Appunti di fonetica cinese

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il cinese (汉语汉语o, Hànyǔ) è un gruppo di varietà linguistiche correlate, molte delle quali sono mutuamente intelligibili. Originariamente il linguaggio degli Han in Cina, costituiva uno dei rami principali della famiglia linguistica sino- tibetana, ora invece è parlato solo da alcuni gruppi etnici. Circa un quinto della popolazione mondiale, ovvero oltre un miliardo di persone, parla una sola forma di cinese come prima lingua. I dialetti cinesi derivano tutti dalla stessa madrelingua, anche se questa identificazione è considerata inadeguata da alcuni linguisti e sinologi. Nei passi della guida a seguire troverete alcuni appunti riguardanti la fonetica cinese.

24

Nella fonetica cinese esistono da 7 a 13 gruppi regionali di cinese (a seconda del sistema di classificazione), di cui i più parlati di gran lunga sono il mandarino (circa 960 milioni), seguito dal Wu (80 milioni), Yue (60 milioni) e Min (50 milioni). La maggior parte di questi gruppi sono reciprocamente incomprensibili, anche se alcuni come lo Xiang e i dialetti del sud-ovest mandarino, condividono termini comuni e un certo grado di intelligibilità. Il cinese standard (putonghua / Guoyu / Huayu) è basato sul dialetto di Pechino (il mandarino) ed è la lingua ufficiale della Repubblica Popolare Cinese (RPC) e della Repubblica di Cina (ROC, nota anche come Taiwan), nonché una delle quattro lingue ufficiali di Singapore e delle Nazioni Unite.

34

Lo storico della fonologia cinese si occupa di ricostruire i suoni. Poiché il cinese è scritto con caratteri logografici e non alfabetici o sillabari, i metodi utilizzati nello storico della fonologia cinese differiscono notevolmente da quelli impiegati attualmente. I caratteri logografici, non indicano direttamente la fonologia della lingua; la ricostruzione è in genere abbastanza difficile e dipende in larga misura dalle fonti accessorie che documentano direttamente la fonologia. Nell'inventario del cinese standard, tutte le consonanti tranne la N indicano un insorgenza della sillaba. Quando segue una vocale "epenthetic" (inserita automaticamente), il suono deve scivolare prima delle "principali" vocali alte. Le consonanti retroflesse "altoparlanti standard cinese" producono la costrizione del suono tramite la superficie superiore della punta della lingua, in modo tale da rendere un suono laminale invece che apicale (post- alveolare). Le consonanti alveolo- palatali sorti storicamente dalla fusione delle consonanti alveolari e delle consonanti velari, prima delle vocali alte anteriori devono slittare.

Continua la lettura
44

La forma logografica della lingua standard (Zhōngwén中文) è condivisa solo da parlanti colti di dialetti, in quanto incomprensibile. Tra le altre varietà di Cinese, è presente il cantonese (lingua ufficiale dello Yue) influente nella provincia di Guangdong e il cantonese delle comunità d'oltremare, che rimane una delle lingue ufficiali di Hong Kong insieme all'inglese e al macao (simile al portoghese). Min Nan, parte del gruppo Min, è ampiamente parlato nel sud del Fujian, nella vicina Taiwan e nel Sud-Est asiatico (noto anche come hokkien nelle Filippine, a Singapore e in Malesia).

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

La fonetica inglese

La fonetica è un argomento tanto delicato quanto complesso; impossibile sarebbe quindi leggere delle parole inglesi utilizzando la fonetica italiana, in quanto nonostante la materia sia la medesima, si riferisce a due diversi alfabeti. Il rischio è...
Lingue

Differenze fra cinese e giapponese

Sia il cinese (attualmente il "mandarino") che il giapponese, sono due lingue molto complesse. Entrambe di origine asiatica, possono creare confusione a chi non risulta particolarmente pratico. Tra i due idiomi, però, ci sono moltissime diversità, legate...
Lingue

Come fare la trascrizione fonetica

Ciò che segue ha lo scopo di introdurvi al uso dei simboli dell’ipa per le trascrizioni fonetiche, ponendo particolare attenzione alla pronuncia di parole italiane.Quindi con la seguente guida cercherò di essere abbastanza chiaro e di spiegare al...
Lingue

Lingua cinese: le basi

Come voi lettori e lettrici ben saprete, la lingua cinese è una fra le più antiche lingue di tutto il mondo e fa parte di quelle lingue asiatiche che vengono definite come "sino-tibetane". Infatti il cinese non è solo una lingua, ma un insieme di dialetti...
Lingue

Lingua cinese: la frase negativa

Quando sentiamo parlare in lingua cinese, oppure basta solamente guardare come si scrive tale lingua, grafici complicati e stranissimi, estremamente lontani dalla nostra scrittura, pensiamo che tale lingua sia molto difficile e complicata da imparare...
Lingue

Lingua cinese: gli avverbi

Una lingua si compone di tante parti, sintassi, grafia, fonetica, ecc. Per impararla un dettaglio fondamentale da conoscere è la grammatica. Sì esatto, proprio quella che anche in italiano, fatichiamo a studiare per pigrizia ma senza la quale i nostri...
Lingue

Come tradurre i nomi dal cinese all'italiano

La lingua cinese è un idioma molto affascinante e per alcuni versi anche abbastanza difficile da apprendere per un madrelingua italiano. Naturalmente è vero anche il contrario; stiamo parlando di un lingua antichissima che prevede l’utilizzo di ideogrammi...
Lingue

Come evitare di fare errori in cinese

Il cinese è una delle lingue più complicate e più difficili da imparare. Solitamente quando si viaggia e ci si trova il luogo in cui si parla il cinese, l'unica lingua per poter comunicare se non si conosce il cinese è l'inglese. Chi si avvicina a...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.