Appunti di letteratura: l'ideale cortese-cavalleresco

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'ideale cortese-cavalleresco è uno stile proprio dei trovatori lirici francesi di lingua d'oc, la quale era una lingua parlata nel sud della Francia, a cavallo tra l'XI e il XII secolo. Questo particolare stile di lirica nasce ad opera di Gaston Paris, il quale aveva riassunto l'ideale cavalleresco nella massima:"solo chi ama ha un cuore nobile". Coloro che decidevano di seguire questo ideale si impegnavano a promuovere gli ideali e le virtù della temperanza, dell'onore, dell'eroismo e della continenza. A differenza di quanto era accaduto nei secoli precedenti con le crociate il cavaliere non combatte più per fede ma per la donna che ama alla quale offre la parte più pura dei suoi sentimenti. Dopo questa doverosa introduzione vediamo alcuni appunti di letteratura sull'ideale cortese-cavalleresco.

24

La nascita del pensiero

Il termine “cortesia” deriva dalla parola “corte”, la casa dei nobili cavalieri, che grazie alla prima crociata, acquistano coscienza di sé stessi e della propria superiorità sociale ed economica. Tra l’XI ed il XII secolo, l’aristocrazia si è ulteriormente rafforzata, tendendo alla chiusura ed al distaccamento nei confronti delle nuove classi sociali emergenti, tra cui vi era la borghesia. Sono proprio i cavalieri ad elaborare l’insieme dei valori e dei comportamenti della classe dominante. Secondo questi ideali, il cavaliere non doveva rappresentare un puro eroe militare, bensì un eroe cortese. Le virtù proprie della feudalità tradizionale erano la gloria, l’onore, il coraggio e la fedeltà. Il cavaliere cortese doveva rendere propria la cultura clericale ed antica, che si ispirava ad importanti valori, come la magnanimità, il senso della misura, la generosità e la gioia di vivere.

34

Il sentimento più importante

L'amore è ciò che spinge il cavaliere all'azione. Il sentimento più grande di tutti è per i cavalieri dell'amore l'unica cosa che li spinga a migliorare e cambiare pur di rendersi adatti alle esigenze della donna amata. Da qui si comprende anche l'esigenza per questi cavalieri di avere una cultura di assoluto prestigio in modo da poter deliziare le proprie dame con i loro racconti epici ed eroici.

Continua la lettura
44

Il cuore dell'ideale

Centro dell'ideale cortese-cavalleresco è ovviamente il culto della donna, che è presentata come unico scopo di vita del cavaliere. Questa corrente quindi rimette al centro la figura femminile alla quale il prode cavaliere deve ceca obbedienza in nome dell'amore. In quest'ottica un grande cantore dell’amore cortese è Andrea Cappellano, che nella sua opera scritta in latino medievale "De amore" (1185), stabilisce alcuni importanti principi da seguire. Secondo Cappellano, l’amore è una forma di gentilezza spirituale ed il cavaliere deve saper controllare i propri impulsi sensuali. In ogni caso, siamo di fronte ad un amore extraconiugale, che esclude la gelosia, che porta ad essere egoista e malvagio. Parliamo di amore inappagato, in quanto l’amante non chiede nulla in cambio dei suoi servigi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Lingua giapponese: il passato

Il giapponese è una lingua molto antica e che può risultare molto complessa, specialmente per gli occidentali (e tutti coloro che non appartengono alla cultura asiatica) che possono incontrare varie difficoltà, soprattutto per quanto riguarda la pronuncia...
Superiori

Appunti di letteratura: La Chanson de Roland

Appunti di letteratura: La Chanson de Roland, "Orlando" in italiano, è la più conosciuta e famosa canzone di gesta, o poema epico in volgare della letteratura medievale francese. Esso fu scritto tra la metà dell’XI-XII secolo in decasillabi e recitati...
Superiori

Antologia: la poesia

"Non leggiamo o scriviamo poesie perché è carino. Noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana". Così dice ai suoi allievi il professor Keating nel "L'Attimo fuggente", esprimendo quel bisogno di poesia che è insito nell'essere...
Superiori

Stilnovo: la donna angelo

Il Dolce Stil Novo è una corrente letteraria che si afferma a Firenze tra il 1280 e il 1310. Il nome di questo genere letterario venne coniato da Dante, nella sua più conosciuta opera, la Divina Commedia, nel XXIV canto del Purgatorio: con questo termine...
Superiori

Letteratura: vita e opere di Italo Calvino

Tra i più grandi protagonisti della letteratura italiana del Novecento, Italo Calvino è un perfetto esponente del movimento artistico chiamato Neorealismo, sviluppatosi in Italia negli anni immediatamente successivi alla Seconda Guerra Mondiale. In...
Lingue

Come si forma il condizionale in francese

La lingua ufficiale parlata in Francia è il francese. Grazie alle numerose colonie che questa nazione possedeva, il francese ad oggi è la terza lingua più parlata al mondo. In ambito comunitario è la più insegnata dopo inglese e tedesco. Alcune associazioni...
Università e Master

Come scrivere una lettera ad un insegnante

La lettera è una forma di comunicazione, utilissima in caso di elevata distanza. Al giorno d'oggi, si ricorre spesso alle e-mail e molto meno alle lettere, tuttavia ci sono casi in cui una lettera su carta potrebbe essere preferibile, per via di esigenze...
Lingue

Come chiedere indicazioni stradali in inglese

La lingua inglese è diventata oramai in modo universale per comunicare, per questo motivo è quasi obbligatorio saperla parlare e comprenderla, specie per chi viaggia all'estero per lavoro. Ma l'inglese è molto utile anche quando ci si reca all'estero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.