Appunti di letteratura italiana: il Neoclassicismo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Neoclassicismo è un movimento letterario, artistico e culturale che si sviluppò in Europa tra la seconda metà del Settecento e il primo decennio dell'Ottocento. La nascita di questa corrente è da collegarsi alle importanti scoperte in ambito archeologico, soprattutto in Italia e in Grecia, che portarono ad un crescente interesse verso la cultura antica, soprattutto greca, e il desiderio di emularne la “nobile perfezione “e la “calma grandezza” che traspariva dalle statue. Sempre in questo periodo nasce e si afferma il turismo culturale, che porterà gli autori e gli artisti a viaggiare per l'Europa per visitare i siti più rilevanti. Negli appunti di letteratura italiana qui riportati vedremo quali sono le caratteristiche più importanti del Neoclassicismo e il suo sviluppo in Italia e in Europa.

26

Lingua

La lingua: il linguaggio utilizzato dagli scrittori neoclassici nelle loro opere è artefatto, perfetto, composto e costruito sulla base di quello presente nelle opere dei grandi autori del mondo classico.
Anche la forma delle stesse composizioni, come pure la metrica, è molto curata e ritoccata, al punto non solo da distanziarsi dalla contemporaneità ma anche da qualsiasi altro modello letterario dei secoli scorsi, fino al punto da rasentare la mania.

36

Autori

I generi letterari e gli autori italiani più importanti: per quanto concerne i generi letterari più scritti durante questo periodo, troviamo in prevalenza opere ispirate alla mitologia greca o dedicate alle divinità minori (è il caso delle “Grazie” di Ugo Foscolo), traduzioni e rivisitazioni dell'Iliade di Omero, odi allegoriche o dove erano raccontati scenari di campagna. Gli autori italiani più importanti del periodo neoclassico furono senza dubbio Ugo Foscolo, Ippolito Pindemonte, Pietro Giordani e, nel periodo giovanile, anche Giacomo Leopardi.
fonte immagine: lafracomecarrie.iobloggo.com.

Continua la lettura
46

Mondo classico

Gli europei e il loro rapporto con il classico: la classicità, soprattutto quella greca, era vista come una sorta di “Età dell'oro”, in cui l'umanità era più felice di quella contemporanea e viveva a stretto contatto e in armonia con la natura, e il bene coincideva con la bellezza, sia fisica che spirituale. Questa ricerca di calma, di serenità e di un ideale di bellezza nitido non è però da intendersi in modo narcisistico: trovandosi nel pieno di guerre e di sconvolgimenti politici, gli europei cercarono piuttosto un punto di riferimento e di calma su cui fare affidamento nel pieno della crisi.Johann Winckelmann: fu un importante storico ed archeologo tedesco, che dopo aver visitato gli scavi di Pompei e di Ercolano, e percependone per primo l'importanza, propugnò una serie di precetti attraverso i quali illustrò le caratteristiche che doveva avere un'opera per essere considerata classica. La stessa doveva esprimere calma ed equilibrio, essere priva di passioni e di impulsi dettati dall'irrazionalità, e capace di rievocare la naturale semplicità delle opere classiche, soprattutto di quelle dell'età di Pericle.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di letteratura italiana: la scapigliatura

La Scapigliatura è un fenomeno letterario e culturale sviluppatosi nell'Italia settentrionale nel 1860 e decaduto poi nel 1875. Ebbe il suo epicentro a Milano, da dove poi andò diffondendosi in tutta la penisola italiana, anche se restò essenzialmente...
Superiori

Appunti di letteratura italiana: il Verismo

Nella letteratura italiana, per Verismo si intende un movimento letterario sviluppatosi fra il 1875 ed il 1895. Ciò che caratterizza il verismo è la volontà - da parte degli autori - di raccontare la realtà in maniera fedele ed oggettiva fotografando...
Superiori

Letteratura italiana: il realismo dell' Ottocento

Nella letteratura italiana, l'Ottocento rappresenta un periodo di notevole interesse. La produzione letteraria conosce il realismo ed il verismo. Queste correnti nascono dalla degenerazione del primo Romanticismo. Dopo l'Unità, si diffondono idee positivistiche....
Superiori

Letteratura italiana: il romanticismo

Il Romanticismo nasce in Germania nel 1800. Può essere considerato come un periodo storico e una corrente di pensiero, ma principalmente rappresenta uno stile letterario. Tuttavia si contrappone al secolo precedente, il 1700, dal momento che alla fredda...
Superiori

Appunti letteratura: Umanesimo

Esistono materie o argomenti, nel corso della propria vita scolastica o universitaria, che possono produrre grane agli studenti. Tra queste materie, notoriamente molto complesse, vi entra di diritto la letteratura italiana. In questa guida, vi lascerò...
Superiori

Appunti di letteratura: la lettura del Decameron

Il Decameron è un'opera di Giovanni Boccaccio, scritta in volgare tra il 1349 e il 1351. In poche parole già si evince dal titolo di cosa si parlerà nell'opera, cioè si tratta di dieci giornate. Infatti Boccaccio per raccontare questa storia inventa...
Superiori

Letteratura italiana: il teatro di Eduardo De Filippo

Oggi tratteremo del grande Eduardo De Filippo: indubbiamente uno dei più importati registi, attori, poeti e sceneggiatori italiani del Novecento. Un eccellente drammaturgo, così come testimoniano le sue numerosissime opere teatrali di successo, delle...
Superiori

Letteratura italiana: la corte di Federico II

Federico II fu uno di quegli imperatori particolarmente avvezzo a letteratura ed arti. Presso il suo regno ci fu un intenso proliferare di attivitá culturali. E lui stesso fu un discreto scrittore e poeta. Ma la più grande eredità che ci ha lasciato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.