Appunti di psicologia infantile

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Sigmund Freud è un noto neurologo e psicoanalista austriaco che viene considerato come il "padre dalla Psicoanalisi". Tuttavia, per psicoanalisi si intende il percorso esplorativo dei processi mentali che vengono ritenuti inaccessibili con metodi tradizionali. Leggete attentamente gli utili suggerimenti contenuti nei passi della seguente guida sugli appunti di psicologia infantile e su cosa si basa la psicoanalisi.

26

La psicoanalisi si basa sull'investigazione dei disturbi neurologici

Generalmente la psicoanalisi si presenta come tecnica psichiatrica, basata sull'investigazione dei disturbi neurologici di varie origini, ai fini di poterne trovare una cura e una soluzione. Nel corso della storia troviamo molti filosofi e matematici che cercano di porre come soggetto delle loro materie di studio l'uomo, in quanto macchina imperfetta (per una visione fisica-meccanicistica; l'uomo ovviamente è una creatura, un essere vivente e non una macchina). Tra i tanti studiosi troviamo William James, Giovan Battista Morgagni, Thomas Willis e in fine Sigmund Freud che solo dopo la sua morte vennero riconsiderate le sue teorie psichiatriche.

36

Freud osserva l'essere umano fin dai primi anni di vita

Sigmund Freud durante i suoi studi di psicoanalisi incentra la sua attenzione sulla figura del bambino e del suo sviluppo adolescenziale e puberale. Freud sottolinea tre tipi di sfere psichiche: l'ES, il SUPER IO e l'IO, che corrispondono rispettivamente a inconscio, preconscio e coscienza. Freud inizia ad osservare e a seguire dal punto di vista esistenziale l'essere umano fin dai primi anni della sua vita, e sottolinea la presenza dell'amnesia nel bambino; con l'amnesia i ricordi vengono nascosti e pertanto il bambino possiede la sfera psichica dell'ES con soli ricordi di copertura.

Continua la lettura
46

L'energia psichica delle pulsioni spingono l'essere umano verso il soddisfacimento del desiderio

Freud, a differenza degli studiosi che lo hanno preceduto considera la figura del bambino come un essere perverso e polimorfo, poiché secondo la sua idea la sessualità infantile si sviluppa intorno all'autostimolazione delle zone erogene, prese in considerazione nei vari stati dello sviluppo. Freud introduce il concetto di libido cioè quell'energia psichica delle pulsioni che spingono il bambino (ma in generale dell'essere umano) verso il soddisfacimento di un desiderio, verso il raggiungimento di un obbiettivo. Distingue la libido narcisistica e la libido oggettuale. Gli stadi dello sviluppo psicosessuali (nell'uomo) consistono in: prima infanzia (0-2 anni) dove il desiderio si focalizza nell'apparato orale e anale, la seconda infanzia (2-5 anni) fase fallica o edipica e infine la pubertà (12-18 anni) in cui la sessualità si focalizza nelle parti genitali.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

L'interpretazione dei sogni di Freud

La guida che andremo a sviluppare nei passi che comporranno la comporranno, andrà a occuparsi di psicologia, in quanto ci ricollegheremo a un'opera molto nota di Freud. Infatti, come avrete compreso dal titolo che accompagna la nostra guida, ora andremo...
Superiori

Storia della psicologia: appunti

Molto spesso quando studiamo alcune materie, potremmo aver bisogno di approfondire ulteriormente un particolare argomento in modo da riuscire a comprenderlo in maniera più semplice e corretta.Su internet potremo trovare molto facilmente tantissime informazioni...
Università e Master

Come diventare psicoanalista

Sebbene tratteggiata in modo sempre più realistico all'interno di film, fiction o serie tv, la figura dello psicoanalista resta avvolta da un alone di mistero soprattutto per i non addetti ai lavori e per chi non ne ha un'esperienza diretta. In questo...
Università e Master

Come riconoscere i meccanismi di difesa

Nel corso della storia, il disagio mentale e psichico è sempre stato oggetto di interesse anche se gli approcci ad esso talvolta si sono mostrati contrastanti tra loro: spesso, infatti, i malati mentali erano emarginati e trattati come esseri inferiori,...
Università e Master

Appunti di psicologia: il narcisismo

All'interno di questa guida, andremo a parlare di appunti di psicologia. Nel dettaglio, in questo specifico caso, tratteremo il tema del narcisismo. Proveremo ad impostare una riflessione semplice, che possa essere compresa da tutti e che risulti essere...
Superiori

Psicologia: il pensiero di Jung

Carl Gustav Jung durante la sua vita ha fatto si da dedicarne molta ad aiutare i suoi tanti pazienti, mostrando così la sua bravura e facendo capire anche il suo estro nella psicanalisi. In merito a ciò, molti praticanti nel campo della psicologia ricorrono...
Superiori

Svevo: vita e opere

Italo Svevo è uno degli scrittori del Novecento più conosciuti e più studiati. Le sue opere furono sicuramente influenzate dalla conoscenza di importanti filosofi come Schopenhauer, Darwin, Freud e Marx: egli riteneva che non bisognasse soffermarsi...
Maturità

Psicologia dell'età evolutiva: appunti

La psicologia dell'età evolutiva rappresenta la branca della più vasta area della psicologia che si occupa dello sviluppo dell'essere umano. Per convenzione si fa terminare lo studio all'età adolescenziale. Numerosi sono stati gli psicologi che si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.