Appunti di paleografia latina

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La paleografia è la scienza che studia le origini e la storia della scrittura. Grazie a questa scienza siamo riusciti a scoprire testimonianze della maggior parte della storia che, ancora oggi ci consente di avere del le certezze sul nostro passato remoto. In questo articolo ci occuperemo, nello specifico, di paleografia dell a scrittura latina. Infatti, tali appunti consentono di evidenziare l'evoluzione della paleografia latina e le sue diverse forme e anche di fornire alcune utili testimonianze della sua stessa esistenza. Leggete quindi la guida di seguito per saperne di più su questo argomento molto interessante.

24

Origine della scrittura latina

Le tracce più antiche della scrittura latina risalgono al secolo VII a. C. E venivano rappresentate in minuscolo. Intorno al I secolo a. C. Si collocano alcuni ritrovamenti di natura epigrafica scolpiti, incisi oppure anche a pennello, come la Fibula Prenestina oggi conservata a Roma. Ma vediamo adesso qualche dettaglio molto importante e fondamentale per comprendere l'evoluzione della scrittura latina. L'alfabeto latino era composto di 21 lettere; sarebbero poi state aggiunte altre due lettere (k, z) per consentire una trascrizione più agevole di alcune parole greche: tale alfabeto è pervenuto fino ai nostri giorni. Dal XI sec. D. C. Vi è l'aggiunta della "W", con l'influenza della cultura germanica.

34

Caratteristiche della scrittura latina

Nell'era della nascita di Cristo la scrittura accompagna ogni azione giuridica, ma poiché essa avviene su tavole cerate o papiro, di tali reperti non vi è più traccia poiché non sono sopravvissuti ai tempi. La scrittura latina mostra un tratteggio più elegante e slanciato. La forma dinamica della scrittura (detta capitalis) veniva spesso adoperata e preferita per trascrivere il titolo o la prima riga di un testo.

Continua la lettura
44

Forme della scrittura latina

Le forme della scrittura latina sono di differente natura in base alla loro applicazione e tra esse riconosciamo: la scrittura libraria particolarmente rustica snella, dinamica, inclinata verso sinistra; vanta una punteggiatura con l'uso del punto posizionato in alto, in mezzo oppure in basso rispetto alla parola per pause rispettivamente più lunghe, medie o più brevi. La scrittura maiuscola corsiva che ricorre ad un tratteggio rapido, per un uso frequente; le lettere sono per lo più isolate, cioè non legate fra loro; tale scrittura ha influenzato la cancelleria imperiale di Roma. Poi ricordiamo anche la scrittura onciale, ovvero una specie di maiuscolo, ma di maggiore prestigio editoriale; dopo il IX secolo è usata anche per fini decorativi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Grammatica latina: il complemento di causa

Anche trattandosi di una lingua ormai estinta, la grammatica latina rappresenta una materia di studio in tanti Paesi del mondo (compresa l'Italia). Come la lingua italiana, anche il latino ha una notevole quantità di complementi, ognuno dei quali svolge...
Superiori

Grammatica latina: il doppio accusativo

La lingua italiana ha molto a che fare, seppur etimoligicamente, con la lingua degli antichi latini. La grammatica latina è davvero molto interessante. Molte delle nostre parole e delle nostre frasi, derivano dal latino. Come sappiamo però, non è una...
Superiori

Come Affrontare Lo Studio Della Grammatica Latina

Il Latino rappresenta l'origine della maggior parte delle lingue europee. Fin dall'antichità era la lingua più usata per comunicare e ancora oggi viene studiata nei licei, per insegnare ai giovani a parlare correttamente la lingua italiana. Ma per apprenderla...
Superiori

Come Declinare Correttamente La Terza Declinazione Latina

Il latino è una lingua sempre viva. Nonostante se ne sia detto il contrario. La lingua latina ha dato infatti origine a molte delle lingue attualmente esistenti, le cosiddette "lingue neolatine". Fra di esse c'è anche la lingua italiana, che da quella...
Superiori

Grammatica latina: come tradurre il dativo di possesso

Il latino insieme al greco è una delle lingue più affascinanti della letteratura mondiale. Molti di voi hanno già avuto la fortuna di studiare questa lingua al liceo, e di approfondire le regole basilari. Iniziare ad avvicinarsi allo studio della lingua...
Superiori

Grammatica latina: il supino

In questo articolo vedremo "il supino" appunto nella grammatica latina.Il latino è, senza dubbio, la lingua madre di tutte le lingue europee, e l'italiano deriva proprio da essa. Ricordiamo che anche il francese e lo spagnolo derivano dalla lingua latina....
Superiori

Grammatica latina: aggettivi sostantivati

La lingua italiana è diretta discendente della lingua latina, oggi ormai quasi completamente estinta. Semplicemente perché, nonostante il latino sia rimasta la lingua ufficiale del Vaticano, essa non viene più parlata dagli italiani anche se, comunque,...
Superiori

Grammatica latina: la proposizione finale

Nello studio della grammatica latina, come in quella italiana, che da essa deriva, si debbono affrontare particolari aspetti della frase come le proposizioni. Esse possono essere di vario genere, ma qui ci concentreremo principalmente sulla proposizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.