Appunti di procedura civile: il regolamento di competenza

Tramite: O2O 20/02/2016
Difficoltà: media
15

Introduzione

La materia che andremo a trattare, per chi non ha sufficiente dimestichezza con l'argomento, potrà sembrare particolarmente ardua e di difficile comprensione. Tuttavia, se studiare giurisprudenza o se, comunque, avete necessità di conoscere l'argomento, procederemo col chiarire la natura, le modalità e i rischi del sistema nella maniera più concisa ed esaustiva possibile, elencandone i punti salienti. In particolare, quello che andremo a vedere attraverso dei brevi e semplici appunti, è il regolamento di competenza. Questo rappresenta un istituto descritto e regolato dagli articoli 42-50 del codice di procedura civile. Si tratta, essenzialmente, di un mezzo di impugnazione che può essere proposto dalla parte soccombente in seguito all'emanazione di una sentenza sul tema della competenza. Analizziamone ora la struttura e le caratteristiche principali.

25

Esistono essenzialmente due tipologie di regolamenti: un regolamento necessario ed uno facoltativo, descritti, rispettivamente, dagli articoli 42 e 43 del codice di procedura civile. Quello necessario è un regolamento valido per tutte le sentenze che hanno avuto modo di trattare esclusivamente la competenza, e il suo scopo principale è quello di poter saltare un grado del giudizio, andando così a velocizzare i tempi del processo, al fine di anticipare l'interdizione del tema della competenza. Quello facoltativo, invece, è proponibile per tutte quelle sentenze che si sono pronunciate sulla competenza e sul merito contemporaneamente; in questo caso, la decisione riguardo alla competenza potrà essere richiesta andando a impugnare quelli che sono i mezzi ordinari di impugnazione o appunto, il già citato regolamento.

35

Ma procediamo ora andando ad analizzare nel dettaglio tutte le sfaccettature di questo fondamentale nodo giuridico. Possiamo vedere che il comma 2 dell' articolo 43 dice che: se la parte sconfitta sceglie l'appello, non potrà avvalersi più del regolamento in questione, ma il legislatore gli lascerà aperta la sola porta dei metodi ordinari. Lo stesso articolo, inoltre, tenta di risolvere anche gli ovvi problemi di coordinamento che possono insorgere fra il regolamento facoltativo e i vari rimedi consueti. In questo modo possiamo renderci conto facilmente che l'impugnazione ordinaria vieta, a chi l'ha proposta, di poter mettere alla prova la sentenza regolamento che ha valore temporaneo. Qualora l'istanza di regolamento fosse stata avanzata prima dell'impugnazione, i limiti temporali per proporre quest'ultima ricominceranno a decorrere proprio a partire dalla trasmissione della sentenza che regola la competenza. Se, invece, la proposta avviene successivamente, il processo d'appello resterà fermo fino a quando non sarà la Corte di Cassazione ad aver preso una decisione concernente la competenza.

Continua la lettura
45

Vediamo ora di analizzare il comma 1 dell'articolo 48: questo si occupa di stabilire che tutti i processi per i quali viene richiesto il regolamento di competenza vengano sospesi per limitare la pericolosità dei meccanismi che possono scaturire dal regolamento di competenza sull'istanza di parte. La pericolosità si manifesta nel fatto che la parte che per la legge non ha diritto ad essere difesa perché colpevole, possa comunque andare a utilizzare i succitati meccanismi soltanto per poter ottenere facilmente la sospensione e il conseguente ritardo dell'emanazione della sentenza di condanna nei suoi confronti. Bisogna ricordarsi, inoltre, che su istanza di parte, il regolamento di competenza può essere adottato entro e non oltre i 30 giorni che seguono la comunicazione della sentenza stessa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Gli sbocchi professionali di Ingegneria Civile

Di questi tempi trovare lavoro in Italia è particolarmente difficile, soprattutto per quanto concerne alcune professioni particolari come l'Architetto e l'Ingegnere Civile. Quest'ultima professione però ha sicuramente molti più sbocchi professionali...
Università e Master

Master universitari con procedura di ammissione: come iscriversi

I Master universitari rappresentano un'opportunità significativa per arricchire il proprio percorso di studi. Al termine della laurea infatti, i Master universitari consentono di ottenere un titolo in più che spesso comporta un punteggio capace di far...
Università e Master

Appunti di diritto privato: la compravendita

La compravendita (o più semplicemente vendita come la definisce il codice civile), è un contratto reale ad effetti obbligatori e, costituisce la più antica forma di contratto di scambio. Esso è anche a prestazioni corrispettive e dunque a titolo oneroso....
Università e Master

Come riordinare gli appunti dopo la lezione

Gli studenti più meticolosi, che non vogliono perdersi la spiegazione del professore, sono soliti prendere appunti durante una lezione. In questo modo, ripassare a casa risulta essere molto più semplice e pratico. Tuttavia, poiché gli insegnanti tendono...
Università e Master

Appunti di chimica analitica

In genere richiede delle operazioni preliminari, in maniera tale da filtrare tutti gli elementi che non servono per l'analisi analitica che si deve effettuare. Lo scopo di questi appunti di chimica è quello di illustrare le basi di chimica analitica....
Università e Master

Come prendere bene gli appunti all'Università

Seguire le lezioni universitarie è utile per poter studiare meglio la materia oggetto d'esame. E ciò vale indipendentemente dal fatto che ci sia o meno l'obbligo di frequenza. Non è però sempre facile. Tutto sta però nell'essere bravi a prendere...
Università e Master

Appunti di diritto privato: la nullità e l'annullabilità di un contratto

Per il diritto privato, il contratto è definibile come un accordo tra le parti stipulato al fine di regolamentarne i rapporti giuridici o per costituirne dei nuovi. Il Codice civile stabilisce una serie di requisiti necessari alla stipula del contratto,...
Università e Master

Appunti di diritto degli enti locali

Per "ente locale" s’intende un ente pubblico la cui competenza degli organi si limita in una definita circoscrizione territoriale. Ha interessi pubblici e si contrappone agli enti nazionali, il cui scopo si estende all'intero territorio della nazione....