Appunti di fisica: legge di Hooke

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'uomo ha da sempre studiato e osservato la natura per trovare risposte riguardo ai numerosi e svariati fenomeni che gli accadevano intorno. Tali grandezze sono spesso regolate da leggi di fisica, una tra queste è la legge di Hooke che studia il comportamento dei materiali elastici. Ecco alcuni appunti.

26

Occorrente

  • Manuale di Scienza delle Costruzioni o Fisica
36

Il sistema di riferimento

La legge di Hooke stabilisce la relazione esistente fra la forza esercitata da una molla (sistema elastico) in funzione del suo allungamento. Perciò il sistema di riferimento più utilizzato dall'uomo per giudicare la quiete e/o il moto di un corpo, oggetto o evento fisico, è sempre stato quello costituito da un osservatore fermo rispetto alla superficie terrestre. Pertanto, l'inizio per lo studio dei fenomeni osservati dovrebbe essere quello di una loro prima classificazione, costituita da due insiemi: il primo include tutti i corpi fermi rispetto alla superficie terrestre, mentre il secondo risulterà formato da quei corpi che sono in movimento rispetto ad essa. In entrambi i casi entrano in gioco grandezze fisiche come forza, peso e massa. Fu formulata nel 1675 da Robert Hooke, fisico inglese e uno dei più importanti scienziati del Seicento e personalità cardine della rivoluzione scientifica.

46

La reazione elastica

Se si indica con la lettera F la forza esercitata per reazione dalla molla si ha, essendo essa un vettore opposto al peso: F = -P e quindi, tornando alla formula precedente, si otterrà F = -kx che rappresenta appunto la legge di Hooke. La reazione elastica dei corpi si può manifestare in modi diversi e riguarda tutti i tipi di sostanze, corpi solidi e liquidi. In particolare, basta pensare che la progettazione di ogni tipo di struttura architettonica ed ingegneristica è fondata proprio sul principio che esse debbano reagire in modo elastico alle forze di sollecitazione esterne, inclusi i terremoti, per continuare ad essere funzionali e sicure.

Continua la lettura
56

L'equazione esatta

Per dimostrare la legge di Hooke, prendiamo in considerazione una molla e colleghiamo la parte alta ad un sostegno fisso mentre alla parte bassa colleghiamo un peso. A questo caso si applica una legge sperimentale: P = kx, dove P sta ad indicare il peso che agisce sulla molla determinando l'allungamento x e k rappresenta una costante, detta anche di Hooke, cioè il coefficiente elastico della molla, espresso in N/m. Se si vuole, però, scrivere l'equazione esatta della forza di elasticità della molla bisogna tenere conto del principio di azione e reazione, ovvero: "Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria".

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Affrontare l'argomento dopo aver assimilato concetti basi di fisica e meccanica delle strutture

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Fisica: la legge di Coloumb

La legge di Coloumb si definisce anche "legge dell'inverso del quadrato di Coulomb". Si tratta fondamentalmente di un postulato che riguarda l'interazione tra particelle dotate di carica elettrica. Nel 1785 Charles Augustin Coulomb dimostrò la sua teoria...
Superiori

Fisica: la legge di conservazione della quantità di moto

Nella fisica, la legge di conservazione della quantità di moto è quella legge che stabilisce che, in un sistema isolato, la quantità di moto rimane costante nel tempo. Per sistema isolato intendiamo che non vi siano forze esterne. Questo tipo di legge...
Superiori

Fisica: la legge di Boyle-Mariotte

La legge di Boyle-Mariotte afferma che, a temperatura costante per una massa fissa, la pressione assoluta e il volume di un gas sono inversamente proporzionali. La legge può anche essere indicata in modo leggermente diverso, ovvero che il prodotto della...
Superiori

Fisica: la legge di Bragg

Ecco una semplice ed utilissima guida, mediante cui poter capire qualcosa di più sulla fisica ed in particolar modo sulla legge di Bragg, in modo tale da poterne sapere di più e poter utilizzare queste nozioni nel momento in cui ci serviranno! I cristalli,...
Superiori

Fisica: la legge di gravitazione universale

La legge di gravitazione universale è quella che ha "reso famoso" Newton. Per chi non lo sapesse, Newton era uno scienziato inglese di cui si narra che nel 1600 fu colpito in testa da una mela. Da quest'episodi trasse la conclusione dell'esistenza della...
Superiori

Appunti di fisica: l'energia cinetica

La fisica tra le varie branchie parla anche di energia cinetica, che è importante per conoscere la velocità di corpi e masse sia da fermo che in fase di accelerazione. In riferimento a ciò, nella seguente guida, ci sono alcuni esaustivi appunti utili...
Superiori

Appunti di fisica: conduzione del calore

Una parte importante della Fisica è la Termodinamica, ovvero lo studio e le applicazioni dell’energia termica (comunemente chiamata "calore") dei sistemi. Un concetto abbastanza notevole in termodinamica è quello di temperatura. Di fatto, quando il...
Superiori

Appunti di fisica sull'elettricità

L'elettricità e l' energia elettrica sono argomenti che vengono trattati nelle scuole durante le ore di fisica, ma spesso agli studenti questa materia non è del tutto chiara, perché ricevono troppe informazioni e in poco tempo. Per fare chiarezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.