Appunti di elettronica: le resistenze

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando gli elettroni si muovono attraverso un materiale, trovano lungo la loro traiettoria una serie di ostacoli costituiti dai nuclei degli atomi di cui è composto il materiale stesso. In questa guida vi forniremo appunti di elettronica, e in particolare analizzeremo la prima legge di Ohm, la resistenza elettrica, i resistori e i tipi di resistenze.

24

Legge di Ohm

Prima legge di Ohm; il rapporto fra la tensione ai capi di una resistenza "R" e la corrente che in esso scorre è costante e vale proprio "R": R=V/I. Questo significa che la tensione V, ai capi del resistore è direttamente proporzionale alla corrente "I" che scorre in esso. La resistenza elettrica è il coefficiente di proporzionalità fra la differenza di potenziale applicata alle estremità di un conduttore e l'intensità di corrente che scorre nel conduttore stesso è uguale a: R= V/I.

34

Resistenza elettrica

La relazione fra tensione e corrente (differenza di potenziale o d. D. P.) in un componente con resistenza "R" e corrente "I" è espressa dalla prima legge di Ohm, ovvero: V=RI. Con questa equazione riusciamo a calcolare il d. D. P. Proprio ai capi della resistenza. Il passaggio della corrente in un componente con resistenza non nulla determina una dissipazione di energia elettrica in energia termica per l'effetto Joule. Per calcolare la potenza dissipata a causa dell'effetto Joule, su di un componente con resistenza pari a "R" dobbiamo usare la relazione: P= VV/R (VV è da intendere come V al quadrato).

Continua la lettura
44

Il resistore e i tipi di resistenze

Tipi di resistenze; esistono diversi tipi di resistenze, ovvero resistenze di alto valore e resistenze di basso valore. Le resistenze di alto valore sono nell'ordine dei MΩ, mentre quelle di basso valore sono nell'ordine delle decine (o delle unità) di Ω. Ogni resistenza presenta 4 "bande" di colori differenti. Per capire il valore della resistenza, le bande devono essere interpretate nel seguente modo: 1. 1 e 2 banda valore numerico della resistenza; 3. Moltiplicatore espresso in ohm, kiloohm (1000) o megaohm (1000 k); 4. Tolleranza (servirsi della tabella in figura per determinare ogni singolo valore). Qualsiasi componente elettronico che manifesti la sola proprietà di resistenza, viene chiamato "resistore". Nella maggior parte dei casi i resistori vengono inseriti nei circuiti per limitare la corrente o per far si che questa assuma il valore desiderato. In un circuito anche il solo filo di rame funge da resistore anche se oppone una resistenza molto bassa. La capacità di un resistore di provocare una caduta di tensione viene quantificata tramite una grandezza fisica chiamata "resistenza".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la caduta di tensione su una resistenza

In elettronica la parola 'resistenza' viene erroneamente utilizzata per identificare il 'resistore'... Ovvero quel componente che "si oppone" al passaggio della corrente elettrica... E di conseguenza provoca una d. D. P. (differenza di potenziale) e quindi,...
Università e Master

Come Misurare Una Resistenza Elettrica Con Un Tester

Il tester (o multimetro) è un dispositivo elettronico che racchiude varie funzioni in un'unica unità, una versione base permette infatti di misurare tensione, corrente e resistenza elettrica. Proprio grazie alla semplicità di utilizzo è molto importante...
Superiori

Come calcolare la resistenza totale di resistenze poste in serie

La fisica è una materia piuttosto interessante ma complessa, necessita di moltissimo studio e pratica per essere compresa ed applicata. Pochissimi infatti sono gli studenti che riescono ad intraprendere questo genere di studi e a portarli a compimento....
Superiori

Come Risolvere Un Circuito Con Le Correnti Di Maglia

Con il metodo esposto di seguito, è possibile riuscire a risolvere un circuito con le correnti di maglia. Questo sistema è molto raffinato e nello stesso tempo molto efficace in quanto, una volta che lo si padroneggia bene, permette di risolvere veramente...
Università e Master

Come risolvere un circuito col metodo potenziali nodali

Per risolvere un circuito col metodo potenziali nodali, è necessario utilizzare la legge di Ohm, in moda da rilevare le correnti sconosciute dai potenziali nodi e dalle fonti di tensioni quando è necessario. Per tutte le correnti sconosciute, bisogna...
Superiori

Come applicare il teorema di Thevenin

Il teorema di Thevenin, un ingegnere francese che è vissuto tra il 18° ed il 19° secolo, rappresenta una via di risoluzione abbastanza semplice, riguardante le reti lineari complesse. Ovviamente, a prima vista può apparire come qualcosa di complicato,...
Università e Master

Come spiegare la legge di Joule

La fisica è una materia non molto amata dagli studenti, ma di fondamentale importanza. Infatti la fisica è, assieme alla matematica, la base di tutte le materie scientifiche. Per questo occorre studiarla con passione e sopratutto far propri i concetti...
Università e Master

Come eseguire una somma di conduttanze con due resistori

Nella seguente semplice e rapida guida che vi andrò ad enunciare immediatamente nei passaggi successivi, vi spiegherò molto brevemente, ma comunque dettagliatamente, come bisogna eseguire una determinata somma di conduttanze elettriche, nella situazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.