dna polimerasi

Prima di iniziare a capire nello specifico cos'è il DNA polimerasi e le sue proprietà, cerchiamo di comprendere cosa intendiamo dire col termine biochimica. La biochimica nasce dall'unione di due termini largamente usati in ambito scientifico, ovvero...
Superiori

Appunti di scienze: la respirazione cellulare

Le cellule ottengono la loro energia dalle reazioni metaboliche di demolizione dei composti organici che portano alla formazione di prodotti termodinamicamente più stabili. Tra le reazioni coinvolte vi è la respirazione cellulare, che solitamente richiede...
Università e Master

Appunti di chimica : enantioselettività

La chimica è per molti un vero problema. Infatti le sue formule e i suoi concetti risultano spesso indigesti a molti. In realtà la chimica non è una materia così difficile ma richiede applicazione. In questa guida proveremo ad illustrare in modo semplice...
Università e Master

Come Fare Una Marcatura Indiretta Con Perossidasi/anti-perossidasi

La marcatura indiretta prevede l'utilizzo di un anticorpo primario diretto contro una proteina di interesse, presente in un campione biologico di un anticorpo secondario, che lega il primario in un metodo di rilevazione correlato all'anticorpo secondario....
Superiori

Appunti di chimica: la fermentazione alcolica

La fermentazione alcolica è un processo di fermentazione anaerobica che richiede undici enzimi che degradano nell'acido lattico. La fermentazione alcolica segue la stessa via enzimatica per i primi dieci enzimi; l'ultimo enzima, il lattato deidrogenasi,...
Università e Master

Appunti di biochimica: il ciclo dell'urea

Il ciclo dell'urea (conosciuto anche con il nome "ciclo ornitina") consiste in una serie di reazioni biochimiche che si verificano in molti animali, esso ha lo scopo di ridurre la concentrazione di ammoniaca (NH3) presente nel sangue (o in altri liquidi...
Superiori

Biologia: il ciclo di Krebs

Il ciclo di Krebs, o ciclo dell'acido citrico, costituisce il punto cruciale del metabolismo aerobico, infatti è lo stadio finale del catabolismo dei carboidrati, degli acidi grassi e degli amminoacidi, oltre a rappresentare un importante sorgente di...
Superiori

Appunti di chimica

La chimica è la scienza che studia la composizione e le proprietà della materia.In particolare, si occupa di studiare le sue componenti microscopiche (atomi e molecole) e leinterazioni fra di esse sotto forma di reazioni chimiche. Due importanti branche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.