Appunti di chimica: la teoria cinetica della materia

Tramite: O2O 22/11/2021
Difficoltà: media
19

Introduzione

La teoria cinetica della materia, o teoria cinetico-molecolare, è una teoria chimica e fisica che afferma che tutta la materia, nei suoi diversi stati di aggregazione (solido, liquido e gassoso) è composta da particelle miscroscopiche, dette molecole. Come illustriamo negli appunti che seguono, il variare delle condizioni di temperatura e pressione provoca (specialmente nei gas ma anche negli altri due stati di aggregazione) un movimento (o vibrazione) di queste particelle, ovvero l'energia termica si trasforma (o "corrisponde") ad una energia cinetica (cioè ad un movimento) molecolare.

29

I diversi stati della materia: solido, liquido e gassoso

La teoria cinetica, pur essendo fondata su postulati piuttosto semplici, è un utile modello scientifico per interpretare le proprietà della materia nei tre stati fisici. A tal fine però, si deve considerare anche la diversa disposizione nello spazio delle particelle nei tre stati. In un solido le particelle si attraggono fortemente l'una con l'altra; in altri termini ci sono legami fra le particelle tali da mantenerle vicine e fisse in un reticolo cristallino. Nei liquidi questo legame è più debole e le particelle possono scorrere le une sulle altre, pur mantenendo sempre lo stesso volume, indipendentemente dalle variazioni di temperatura e pressione. Nei gas, invece, questo legame è talmente flebile che le particelle possono muoversi in maniera completamente libera le une dalle altre, andando ad occupare completamente il volume del recipiente all'interno del quale il gas è contenuto.

39

La teoria cinetica nei gas

In un gas o in una sostanza aeriforme, le molecole sono lontane le une dalle altre. Esse sono libere di spostarsi in ogni punto del recipiente che le contiene e si muovono casualmente a velocità assai elevate, molto più rapidamente che in un liquido. Le particelle si urtano fra loro e contro le pareti del recipiente, ma meno spesso che in un liquido (a causa della minore densità), ed esercitano reciprocamente forze attrattive piuttosto deboli a causa della distanza intermolecolare. A parità di volume (cioè all'interno del contenitore) pressione e temperatura crescono proporzionalmente, secondo la legge:

pV=nRT
Cioè se aumenta la temperatura, aumenta anche la pressione. Questo perché l'aumento di temperatura provoca un effetto cinetico sulle molecole del gas (aumento di velocità) provocando un maggior numero di "urti" nell'unità di tempo delle molecole sulle pareti del contenitore.

Continua la lettura
49

La teoria cinetica nei liquidi

In un liquido le particelle sono ancora molto vicine fra loro, ma poiché la loro attrazione reciproca è più debole che nei solidi, hanno una maggiore libertà. I loro movimenti sono casuali, gli urti frequenti, anche se in ogni particella riesce a mantenersi a una distanza costante dalle altre. In media hanno un'energia maggiore delle particelle della stessa sostanza in forma solida. L'invariabilità della distanza fra le particelle e la loro vicinanza spiegano la costanza del volume dei liquidi e la loro incompressibilità. Se andiamo ad aumentare la temperatura del liquido, le particelle si muoveranno in maniera più veloce, fino ad arrivare al punto in cui si raggiunge la temperatura di ebollizione ed il liquido si trasforma in sostanza areiforme (stato gassoso) ed evapora.

59

La teoria cinetica nei solidi

Nei solidi il legame intermolecolare è talmente forte che le molecole sono "bloccate" all'interno di un reticolo cristallino più o meno rigido. L'aumento di temperatura non potrà, dunque, far muovere le molecole liberamente, come avviene nei gas o nei liquidi, ma provocherà una vibrazione delle stesse attorno al proprio punto di equilibrio. Anche in questo caso, se la temperatura aumenta fino ad una soglia critica, si raggiungerà la temperatura di liquefazione in cui il solido si trasformerà in liquido e le molecole saranno libere di muoversi come descritto al punto precedente.

69

La teoria di Maxwell

Il primo ad intuire i concetti di cui abbiamo parlato fu lo scienziato tedesco Maxwell. Egli introdusse due concetti molto importanti che ci fanno capire la differenza tra stato solido, liquido e gassoso. Quelli di "velocità molecolare" (e della relativa distribuizione delle velocità, che è chiamata "distribuzione di Maxwell") e di "libero cammino medio" delle molecole. Intuitivamente possiamo capire che nei gas avremo alta velocità molecolare (che, inoltre, aumenta con la temperatura) ed elevato libero cammino medio. Al contrario nei liquidi e nei solidi questi valori saranno via via più bassi.

79

Principio di conservazione dell'energia

Da quanto abbiamo detto possiamo capire che anche la teoria cinetica rispetta il principio di conservazione dell'eregia, cioè che la energia totale, data dalla somma tra energia potenziale ed energia cinetica, deve mantenersi costante. Se abbiamo una certa quantità di calore, che è energia potenziale, e la applichiamo ad un gas o ad un liquido essa riscalda il liquido stesso trasformandosi in energia cinetica che anima le particelle aumentandone la quantità di moto.
Esiste dunque una equivalenza tra la temperatura di un gas/liquido/solido e la energia cinetica media delle molecole che lo compongono.

89

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica: l'esterificazione di Fischer

La chimica è una materia molto complessa ma allo stesso tempo affascinante. A scuola viene spesso messa in secondo piano, ma occorre studiarla bene se si decide di intraprendere un percorso scientifico all'università. Anche coloro che intendono studiare...
Superiori

Appunti di chimica: il saggio di Tollens

Il saggio di Tollens è un test appartenente alla favolosa chimica organica e all'analisi dei medicinali, il quale viene condotto in presenza di un reattivo detto appunto "reattivo di Tollens", dal quale prende il nome. Tollens, il suo inventore, era...
Superiori

Appunti di chimica: l'ossidoriduzione

Si definisce ossidoriduzione una reazione chimica in cui si ha uno scambio di elettroni, da una specie chimica ad una altra, ed entrambe le specie coinvolte cambiano il loro numero di ossidazione. Il numero di ossidazione rappresenta la differenza tra...
Superiori

Appunti di chimica: la tensione superficiale

La chimica, come materia scolastica, propone una vastità di argomenti che sono molto utili nella comprensione del mondo che ci circonda. In questi appunti cercheremo di analizzare nello specifico il concetto di tensione superficiale, così da fornire...
Superiori

Appunti di chimica: la temperatura critica

Per molti studenti delle scuole superiori, soprattutto per quelli che hanno scelto il Liceo Classico, la chimica non rappresenta propriamente la materia preferita. Se approcciata nella maniera corretta però, questa materia è in grado di appassionare...
Superiori

Nozioni elementari di chimica

La chimica è una scienza alquanto complessa che si occupa di studiare la composizione, le proprietà, i comportamenti e i modi di reagire della materia. Esistono varie branche che compongono quest'affascinante materia e si specializzano in diversi campi....
Superiori

Come calcolare l'energia cinetica di un corpo

Non avete ben chiaro il concetto di "energia cinetica"? Sicuramente ne avete sentito parlare o almeno una volta nella vita avete fatto delle verifiche su questo argomento, specialmente nei primi anni delle superiori. In questa guida vi spiegherò come...
Superiori

Come avere successo in una materia scolastica

Spesso può capitare che anche gli studenti migliori abbiano difficoltà nel recepire una materia scolastica. In questi casi, non è mai corretto scoraggiarsi, nè tanto meno perdere la stima in se stessi. L'unica cosa da fare è quella di mettere in...