Appunti di filosofia: il trascendente di Heidegger

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Comprendere la filosofia non dovrebbe risultare un privilegio, ma un sacrosanto diritto. La maniera migliore per accedere ai meandri della filosofia consiste in due aspetti. Mettere da parte la credenza sbagliata su essa e lasciarsi catturare dalla bellezza del filosofare. Fra i più grandi autori di filosofia contemporanea si ricorda Martin Heidegger, le cui teorie vengono considerate difficoltose. Negli appunti che troverete qui di seguito non cercherò di sfatare queste false leggende. Analizzerò invece come si configura il Trascendente secondo il filosofo tedesco Martin Heidegger (1889-1976). Buona lettura!!!

27

Occorrente

  • Manuale di filosofia
  • Dizionario filosofico
  • Passione per la filosofia
37

L'opera "Essere e Tempo": l'essere dell'uomo-nel-tempo

Martin Heidegger è un filosofo tedesco contemporaneo, il quale si interessò nello specifico di esistenzialismo. Una delle sue opere più famose e rappresentative si chiama infatti "Essere e Tempo". Come filosofo dell'esistenza, Martin Heidegger non è d'accordo con il significato kantiano e neo-kantiano di Trascendente, dunque attribuisce un altro senso al presente termine. Per questo filosofo tedesco, il significato di Trascendente si può cogliere soltanto in relazione all'essere-nella-storia o, meglio ancora, all'essere dell'uomo-nel-tempo. Quest'ultimo diviene così un essere-nel-mondo. L'esistenza non rappresenta più una porzione del tutto, ma diventa un prendere parte al tutto medesimo.

47

Trascendenza in senso classico, in senso kantiano e secondo Martin Heidegger

Veniamo così al dunque, ossia prendiamo quello che abbiamo detto di Trascendentale e di Martin Heidegger. Mescolandoli assieme, il quadro prospettato davanti dovrebbe risultare più elementare. Considerando gli elementi forniti, è possibile affermare che Trascendenza vuol dire questo. Superare le categorie o il particolare, in senso classico. Sormontare l'empirismo, in senso kantiano. Smettere di essere una parte-del-mondo e iniziare ad essere-nel-mondo (oltrepassare il sè), secondo Martin Heidegger. Tale filosofo contemporaneo afferma che l'uomo accetta il mondo al quale appartiene, ne risulta protagonista attivo, lo assiste e vi interviene. Questo poiché essere parte-del-tutto significa essere-il-tutto.

Continua la lettura
57

Il Trascendentale: Immanuel Kant

Nell'afferrare il Trascendente in Martin Heidegger, bisogna analizzare le due parti della questione posta. Da una parte si ha Trascendentale, mentre dall'altra si ha il filosofo tedesco. Il Trascendentale ha una propria storia e sfugge le categorie in senso aristotelico. Dunque questo termine indica quello che di più universale si possa pensare. Il significato venne comunque modificato con Immanuel Kant, il quale definiva come Trascendentale le riflessioni filosofiche sugli elementi a priori della conoscenza. Egli lo adoperava spesso come sinonimo stesso di a priori e come contrario di empirico. Adesso si ha un concetto generale di Trascendentale e bisogna soltanto incastrarlo nella parte di Martin Heidegger.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Approfondite l'argomento leggendo qualche buon manuale di filosofia e il dizionario filosofico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di filosofia: il neoplatonismo

La filosofia è una materia piuttosto complessa e ricca di sfaccettature, che richiede molto tempo e studio per essere studiata ed appresa appieno. Molte sono le correnti che si sono susseguite durante gli anni e che hanno portato profondi cambiamenti...
Superiori

Appunti sulla filosofia politica di John Locke

John Locke fu un filosofo inglese nato nel 1632 e scomparso 1704. Stiamo parlando di uno dei più importanti e conosciuti pensatori della filosofia moderna. Formatosi all'università di Oxford, dedicò gran parte della sua vita allo studio della conoscenza...
Superiori

Appunti di filosofia: Platone

La filosofia è una particolare disciplina che si occupa di riflettere sull'essere umano e sul mondo, ponendosi domande sull'esistenza, sul senso dell'essere, cercando di definire quali siano i limiti della conoscenza. Sono molti i filosofi importanti...
Superiori

Parmenide e la filosofia antica

Parmenide fu il fondatore della scuola di Elea. Se Eraclito si è espresso attraverso dei frammenti, Parmenide sceglie di esprimersi attraverso la poesia. Il suo "Poema sull'Essere" ci è giunto in frammenti e non nella sua interezza, e pare proprio che...
Superiori

Filosofia: il pensiero di Shopenhauer

Uno dei maggiori filosofi dell'800 è sicuramente Arthur Schopenhauer. Il suo pensiero è molto complesso, e trae la sua origine dall'illuminismo, con delle forti contaminazioni orientali. La sua filosofia è tendenzialmente pessimistica, quasi misantropa,...
Superiori

Feuerbach: filosofia ed opere

Ludwig Feuerbach nacque nel 1804 e morì nel 1872. Egli era un filosofo e fu uno dei massimi esponenti della sinistra hegeliana. Insieme a Marx, ed uno dei più importanti filosofi che agirono sull'analisi della religione e dei suoi effetti, in particolare...
Superiori

Come studiare la filosofia

La filosofia studia l'uomo, il pensiero, la concezione del mondo e il senso dell'esistenza umana e cerca di superare i limiti della conoscenza. Già a partire dal periodo inerente all'antica Grecia, diversi studiosi hanno cominciato a confrontarsi studiando...
Superiori

La filosofia di Talete di Mileto

Nel seguente articolo vi parlerò brevemente della filosofia di Talete di Mileto, ovvero il figlio di Essamias nato verso il 624 avanti Cristo e deceduto nel 546 avanti Cristo. Egli viene ritenuto come il primo dei sette sapienti della Grecia. Erodoto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.