Appunti di elettronica digitale: Inverter CMOS

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Questa guida mette insieme alcuni appunti di elettronica digitale sull'Inverter CMOS, il nucleo di tantissimi sistemi digitali. L'inverter è un dispositivo elettronico in grado di convertire la corrente continua (CC o DC, dal termine inglese Direct Current) in ingresso in corrente alternata (CA o AC, dall'inglese Alternating Current) in uscita, a una determinata frequenza e tensione. Essendo, dal punto di vista funzionale, l'opposto di quello che, comunemente, viene chiamato raddrizzatore di corrente, l'inverter è spesso chiamato anche "raddrizzatore-invertitore". L'inverter è indispensabile nel caso di quei dispositivi che funzionano solo con la corrente alternata, consentendo loro di sfruttare la corrente continua. Gli utilizzi dell'inverter sono tantissimi: impianti fotovoltaici a isola o grid connected, controllori di velocità per motori elettrici, nell'illuminazione, alimentatori switching e gruppi di continuità. Con l'introduzione della tecnologia CMOS (Complementary Metal-Oxide Semiconductor), pensata appositamente per essere usata nei circuiti integrati, si riesce a ridurre, in modo considerevole, il consumo di corrente elettrica.

26

La tecnologia CMOS è utilizzata oggi in tantissimi circuiti usati in altrettante applicazioni. Anche i computer e i telefoni cellulari sfruttano i circuiti CMOS per i loro vantaggi: alta velocità, bassa dissipazione di potenza (idealmente nulla), margini di rumore elevati e buona capacità di funzionamento con varie tensioni in ingresso.

36

L'inverter CMOS è statico, nel senso che mantiene il suo stato finché resta collegato all'alimentazione. Nell'immagine allegata è stato rappresentato lo schema di un inverter CMOS, caratterizzato da alcune eccellenti proprietà: un ottimo swing logico (da 0 a ѴDD) e una non-linearità adeguata. Questo inverter è, attualmente, il più diffuso e il più usato.

Continua la lettura
46

Per concludere, ricordiamo che un circuito inverter CMOS elementare è formato da due MOSFET complementari: un NMOS e un PMOS legati in serie. La tabella di verità di un inverter è molto semplice ed è stata rappresentata nell'immagine allegata. Il funzionamento dell'inverter CMOS è molto semplice se viene spiegato con le seguenti formule: Ѵin = 0Ѵ e ѴGSn = 0Ѵ quando il transistore n è spento e ѴGSp = ѴDD quando il transistore p è acceso. In pratica, tra ѴDD e massa non c'è corrente. Quando Ѵin = ѴDD, ѴGSn = ѴDD e ѴGSp = 0 la situazione è simmetrica a quella descritta prima.

56

Guarda il video

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti: Teoria dei segnali

Molto spesso, gli argomenti più difficili da apprendere, sono quelli che presentano elementi che è molto difficile ricordare. Infatti, molti studenti, fanno ricorso all'uso di evidenziatori, sottolineando con colori forti le parti più importanti di...
Università e Master

Cos'è un archivio digitale

Prima dell'introduzione del PC, l'archiviazione dei documenti veniva eseguita in modo manuale. Utilizzando vari strumenti cartacei e contenitori per custodire e tenere in ordine l'archivio. Oggi tramite internet, è possibile reperire il materiale che...
Università e Master

Elettronica: leggi di Kirchhoff

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri cari lettori, interessati a questi argomenti, a capire cosa siano le leggi di Kirchhoff, in campo di elettronica, in maniera tale da poterle utilizzare quando ne sarà necessario. Nell'ambito dell'elettronica...
Università e Master

Come riordinare gli appunti dopo la lezione

Gli studenti più meticolosi, che non vogliono perdersi la spiegazione del professore, sono soliti prendere appunti durante una lezione. In questo modo, ripassare a casa risulta essere molto più semplice e pratico. Tuttavia, poiché gli insegnanti tendono...
Università e Master

Appunti di chimica: il modello VSEPR

In sostanza consiste in alcune semplici valutazioni della struttura di una molecola per arrivare al decretarne la geometria. Questa teoria si basa su semplici assunzioni derivanti dalla fisica e dall'elettrostatica: le coppie elettroniche di non legame...
Università e Master

Come rilegare gli appunti come un libro

Gli appunti sono un elemento fondamentale per tutte quelle persone che sono chiamate ad assistere a delle lezioni, ad una conferenza oppure semplicemente ad una formazione di lavoro e molto spesso rappresentano un vero e proprio dilemma perché vengono...
Università e Master

Appunti di zoologia

La zoologia è una scienza affascinante e coinvolgente. Questa disciplina studia gli animali e la loro evoluzione. La comprensione della nascita della vita ed il suo evolversi è il metodo più adeguato per la scoperta delle sue origini. La guida di oggi...
Università e Master

Appunti di sociologia dei consumi

Per chi compie i propri studi in ambito sociologico, mettiamo a disposizione alcuni appunti relativi alla materia della sociologia dei consumi. Saranno utili per comprendere come individuare l'utilizzo sociale degli oggetti volti al soddisfacimento dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.