Appunti di diritto civile: l'errore

tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

La volontà rappresenta l'elemento essenziale nella formazione dei negozi giuridici: ovviamente, affinché essa possa essere recepita da un'altra volontà ed approdare ai risultati pratici desiderati, deve essere dichiarata mediante qualsiasi mezzo consentito. Le divergenze tra la volontà interna e la dichiarazione possono essere di due tipologie: involontarie (come l'errore ostativo e la violenza fisica); volontarie (come le dichiarazioni a scopo didattico o evidentemente non serie, la riserva mentale e la simulazione). Nei passaggi successivi del seguente lungo e dettagliato articolo, esaminerò bene alcuni appunti di diritto civile relativi all'errore!!!

29

Per errore ostativo si intende uno sbaglio che è di ostacolo alla formazione del negozio giuridico e questo era anche il significato attribuitogli dal codice civile abrogato: pertanto, sia la dottrina che la giurisprudenza concordavano nell'affermare che esso producesse la nullità. Per il codice civile attualmente in vigore, invece, l'errore ostativo è quello che cade sulla dichiarazione esterna o sulla propria trasmissione, per cui determina l'annullabilità del negozio giuridico.

39

Supponiamo che ad un determinato fornitore viene dichiarato dalla controparte di accettare le proprie condizioni di vendita, ma viene scritto "1" piuttosto che il "10" pattuito oppure la trasmissione del testo è avvenuta con questo errore ostativo: nel primo caso, l'errore è commesso dal medesimo dichiarante; nell'altra situazione, l'errore viene fatto da un terzo e produce l'annullamento del contratto soltanto se era riconoscibile dall'altro contraente.

Continua la lettura
49

Nell'esempio del passo precedente, la teoria dell'affidamento gioca a favore non del dichiarante, ma del destinatario: infatti, se può essere facilmente riconosciuto l'errore stampato in cui c'è scritto "Accetto di concludere l'affare al prezzo convenuto di 10", la stessa cosa non è possibile dirla quando una parte non desidera concludere l'affare, ma dal testo si comprende chiaramente il contrario (poiché lo scrivente ha erroneamente omesso un non essenziale, ovvero ha "accettato" anziché "non accettato". Pertanto, qualora il venditore spedisca la merce in totale buona fede (non essendo capace di riconoscere l'errore), il negozio giuridico sarà valido e vincolerà l'acquirente (articolo 1433 c. C.).

59

Un'altra tipologia d'errore è nel concetto di vizio della volontà e, in questo caso, sarà la falsa conoscenza oppure l'ignoranza di una cosa o norma giuridica ad indurre il dichiarante ad eseguire un negozio giuridico su presupposti non rispondenti alla realtà: senza tale falsa rappresentazione, quest'ultimo non sarebbe stato posto in essere. L'errore vizio è differente dall'errore ostativo perché, mentre il primo cade sull'istante antecedente la dichiarazione esterna, l'altro cade sulla manifestazione della volontà (viene scritto "10" invece di "1").

69

Supponiamo che ritengo di acquistare un portafoglio di pelle e invece si tratta di un classico portafogli in plastica e finta pelle. Analizzando la definizione data nel passaggio precedente, risulta che l'errore vizio è di due tipologie: di fatto, se cade sull'identità o sulla qualità di un oggetto o una persona; di diritto, quando riguarda l'ignoranza o la mancata conoscenza di una norma giuridica. Inoltre, per poter produrre l'annullabilità del negozio giuridico, l'errore vizio dovrà essere fondamentale e riconoscibile dalla controparte.

79

Poniamo il caso che un appaltatore compra un lotto di terreno con il desiderio di costruire uno stabile, ma poi viene a sapere che il piano regolatore comunale lo vieta. Con riferimento all'errore di diritto, occorre precisare che non esiste inconciliabilità con il principio che "non è ammessa l'ignoranza della legge", seppur nessuno possa invocare la mancata conoscenza delle norme giuridiche per sottrarvisi. Nell'errore di diritto, il richiamo all'erronea conoscenza di una norma giuridica è compiuto poiché essa è stata essenziale nella conclusione del negozio giuridico di cui si richiede l'annullamento.

89

In ogni caso, per ottenere l'annullabilità, l'errore deve essere fondamentale (se influisce determinatamente sulla volontà, ovvero in modo tale che l'individuo non avrebbe concluso il negozio giuridico) e riconoscibile dall'altro contraente (quando, come afferma l'articolo 1431 del codice civile, un soggetto di normale diligenza avrebbe potuto rilevarlo in relazione al contenuto o alle circostanze del contratto o alla qualità dei contraenti). Nell'esempio precedente, il proprietario del terreno sottoposto al vincolo edilizio, utilizzando un minimo di diligenza, avrebbe dovuto capire che l'appaltatore non procedeva all'acquisto se fosse stato a conoscenza del divieto: un tipico errore di calcolo non determina l'annullabilità, perché sarà sufficiente una rettifica.

99

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di diritto privato: la compravendita

La compravendita (o più semplicemente vendita come la definisce il codice civile), è un contratto reale ad effetti obbligatori e, costituisce la più antica forma di contratto di scambio. Esso è anche a prestazioni corrispettive e dunque a titolo oneroso....
Università e Master

Appunti di diritto privato: fatti e atti giuridici

Il diritto privato è una materia molto vasta che caratterizza moltissimo il nostro ordinamento giuridico. Moltissimo di esso, infatti, è costituito proprio dagli articoli proposti dal codice civile, principale strumento del diritto privato. In questa...
Università e Master

Appunti di diritto commerciale: la tenuta delle scritture contabili

Una sezione fondamentale del diritto commerciale concerne la corretta tenuta delle scritture circa la contabilità da parte degli imprenditori. Il codice civile detta regole ben precise in modo che svolgano correttamente la loro funzione, ovvero tutelare...
Università e Master

Appunti di Diritto della navigazione

Il diritto della navigazione è la disciplina giuridica che presiede legalmente al governo dell'esercizio della navigazione, che può essere per mare o per aria, consentendo quindi la distinzione tra navigazione marittima e navigazione aerea. La primaria...
Università e Master

Diritto amministrativo: alcuni appunti

Il “diritto amministrativo” è una branca del diritto pubblico con il compito di regolare le attività della pubblica amministrazione (P. A.) e il suo rapporto con i cittadini. In poche parole, il diritto amministrativo si occupa di regolare le modalità...
Università e Master

Appunti di istituzioni del diritto romano

Per chi si è iscritto o vuole iscriversi alla Facoltà di Giurisprudenza l'esame di Istituzioni di diritto Romano rappresenta solitamente il primo esame da sostenere. Esso è propedeutico ad altri esami, come quello di Diritto romano, e quindi dovrà...
Università e Master

Appunti di diritto: l'invalidità del contratto

Un contratto, per essere concluso, deve necessario rispettare tutte le norme previste dall'ordinamento giuridico per non incorrere nell'invalidità. Nella seguente guida, attraverso la stesura di appunti di diritto, verrà analizzata l'invalidità del...
Università e Master

Appunti di diritto dell'Unione Europea

Gli appunti di diritto dell’Unione Europea è l’insieme delle leggi giuridiche che regolano i rapporti tra i cittadini e tra gli stati dell’unione europea e i rapporti interni all'unione europea e alle sue istituzioni. La storia del diritto europeo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.