Appunti di economia aziendale: l'elasticità incrociata

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questo manuale vi illustriamo alcuni appunti di economia aziendale. L' elasticità incrociata è molto importante nel settore perché misura la reattività della domanda di un bene rapportata alla variazione del prezzo di un secondo bene. Tale parametro si misura come la variazione percentuale della domanda. Quest'ultima scaturisce in seguito ad una variazione percentuale del prezzo del secondo bene. Ma ora entriamo nei particolari e vediamo di cosa si tratta.

26

Ecco alcuni appunti di economia aziendale sull'elasticità incrociata. Prendiamo in considerazione alcuni casi. Per esempio, se in risposta ad un aumento del 10% del prezzo del carburante la domanda di vetture di nuova immatricolazione diminuisce del 20%, l'elasticità incrociata della domanda diventa di -20% : 10% = -2. Il risultato rappresenta un'elasticità incrociata di tipo negativo, secondo la quale due prodotti sono complementari. Al contrario, un'elasticità incrociata positiva avrebbe contrassegnato due prodotti sostitutivi.

36

Scopriamo altri appunti di economia aziendale sull'elasticità incrociata. Le due relazioni chiave citate in precedenza potrebbero andare contro la propria intuizione. Tuttavia, esse scaturiscono da motivazioni molto semplici. Si presuppone infatti che i prodotti (carburante e vetture) siano complementari. Tutto ciò significa che un aumento della domanda del carburante nasce da un incremento della quantità domandata di auto. Di conseguenza, se il prezzo delle auto cala, la curva della domanda si sposta verso destra e cresce. Quindi, si ha un valore negativo per l'elasticità incrociata della domanda. Lo stesso ragionamento è valido anche per i prodotti sostitutivi.

Continua la lettura
46

Nel caso citato prima, i due beni sono complementari. Ciò significa che si utilizzano insieme. In tali occasioni, l'elasticità incrociata della domanda risulta negativa, come già dimostrato dalla diminuzione delle domanda di vetture in caso di aumento del prezzo del carburante. Quando i sostituti sono perfetti, l'elasticità incrociata della domanda è pari ad infinito positivo. Una circostanza che si verifica quando tutti e due i beni sono consumabili. Quando i due beni sono indipendenti l'uno dall'altro, o quando un bene non dipende dalla domanda, la domanda di quel bene risulta indipendente dalla quantità consumata da tutti gli altri prodotti disponibili al consumatore. Inoltre, l'elasticità incrociata della domanda è nulla. Vediamo ancora i nostri appunti di economia aziendale sull'elasticità incrociata.

56

Quando i beni sono sostituibili, il rapporto di deviazione scaturisce dal rapporto dell'elasticità incrociata moltiplicato per il rapporto del prodotto richiesto. Quel rapporto di deviazione si genera dalla quantità di domanda per il prodotto. In genere, il rapporto di deviazione coincide con la misura della quantità di domanda di vetture che può diminuire in seguito all'aumento del prezzo del carburante. Vi abbiamo mostrato cos'è l'elasticità incrociata e vari appunti di economia aziendale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di economia aziendale: il Leveraged buyout (LBO)

Il "Leveraged Buyout" (LBO) significa "acquisizione attraverso debito", ovvero una serie di operazioni finanziarie volte all'acquisto di una società. Esistono tre categorie di promotori dell'iniziativa finanziaria LBO: i manager della società stessa...
Superiori

Appunti di economia aziendale: la duration di portafoglio

Nel mondo finanziario si definisce portafoglio l'insieme di tutte le attività finanziarie, riferite a una persona fisica o giuridica, correlate ad un certo investimento. Investire in un portafoglio di titoli è una tipologia meno rischiosa rispetto ad...
Superiori

Appunti di economia aziendale: la stagflazione

Cominciamo col dire che definire il termine stagflazione non è molto facile, in quanto implica la conoscenza di altri termini quali deflazione ed inflazione. Si parla per la prima volta di questo fenomeno sopratutto nel periodo della crisi petrolifera,...
Superiori

Come calcolare il punto di equilibrio in economia aziendale

Che cosa è e come calcola il punto di equilibrio in economia aziendale? Come si usa e perché è una nozione utile a chiunque conduca un'attività economica? Nei prossimi paragrafi impareremo a calcolare il punto di equilibrio e capiremo perché è utile...
Superiori

Appunti di economia politica: il mercato

Il primo contatto con l'economia politica, specialmente nel caso in cui si provenga da studi liceali, potrebbe apparire traumatico e difficoltoso. Un metodo ottimo per famigliarizzare con la nuova materia, è sicuramente quello di comprendere le parole...
Superiori

Come calcolare il fabbisogno finanziario aziendale

Capita spesso, nelle interrogazioni, parlare del fabbisogno finanziario dell'azienda. Molte delle volte, questo concetto viene trascurato in molti programmi scolastici o non assimilato in maniera del tutto corretta dai ragazzi che, ahimè, dovrebbero...
Superiori

Principi e teoremi dell'economia del benessere

L'economia del benessere o "welfare economy" è una branca della microeconomia che studia l'equilibrio e la dinamica del libero mercato, ponendolo in contrapposizione con quello che subisce ingerenze da parte dello Stato o che è obbligato ad adeguarsi...
Superiori

Economia: beni e bisogni economici

L'etimologia del termine economia, che deriva dalla lingua greca, è formata dall'unione del termine οίκος (casa), e νομος (norma). L'economia, infatti, rappresenta la scienza che analizza lo studio economico degli equilibri collettivi ed individuali,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.