Appunti di chimica: soluzioni tampone

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molte soluzioni acquose sono capaci di mantenere inalterato il proprio pH anche dopo l'aggiunta di piccole quantità di acidi o di basi e vengono definite soluzioni tampone. Questi tipi di analisi chimiche vengono utilizzate molto non solo per le analisi dei liquidi in generale, ma anche per tenere controllati i valori dele sangue. Vediamo più nel dettaglio in questa guida alcuni appunti di chimica relativi alle soluzioni tampone.

25

Per molti e importanti aspetti anche il comportamento chimico dell'acqua marina dipende dal suo pH, tamponato, in prossimità della superficie, ha valori contenuti all'incirca fra 8,1 e 8,3. L'aggiunta di una piccola quantità di acido o di base all'acqua di mare non provoca le variazioni di pH che si registrerebbero con l'acqua pura. Facciamo un esempio aggiungendo 0,1 mL di HCl 1 M (1 x 10-4 mol HCl) a un litro di acqua di mare e ad un litro di acqua pura. Il pH di quest'ultima varia di tre unità, da 7 a 4, laddove quello dell'acqua di mare varia solamente di 0,6 unità, da 8,2 a 7,6. A limitare la variazione di [H+] nel secondo caso sono le sostanze già presenti in soluzione.

35

Il tampone si basa generalmente sulla presenza contemporanea di due specie, una basica, atta a reagire con l' H+ eventualmente aggiunto e l'altra acida, atta, analogamente, a reagire con l'OH-. Naturalmente è anche necessario che queste due specie non si consumino a vicenda, neutralizzandosi. Queste condizioni vengono soddisfatte da coppie coniugate come HC2H3O2-C2H3O2- o NH4+ -NH3. La miscela tampone HC2H3O2-C2H3O2- si prepara aggiungendo alla soluzione dell'acido acetico, HC2H3O2, una certa quantità di acetato di sodio, NaC2H3O2. Analogamente, il tampone NH4+ -NH3 si prepara aggiungendo alla soluzione di ammoniaca una certa quantità di NH4Cl.

Continua la lettura
45

Le due caratteristiche importanti di un tampone sono il pH e la capacità tamponante. Con quest'espressione si indica la quantità di acido o di base che il sistema è in grado di neutralizzare prima che il pH mostri una variazione apprezzabile. La capacità dipende dalle quantità dell'acido e della base che il sistema contiene, mentre il pH dipende sia dal pK della forma debole presente sia dal rapporto fra le concentrazione delle due forme coniugate.

55

Consideriamo un tampone costituito da un acido debole, HX, e dal sale corrispondente, MX, in cui M potrebbe essere Na+, K+, e così via. L'equilibrio di ionizzazione dell'acido è: HX (aq) ←---→ H+(aq) + X- (aq), ad esso corrisponde la costante di ionizzazione: Ka = [H+][X-]/[HX]. Volgendo entrambi i membri dell'uguaglianza in logaritmo, avrai: log Ka = log [H+] + log [X-]/[HX] e moltiplicando per -1 otterrai: -logKa= -log[H+] - log [X-]/[HX]. Essendo -log Ka = pKa e -log[H+] = pH, otterrai pKa =pH - log [X-]/[HX] e pH = pKa + log [X-]/[HX] da tutto questo ottieni la formula generale ovvero: pH= pKa + log [base]/[acido]. Questa relazione, detta equazione di Henderson - Hasselbach, faciliterà molto i calcoli relativi alle soluzioni tampone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di laboratorio di chimica

L'attività di laboratorio è assolutamente necessaria per chi studia e si occupa della chimica. Questa disciplina ha l'obbiettivo di analizzare la materia con particolare riferimento alla struttura microscopica che la compone. A tal proposito, la sperimentazione...
Università e Master

Appunti di chimica: i gas nobili

Quando si parla di gas in chimica si intendono quelle sostanze che si trovano in uno stato aeriforme e che non hanno un proprio volume e una propria forma, quindi non occupano tutto lo spazio a disposizione. Nella seguente guida pertanto verranno dati...
Università e Master

Appunti di chimica: autossidazione radicalica

Nel corso del nostro percorso di studio, scolastico o universitario, possiamo incorrere in argomenti o materie piuttosto complicate. Ad esempio la chimica è una di quelle materie che può provocare molti problemi derivanti dalla sua natura complessa....
Università e Master

Appunti di chimica inorganica: i composti di coordinazione

Studiare la chimica fin dagli anni del liceo, può creare parecchi dubbi e parecchie perplessità. Molti infatti amano studiare le varie composizioni chimiche, i vari composti e lo studio della materia in generale, altri invece fin dagli inizi dello studio...
Università e Master

Appunti di chimica : enantioselettività

La chimica è per molti un vero problema. Infatti le sue formule e i suoi concetti risultano spesso indigesti a molti. In realtà la chimica non è una materia così difficile ma richiede applicazione. In questa guida proveremo ad illustrare in modo semplice...
Università e Master

Appunti di chimica: il modello VSEPR

In sostanza consiste in alcune semplici valutazioni della struttura di una molecola per arrivare al decretarne la geometria. Questa teoria si basa su semplici assunzioni derivanti dalla fisica e dall'elettrostatica: le coppie elettroniche di non legame...
Università e Master

Appunti di chimica: i principi della termodinamica

La termodinamica è una delle branche più importanti di discipline come chimica e fisica. In questa guida saranno illustrati soprattutto gli aspetti riguardanti la chimica: si parlerà quindi di termochimica, più che di termodinamica, anche se i fenomeni...
Università e Master

Appunti di chimica: idratazione degli alcheni

In questa guida andremo ad esaminare un argomento abbastanza difficile da comprendere ed leggermente ostico. Tratteremo, infatti, di alcuni appunti fondamentali di chimica, sperando di essere di supporto a tutti gli studenti di chimica. Nel dettaglio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.