Appunti di diritto: possesso e proprietà

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La proprietà e il possesso sono due concetti importanti in materia di diritto, infatti per quanto possano sembrare identici, in realtà hanno un significato ben diverso. Per proprietà si intende un diritto che si avvale contro tutti coloro che sono soggetti alla legge che conferisce il potere di essere titolari incondizionati di un bene. La proprietà è il pieno controllo su un oggetto, sul quale il proprietario ha tre diritti: possesso, usufrutto e titolarità. Il possesso può essere invece definito come la proprietà temporanea di un bene, come ad esempio quando si affitta un appartamento o si noleggia un auto. Premesso questo, ecco nella seguente guida alcuni appunti di diritto sul possesso e la proprietà.

27

Occorrente

  • Dispense o sintesi del diritto privato.
37

Importanti differenze

Proprietà e possesso sono due concetti che, a prima vista, potrebbero sembrar significare la stessa cosa, ma, in realtà, hanno due differenti accezioni. Indicano, infatti, delle situazioni di dominio, legale, su un bene materiale, ma sul quale vi è una tutela giuridica differente in base alle molteplici circostanze che si potranno verificare. Per riuscire a spiegare in maniera chiara ed esauriente il concetto di possesso, si può, innanzitutto, prendere come esempio il contratto di locazione. Quest'ultimo, conferisce al locatario il pieno diritto di disporre, di godere, di usufruire e dunque di "possedere" il bene, grazie al diritto adeguatamente riconosciuto dallo stesso titolare della proprietà, per un periodo più o meno rilevante.

47

I limiti del possesso rispetto alla proprietà

Il possessore di un bene, dunque, è solo formalmente equiparato al reale proprietario, in quanto quest'ultimo conferisce il diritto al primo di godere e di utilizzare l'oggetto del possesso, come fosse di propria esclusiva proprietà, ma con i relativi limiti derivanti da questa azione (il possessore, infatti, non potrà cedere a terzi il diritto o disporre la vendita, facoltà spettanti unicamente al titolare della proprietà).

Continua la lettura
57

Esempi pratici

Un altro esempio, che aiuterà a comprendere meglio questa distinzione, è costituito dal contratto di deposito. Tramite esso, un soggetto deterrà un potere sul bene a carattere, meramente, temporaneo. In quest'ultimo caso, si parlerà di un possesso, con diritti in capo al possessore piuttosto limitati ma comunque esistenti, rientranti, appunto, nella fattispecie di possesso.
Nel linguaggio sociale i due termini, vengono spesso utilizzati senza alcuna differenziazione, ignorando che la tutela giuridica che li disciplina è nettamente diversa e, quindi, non confondibile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Approfondire ogni situazione, in cui vi siano dei dubbi, andando ad attingere dal diritto privato e dal codice civile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di diritto privato: la compravendita

La compravendita (o più semplicemente vendita come la definisce il codice civile), è un contratto reale ad effetti obbligatori e, costituisce la più antica forma di contratto di scambio. Esso è anche a prestazioni corrispettive e dunque a titolo oneroso....
Università e Master

Diritto amministrativo: alcuni appunti

Il “diritto amministrativo” è una branca del diritto pubblico con il compito di regolare le attività della pubblica amministrazione (P. A.) e il suo rapporto con i cittadini. In poche parole, il diritto amministrativo si occupa di regolare le modalità...
Università e Master

Appunti di diritto degli enti locali

Per "ente locale" s’intende un ente pubblico la cui competenza degli organi si limita in una definita circoscrizione territoriale. Ha interessi pubblici e si contrappone agli enti nazionali, il cui scopo si estende all'intero territorio della nazione....
Università e Master

Appunti di istituzioni del diritto romano

Per chi si è iscritto o vuole iscriversi alla Facoltà di Giurisprudenza l'esame di Istituzioni di diritto Romano rappresenta solitamente il primo esame da sostenere. Esso è propedeutico ad altri esami, come quello di Diritto romano, e quindi dovrà...
Università e Master

Appunti di diritto: le forme di Stato

Per "forme di stato" si intendono i principi che caratterizzano un ordinamento statale e che disciplinano i rapporti fra lo Stato e la comunità dei cittadini (sia singoli che associati). È bene sapere, comunque, che esiste anche un'altra definizione...
Università e Master

Appunti di diritto privato: i beni

Se sei in procinto di preparare un esame di diritto privato di sicuro non potrai fare a meno di studiare i beni giuridici; dato che questa è una delle domande a cui dovrai rispondere in sede di esame, è necessario che tu sia ben preparato su questo...
Università e Master

Appunti di Diritto sanitario

Quasi tutte le scoperte scientifiche che vengono fatte oggi, sono costrette ad adeguarsi a quelle che sono le regole del diritto sanitario. Il diritto sanitario è considerato una disciplina fondamentale nel campo sanitario e, soprattutto, è in continua...
Università e Master

Storia del Diritto, alcuni appunti

La Storia del Diritto italiano è molto articolata e parte dal Medio Evo. Per poter comprendere al meglio il complesso mondo del Diritto, è necessario conoscere anche la parte storica della nostra Nazione e le tante precedenti esperienze che hanno il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.