Appunti di fisiologia: il cuore

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Sicuramente se parliamo di fisiologia quello che risulta essere più interessante è sicuramente il cuore. Il cuore è un muscolo che rientra nella categoria dei muscoli lisci e soprattutto è autonomo, dal quale dipendono il funzionamento di tutti gli organi vitali. Il suo ritmo e le sue pulsazioni mettono in moto tutto l'apparato circolatorio, fornendo l'intero organismo di ossigeno e di sostanze nutrienti. Allo stesso tempo recupera le sostanze di scarto, riciclando tutto quello che al nostro corpo non serve e portandolo nei punti giusti di emanazione. Quello che riesce a fare il cuore è incredibile e nella guida che segue forniremo a riguardo alcuni appunti.

24

La posizione

Il cuore è situato all'interno della gabbia toracica ed è costituito per la massima parte da un muscolo, detto miocardio, ed è avvolto in una membrana, il pericardio, che lo isola e gli consente di contrarsi, pur rimanendo ben ancorato nella sua posizione; la contrazione ritmica del cuore è necessaria per svolgere la sua funzione principale: esso infatti pompa il sangue in tutto il corpo umano, irrorandone ogni settore.
La fase di contrazione è detta sistole, mentre quella di rilasciamento è detta diastole.
Il sangue, pompato dal cuore, percorre una rete di distribuzione estremamente ramificata grazie alla quale scambia sostanze con i tessuti; in particolare, le arterie sono i vasi che portano il sangue dal cuore verso i tessuti, le vene lo riportano al cuore e infine i capillari permettono scambi tra sangue e tessuti e viceversa.

34

Il ventricolo

Bisogna però capire com'è strutturato il cuore. Esso è composto da due metà che a loro volta sono divisi in due metà: abbiamo rispettivamente ventricolo destro e atrio destro e ventricolo sinistro e atrio sinistro. Grazie ai continui impulsi il sangue entra nell'atrio che poi, mediante una valvola, viene spinto nel ventricolo. Quando il ventricolo è pieno il sangue viene buttato fuori per dare spazio all'altro in arrivo. Rispettivamente abbiamo a sinistra il ricircolo del sangue ossigenato mentre in quello destro rientra il sangue pieno di scarti e anidride carbonica.

Continua la lettura
44

Il ritmo cardiaco

Il ritmo cardiaco è fondamentale per garantire ad ogni organo il giusto apporto di sostanze necessarie per il suo corretto funzionamento; proprio per questo motivo, il ritmo cardiaco varia a seconda delle attività che si svolgono quotidianamente, aumenta ad esempio durante una corsa e diminuisce quando dormiamo.
Esistono numerose patologie associate ad una errata frequenza cardiaca: le bradiaritmie si verificano quando la frequenza cardiaca è troppo bassa, al contrario se la frequenza è troppo alta si parla di tachiaritmie. Per curare queste patologie si ricorre a terapie farmacologiche, piuttosto che ad impianti di dispositivi attivi, come ad esempio il pace-maker.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Cuore di tenebra di Joseph Conrad in pillole

Heart of Darkness, tradotto in lingua italiana come "Cuore di tenebra", è un romanzo breve di Joseph Conrad, scrittore polacco naturalizzato inglese, che fu pubblicato nell'anno 1902. Questo romanzo è da considerarsi fra i classici della letteratura...
Superiori

Prendere appunti: consigli per farlo al meglio

Prendere appunti è necessario in moltissime situazioni della vita quotidiana. Molti iniziano a prendere appunti fra i banchi di scuola, ma sicuramente non si finisce di prenderli lì. Anche nella vita lavorativa si può avere infatti l'esigenza di prendere...
Superiori

Prendere appunti: i peggiori errori

A scuola spesso, nella maggior parte delle materie, si prendono appunti in varie maniere: più o meno alla rinfusa, preparando una scaletta, in modo ordinato oppure con un metodo preciso. Spesso questo dipende dalla persona stessa, la quale ascolta la...
Superiori

Come organizzare un quaderno di appunti

Generalmente tutto comincia con gli appunti. Il capo che ci spiega il lavoro da fare; l'analista che tiene una conferenza sul nostro settore di mercato; i nostri collaboratori più stretti; riuniti intorno ad un tavolo per una riunione. Nonostante oggi...
Superiori

Come prendere buoni appunti a lezione

Un buon metodo di studio è essenziale per un andamento scolastico ottimale. A supportare lo studio, però, è necessario avere altrettanto buoni strumenti che facilitino il lavoro a casa. Oltre al libro di testo, che non tutti i professori seguono alla...
Superiori

5 consigli per riordinare gli appunti

Affrontare al meglio le scuole superiori, sia che si tratti di un liceo o di un istituto professionale, significa non solo imparare, e mettere in pratica, un metodo di studio adeguato, ma anche saper sviluppare delle doti organizzative e gestionali che...
Superiori

5 consigli per schematizzare gli appunti

Schematizzare gli appunti è un’operazione estremamente importante ed efficace. Una volta acquisita la giusta metodologia, si può risparmiare tempo nell'acquisizione dei concetti. Scrivere correttamente gli appunti, infatti, permette di migliorare...
Superiori

Come prendere appunti durante una spiegazione.

Molto spesso per gli studenti, seguire le ore di lezione scolastiche è molto importante per risparmiarsi del tempo prezioso a casa. Infatti, con un buon apprendimento, i compiti pomeridiani saranno molto più fluidi, considerando che metà del lavoro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.