Appunti di geologia: le rocce

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La roccia è un corpo naturale solido e inorganico composto nella maggior parte dei casi da più minerali cioè da strutture chimiche ben definite che possono essere distinte le une dalle altre (roccia eterogenea); solo in pochi casi la roccia è costituita da un solo minerale: si distingue allora dal minerale per la presenza di impurità e si definisce omogenea. Lo studio delle rocce in base alla loro origine e alla loro evoluzione viene affrontato dalla petrologia mentre la descrizione e la classificazione della loro struttura e del colore viene affrontato dalla petrografia, entrambe branche della ben più vasta geologia. Cerchiamo insieme di scoprire le tipologie e le regole del loro mondo prendendo in esame alcuni appunti di geologia: le rocce.

25

Genesi e origine delle rocce

In base alla loro genesi le rocce si suddividono in tre gruppi: eruttive, sedimentarie e metamorfiche.
Le rocce eruttive si sono formate in seguito al raffreddamento del magma e infatti vengono dette anche magmatiche o ignee; le rocce sedimentarie si sono formate per deposito di materiali derivati dall'erosione di rocce preesistenti; le rocce metamorfiche si sono formate in seguito alla trasformazione di rocce sedimentarie o eruttive dovuta a vari fattori che vengono definiti appunto metamorfismo.
In base alla loro origine le rocce si distinguono in endogene se formatesi all'interno della terra e in esogene se formatesi sulla superficie terrestre.

35

Composizione delle rocce

Le rocce eruttive hanno una struttura cristallina e a seconda delle dimensioni dei cristalli si dividono in: effusive o vulcaniche, intrusive o plutoniche e filoniane. Tra le principali rocce eruttive annoveriamo: quarzo, ortose, plagioclasio, miche, olivina.
Le rocce sedimentarie possono essere di composizione calcarea, silicea, marmosa, argillosa, arenacea, ferrifera, limonitica; possono essere di origine chimica, clastiche, piroclastiche o organogene (calcite, dolomite e gesso)
Le rocce metamorfiche in base al tipo di processo che hanno subito possono essere composte di calcari cristallini, marmo, calcefiri, quarziti, miloniti (granato, serpentino).

Continua la lettura
45

Distribuzione delle rocce

La distribuzione delle rocce sulla parte più esterna della crosta terrestre è la seguente: rocce magmatiche al 95%, metamorfiche al 4%, sedimentarie all'1%. I tre gruppi corrispondono ai tre processi del ciclo che porta alla formazione di tutti i tipi di roccia: il processo magmatico da cui si originano le rocce magmatiche, il processo sedimentario che dà luogo alle rocce sedimentarie e il processo metamorfico che produce le rocce metamorfiche.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di geologia: la collisione tra placche convergenti

Nello studio della geologia un capitolo importante è quello che riguarda la tettonica delle placche. Questa è l'attuale teoria, su cui la maggior parte dei geologi concorda, che descrive il pianeta terra suddiviso in varie placche tettoniche in continuo...
Università e Master

Appunti di archeologia

L'archeologia è lo studio della cultura materiale del passato. In tale disciplina sono strettamente connessi sia il lavoro sul campo, attraverso gli scavi e le ricognizioni, sia il lavoro interpretativo che si svolge in laboratorio e che permette di...
Università e Master

Appunti di paleontologia

La paleontologia è una delle scienze più affascinanti che esistono in quanto cerca di ricostruire attraverso il ritrovamento e lo studio di fossili (animali e vegetali) il nostro passato, ovvero come è iniziata la vita sul nostro pianeta e come si...
Università e Master

Come riordinare gli appunti dopo la lezione

Gli studenti più meticolosi, che non vogliono perdersi la spiegazione del professore, sono soliti prendere appunti durante una lezione. In questo modo, ripassare a casa risulta essere molto più semplice e pratico. Tuttavia, poiché gli insegnanti tendono...
Università e Master

Appunti di geomorfologia

La morfologia è una disciplina che studia la forma e la composizione storica della Terra. È un ramo di geografia fisica che indaga l'origine, l'evoluzione e i cambiamenti nella superficie terrestre.Altre discipline che completano lo studio della Terra...
Università e Master

Come rilegare gli appunti come un libro

Gli appunti sono un elemento fondamentale per tutte quelle persone che sono chiamate ad assistere a delle lezioni, ad una conferenza oppure semplicemente ad una formazione di lavoro e molto spesso rappresentano un vero e proprio dilemma perché vengono...
Università e Master

Appunti di zoologia

La zoologia è una scienza affascinante e coinvolgente. Questa disciplina studia gli animali e la loro evoluzione. La comprensione della nascita della vita ed il suo evolversi è il metodo più adeguato per la scoperta delle sue origini. La guida di oggi...
Università e Master

Appunti di sociologia dei consumi

Per chi compie i propri studi in ambito sociologico, mettiamo a disposizione alcuni appunti relativi alla materia della sociologia dei consumi. Saranno utili per comprendere come individuare l'utilizzo sociale degli oggetti volti al soddisfacimento dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.