Appunti di fisica: il moto armonico

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La fisica è una disciplina molto complessa, ma altrettanto interessante, infatti, i suoi principi consentono di comprendere i numerosi fenomeni che avvengono nella vita di tutti i giorni. Quello della fisica è uno tra i più appassionanti studi tra le discipline scientifiche, ma la sua complessità, spesso, scoraggia gli studenti ad approfondire gli argomenti, spingendoli a studiare solo l'essenziale. Uno tra i tanti argomenti presenti nei programmi di fisica è il moto armonico, ed è proprio questo che andremo a vedere attraverso la lettura dei seguenti appunti di fisica.

26

Il moto armonico rappresenta il movimento che viene ottenuto andando a proiettare, su di un diametro, le posizioni di un punto materiale che viene mosso con un movimento circolare uniforme. Si tratta, sostanzialmente, di un moto oscillatorio in cui la traiettoria viene ripetuta più volte in diversi punti dello spazio che sono anche opposti tra loro. Questo tipo di moto è il più semplice tra tutti quelli oscillatori, poiché consente di poter trascurare gli effetti degli attriti che vengono smorzati dalla stessa oscillazione.

36

La traiettoria è costituita da un diametro che viene generato dal movimento, e che divide la stessa in due semicirconferenze identiche. Il moto della proiezione sul diametro di un punto che si muove su una circonferenza di moto circolare uniforme, ha come formula la seguente: x = cos (wt). Si tratta delle legge oraria, in cui x è lo spostamento di equilibrio ed r rappresenta l'ampiezza massima che l'oscillazione può raggiungere. La velocità, invece, non è di tipo costante, a differenza del moto circolare uniforme: essa varia continuamente e aumenta nel momento in cui si trova agli estremi dell'oscillazione.

Continua la lettura
46

Assodato il fatto che la velocità cambia, viene da sé che se ne possa calcolare l'accelerazione. Quest'ultima è direttamente proporzionale alla distanza dal centro dell'oscillazione, ed è massima quando giunge agli estremi, mentre invece è nulla quando passa per il centro. La formula per indicare questo tipo di spostamento viene espressa con: a = -wx^2 = -w^2 r cos (wt). Il massimo valore che viene assunto corrisponde all'accelerazione centripeta che si ha proprio nel moto circolare uniforme.

56

Nel moto armonico, come anche in quello circolare, si possono definire alcuni concetti come quello di periodo e di frequenza. Il primo termine può essere espresso con la lettera T, e corrisponde alla durata dell'intera oscillazione, mentre la frequenza indica le oscillazioni complete che vengono descritte in un secondo, e che sono definibili con la lettera F.

66

Abbiamo visto, in questi passi, quali sono le principali caratteristiche del moto armonico. Per chi non ha particolare dimestichezza con le basi della fisica, consiglio di consultare un testo di fisica, in modo tale che possa comprendere nel dettaglio anche i fenomeni più semplici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Il moto rettilineo: appunti di fisica

Il moto rettilineo è una conseguenza evidente di una interazione fisica: un mattone cade, una particella si muove, un timpano vibra. In particolare questo tipo di moto descrive il movimento di un oggetto lungo una linea retta, con (moto uniformemente...
Superiori

Come Calcolare La Forza Elastica E Il Moto Armonico

Molto spesso la fisica sembra complicatissima da capire, con tutte le definizioni da imparare e tutte le formule da comprendere, ma basta una guida chiara e semplice per riuscire a capire i concetti fondamentali. Nella guida seguente vedremo come fare...
Superiori

Appunti di fisica: l'energia cinetica

La fisica tra le varie branchie parla anche di energia cinetica, che è importante per conoscere la velocità di corpi e masse sia da fermo che in fase di accelerazione. In riferimento a ciò, nella seguente guida, ci sono alcuni esaustivi appunti utili...
Superiori

Fisica: la legge di conservazione della quantità di moto

Nella fisica, la legge di conservazione della quantità di moto è quella legge che stabilisce che, in un sistema isolato, la quantità di moto rimane costante nel tempo. Per sistema isolato intendiamo che non vi siano forze esterne. Questo tipo di legge...
Superiori

Fisica: il moto rettilineo uniforme

Il moto rettilineo uniforme risulta essere uno dei concetti fondamentali della fisica. Inizalmente l'argomento potrebbe sembrarvi piuttosto complicato, ma con un po' di attenzione ed impegno potrete comprenderlo senza problemi. Dunque, se desiderate risparmiare...
Superiori

Appunti di fisica: conduzione del calore

Una parte importante della Fisica è la Termodinamica, ovvero lo studio e le applicazioni dell’energia termica (comunemente chiamata "calore") dei sistemi. Un concetto abbastanza notevole in termodinamica è quello di temperatura. Di fatto, quando il...
Superiori

Appunti di fisica sull'elettricità

L'elettricità e l' energia elettrica sono argomenti che vengono trattati nelle scuole durante le ore di fisica, ma spesso agli studenti questa materia non è del tutto chiara, perché ricevono troppe informazioni e in poco tempo. Per fare chiarezza...
Superiori

Fisica: il moto dei pianeti

In ordine di distanza dal Sole, i pianeti del Sistema solare sono: Mercurio, Venere, Terra, Marte (chiamati pianeti interni, o terrestri, perché presentano caratteristiche che sono simili a quelle del nostro pianeta), Giove, Saturno, Urano, Nettuno (detti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.