Appunti di epigrafia greca

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L’epigrafia (parola derivante dal greco “sopra” e “scrittura”) rappresenta una disciplina ausiliaria particolarmente connessa all'archeologia. Il proprio studio è fondato sulla lettura e sull'interpretazione degli epigrafi (iscrizioni che gli antichi hanno lasciato sui materiali e sugli oggetti d'origine differente. Nei seguenti appunti di epigrafia greca esposti dettagliatamente ed esaustivamente nei passaggi successivi, vi illustrerò bene la storia degli studi, le opere di catalogazione moderne ed alcune tra le maggiori attestazioni rinvenute!!!

24

Scipione Maffei

Nel Medioevo, i pellegrini che andavano in pellegrinaggio nella Terrasanta iniziarono a raccogliere (forse per curiosità) dei frammenti di epigrafi provenienti dal mondo greco-romano, ma senza studiarne i simboli o realizzare una vera raccolta. Bisognerà aspettare il Medioevo per la nascita dei primi testi in cui venivano raccolte le iscrizioni e comprovati attentamente sia i dati fisici sia quelli di ritrovamento dei singoli pezzi. In Italia, il primo studioso ad eseguire la distinzione tra epigrafi greche ed epigrafi latine è stato Scipione Maffei: dopo un progetto cominciato nel 1730 ed alcuni viaggi tra le città del Mediterraneo, egli fondò il museo lapidario maffeiano a Verona.

34

Corpus Inscriptionum Graecarum

Le raccolte sistematiche finirono con la creazione del "Corpus Inscriptionum Graecarum" (CIG), composto da quattro volumi e curato dall'Accademia delle Scienze di Berlino: quest'ultima era guidata da alcuni illustri tedeschi di filologia ed epigrafia, come August Boeckh e Adolf Kirchhoff, che suddivise il bacino del Mediterraneo in tre aree di studio (gruppo orientale, isola di Creta e gruppo occidentale). All'importante testo "Corpus Inscriptionum Graecarum", seguirono:- i volumi dedicati all'Egitto (1842);- i "Recueil des inscriptions grecques et latines de l'Égypte" (1842-1848), che furono redatti da Antoine Jean Letronne;- i tre libri del "Corpus Inscriptionum Atticarum" (1873-1888).

Continua la lettura
44

Inscriptiones Graecae

All'inizio del Novecento, le nuove scoperte condussero alla redazione di un nuovo testo composto da sedici volumi, che riprese i "CIG" e venne chiamato "Inscriptiones Graecae" (IG). Le iscrizioni di Delfi vennero raccolte all'interno del "Corpus Inscriptionum Delphorum", che era formato da tre volumi. Gli altri testi che meritano di essere nominati sono i seguenti:
- il “Monumenta Asiae Minoris Antiqua” (MAMA), che parla dei ritrovamenti epigrafici rinvenuti in Asia minore;
- i “Journal of Hellenic Studies” (JHS), utili per le persone che seguono l'epigrafia greca per curiosità o studio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di letteratura greca: Lisia

Durante i nostri percorsi di studio ci è sicuramente capitato di imbatterci in una materia complessa e difficile. Tra le tante materie di questo genere, troviamo senza ombra di dubbio la letteratura greca. Prendete sempre molti appunti durante le lezioni...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Esiodo

Lo studio della letteratura greca, per parecchi studenti rappresenta un ostacolo insormontabile. Se infatti da un lato si tratta di una materia molto affascinante e carica di emozioni, dall'altra riuscire a ricordare tutti gli aspetti caratteristici di...
Superiori

Appunti di storia greca: le guerre persiane

In questa guida forniremo degli appunti di storia greca che trattano del tema "delle guerre persiane", cercando di riassumerne i momenti cruciali. Nel VI secolo a. C. Ciro il Grande riunifica i regni dei Medi e dei Persiani, creando una nuova potenza...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Isocrate

Isocrate è un maestro dell'oratoria antica ed il più longevo nella letteratura greca. Nella sua lunga esistenza, assiste all'evoluzione storico-politica del mondo ellenico del IV secolo a. C. Pertanto, vive l'egemonia tebana e l'ascesa del macedone...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Demostene

Demostene (nato nel 384 a. C. e morto nel 322 a. C.) era un uomo politico ateniese, che veniva ritenuto il più grande oratore greco. La propria reputazione era determinata dalle sue appassionate orazioni contro Filippo II di Macedonia (che nacque nel...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Aristofane

In questo tutorial vi citeremo degli appunti di letteratura greca: Aristofane per la precisione. Egli fu uno dei maggiori commediografi importanti della letteratura greca antica. Purtroppo non si hanno tante informazioni sulla sua vita, però si sa certamente...
Superiori

Appunti di storia greca: Sparta e Atene

Fra le molte città-stato della Grecia, due furono più potenti e rappresentative delle altre: Sparta, città di terraferma, oligarchica e chiusa, orientata all'arte della guerra; Atene, città marittima e commerciale, destinata a sviluppare forme democratiche...
Superiori

Appunti di letteratura greca: Apollonio Rodio

Apollonio Rodio (295-215 a. C. Circa) è un poeta epico greco d'età ellenistica. Fu il secondo direttore della Biblioteca di Alessandria e precettore del principe ereditario, il futuro Tolomeo III Evergete. Si tramanda che fosse discepolo di Callimaco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.