Appunti di chimica: idratazione degli alcheni

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questa guida andremo ad esaminare un argomento abbastanza difficile da comprendere ed leggermente ostico. Tratteremo, infatti, di alcuni appunti fondamentali di chimica, sperando di essere di supporto a tutti gli studenti di chimica. Nel dettaglio, ci occuperemo di spiegarvi come funziona il processo dell'idratazione degli alcheni. Tale reazione chimica è una sorta di addizione elettrofila con un doppio legame olefinico, in cui vengono addizionati un gruppo ossidrilico ai due carboni con uno ione idrogeno, i quali andranno a costituire un doppio legame. Pertanto si tratta di una reazione chimica molto importante, dal momento che consente di trasformare un alchene in un alcol, e permette di convertire il gruppo funzionale. Questo genere di reazione andremo a vederla un po' più nei minimi particolari, nei passi che costituiscono questa guida. Vi auguriamo, pertanto, una buona lettura.

24

Questa reazione chimica deve essere eseguita in un determinato ambiente che risulti essere acido. Se non fosse in questa modalità, non si otterrebbe una reazione di innesco di tutto il processo che porterà alla produzione dell'alcol. La molecola dell'acqua, infatti, deve essere aggiunta, dal momento che non interagisce direttamente con il doppio legame della molecola di olefina. Tuttavia, deve essere "predisposta" la molecola di olefina.

34

A questo punto, stiamo vedendo il caso di alcheni semplici durante questo passo. L'idrogeno dell'acqua si aggiungerà al carbonio del doppio legame insieme al numero maggiore di atomi di idrogeno, pertanto meno sostituito. Il gruppo ossidrilico, invece, si addizionerà a quello dove ne sono legati il numero minore, perciò quello maggiormente sostituito. Secondo la regola di Markovnikov, di conseguenza, l'acqua si addiziona agli alcheni. Tutto questo fenomeno è dovuto al fattore di stabilità dei carbocationi, che si andranno a costituirsi durante il decorso della reazione chimica. È buona regola tenere bene a mente che l'ordine di stabilità dei carbocationi è discendente. Pertanto, è necessario iniziare prima da quelli terziari, passando successivamente da quelli secondari, ed a seguire dai primari, che a loro volta sono estremamente più stabili rispetto al carbocatione metile.

Continua la lettura
44

Il meccanismo del'idratazione degli alcheni accelerata dagli acidi è abbastanza simile rispetto a quello inerente l'addizione di acidi alogenidrici, quali HCl, HBr e HI. Queste, infatti, sono tutte quante reazioni di addizione elettrofila al doppio legame olefinico. Nello studio di questo genere di meccanismo occorrerà vedere che l'acido è un acceleratore. Per questa ragione, una molecola di H3O+ verrà consumata nel primo stadio ed un'altra risulterà nel terzo. La reazione comincia con il trasferimento di un protone dallo ione ossonio all'alchene, facendo in modo che si crei un carbocatione, che generalmente è quello più stabile possibile. Precisamente, per le olefine non ramificate è rappresentato da uno secondario. L'intermedio carbocationico sembra risultare un elettrofilo, a causa della sua carica positiva. Per questo motivo completa il suo guscio di valenza, con la formazione di un nuovo legame covalente tramite un doppietto, non condiviso dell'atomo di ossigeno dell'acqua, che rappresenta un nucleofilo. Alla fine si sarà ottenuto un trasferimento di elettroni che lascia libero uno ione idrogeno. Tramite questa procedura, un gruppo ossidrilico resterà attaccato ad un atomo di carbonio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di chimica: alogenazione di un alchene

Nella seguente dettagliata e complessa guida che troverete esposta nei passaggi successivi, cercherò di spiegarvi bene, grazie ai miei appunti di chimica, come funziona esattamente il meccanismo di alogenazione di un alchene. Precisamente, si tratta...
Università e Master

Come eseguire una cicloaddizione 2 + 2

Le reazioni che riguardano la famiglia degli alcheni sono davvero tantissime e sono considerate come una base della chimica organica. Alcune tra queste sono molto particolari e riguardano gli orbitali molecolari di frontiera ossia quegli orbitali definiti...
Università e Master

Come Effettuare Una Addizione Elettrofila Di Acidi Alogenidrici Ad Un Alchene

Nella famiglia degli alcheni ci sono molteplici reazioni ed esse aprono vari scenari che sono molto vasti e anche complessi in buona parte dei casi. Soffermandoci su come effettuare un addizione elettrofila di acidi alogenidrici ad un alchene, la prima...
Università e Master

Appunti di chimica: idroborazione di un alchene

L'idroborazione di un alchene è una reazione della chimica organica molto importante in quanto consente l'idratazione di un doppio legame olefinico con regiochimica anti-Markovnikov. La reazione, per ottenere i prodotti finali viene poi seguita da una...
Superiori

I gruppi funzionali in chimica

Le sostanze organiche si contano ormai a milioni, e ogni anno se ne scoprono in natura o se ne sintetizzano in laboratorio parecchie migliaia. Queste cifre immense potrebbero far nascere il dubbio che, chi si accinge a conoscere una materia del genere,...
Università e Master

Come risolvere l'esercizio di reazione tra 3-esene ed idrogeno molecolare

il 3-esene è una molecola lineare composta da sei atomi di carbonio appartenente al gruppo degli Alcheni. Gli alcheni sono idrocarburi (molecole costituite da atomi di carbonio legati ad atomi di idrogeno) contenenti uno o più doppi legami. Il 3-esene,...
Università e Master

Come risolvere l'esercizio di sintesi del terz butanolo

La chimica organica è una materia complessa quindi spesso si ha bisogno di un aiuto oppure di qualche suggerimento utile. Se vi serve un aiuto in chimica organica, questa guida fa al caso vostro, in quanto parleremo di una reazione di sintesi di chimica...
Università e Master

Come ottenere una aloidrina da un alchene

Ottenere una aloidrina da un alchene è un argomento che appartiene alla chimica organica. Tale disciplina presenta numerosissime reazioni che generano migliaia di reagenti. Questi sviluppano i prodotti finali. Addizionando una molecola di alogeno ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.