Appunti di istituzioni del diritto romano

Tramite: O2O 04/05/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per chi si è iscritto o vuole iscriversi alla Facoltà di Giurisprudenza l'esame di Istituzioni di diritto Romano rappresenta solitamente il primo esame da sostenere. Esso è propedeutico ad altri esami, come quello di Diritto romano, e quindi dovrà essere necessariamente dato per primo. Questo è esame rappresenta le basi del Diritto, ovvero tutti gli istituti nati migliaia di anni fa, dei quali alcuni non arrivati fino ai giorni nostri. In questa guida vi proponiamo una serie di appunti di Istituzioni di Diritto Romano.

25

Nascita del Diritto romano

Quando si parla di Istituzioni di diritto romano ci si riferisce a quell'insieme di norme che regolavano i rapporti privati tra romani. Nato già a partire dalla fondazione di Roma si protrae sino alla fine dell'impero di Giustiniano. Fu proprio quest'Imperatore a creare la prima raccolta di leggi con il Corpus iursi civilis ossia la raccolta di tutte le norme giuridiche e giurisprudenziali dell'epoca (compilazione giustinianea).
Nonostante la fine dell'Impero, il diritto romano ha continuato ad essere applicato fino alle codificazioni dell'Europa continentale dell'800, i suoi principi, istituti, rapporti, negozi ecc. Hanno ispirato i legislatori europei, ed ancora oggi sono alla base della vigente disciplina codicistica.

35

Suddivisione del diritto romano

Come prima cosa occorre sapere che il Diritto Romano era suddiviso in più rami. Quello più antico era lo ius Quiritum e si fondava esclusivamente sui costumi religiosi e consuetudini, ossia quelle norme non scritte ripetute nei secoli con la convinzione di ubbidire a norme giuridiche obbligatorie.
Lo ius civile era il diritto dei cittadini di Roma che assimilò molti degli istituti dello ius Quiritum.
Lo ius praetorium era composto dalle norme e/o principi formulati dai pretori, ossia dai magistrati dell'epoca, i quali creavano il diritto laddove la fattispecie sottoposta al loro giudizio non aveva una sua disciplina giuridica.
Lo ius legittimum era il diritto prodotto in sede assembleare, attraverso un percorso ben preciso che sfociava nella votazione e successiva approvazione.
Lo ius gentium, come dice la parola stessa, era il diritto dei popoli. Trovava le sue fondamenta nell'esigenza di regolare i rapporti che i romani avevano instaurato con popoli stranieri, a seguito dei numerosi scambi commerciali. Non era in forma scritta.

Continua la lettura
45

Considerazioni conclusive

Come già detto nell'introduzione il diritto romano è alla base di molti codici civili europei e primo tra tutti del codice civile italiano. Basta pensare che molti concetti come quello di capacità giuridica e capacità d'agire, patria podestà, la tutela e molti altri derivano proprio dal diritto romano e sono giunti fino ai giorni nostri.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di Diritto della navigazione

Il diritto della navigazione è la disciplina giuridica che presiede legalmente al governo dell'esercizio della navigazione, che può essere per mare o per aria, consentendo quindi la distinzione tra navigazione marittima e navigazione aerea. La primaria...
Università e Master

Diritto amministrativo: alcuni appunti

Il “diritto amministrativo” è una branca del diritto pubblico con il compito di regolare le attività della pubblica amministrazione (P. A.) e il suo rapporto con i cittadini. In poche parole, il diritto amministrativo si occupa di regolare le modalità...
Università e Master

Appunti di diritto degli enti locali

Per "ente locale" s’intende un ente pubblico la cui competenza degli organi si limita in una definita circoscrizione territoriale. Ha interessi pubblici e si contrappone agli enti nazionali, il cui scopo si estende all'intero territorio della nazione....
Università e Master

Appunti di diritto: le forme di Stato

Per "forme di stato" si intendono i principi che caratterizzano un ordinamento statale e che disciplinano i rapporti fra lo Stato e la comunità dei cittadini (sia singoli che associati). È bene sapere, comunque, che esiste anche un'altra definizione...
Università e Master

Appunti di diritto privato: la compravendita

La compravendita (o più semplicemente vendita come la definisce il codice civile), è un contratto reale ad effetti obbligatori e, costituisce la più antica forma di contratto di scambio. Esso è anche a prestazioni corrispettive e dunque a titolo oneroso....
Università e Master

Appunti di Diritto sanitario

Quasi tutte le scoperte scientifiche che vengono fatte oggi, sono costrette ad adeguarsi a quelle che sono le regole del diritto sanitario. Il diritto sanitario è considerato una disciplina fondamentale nel campo sanitario e, soprattutto, è in continua...
Università e Master

Appunti di diritto: possesso e proprietà

La proprietà e il possesso sono due concetti importanti in materia di diritto, infatti per quanto possano sembrare identici, in realtà hanno un significato ben diverso. Per proprietà si intende un diritto che si avvale contro tutti coloro che sono...
Università e Master

Appunti di diritto privato: i beni

Se sei in procinto di preparare un esame di diritto privato di sicuro non potrai fare a meno di studiare i beni giuridici; dato che questa è una delle domande a cui dovrai rispondere in sede di esame, è necessario che tu sia ben preparato su questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.