Appunti di chimica: i legami

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

La chimica spesso risulta di difficile comprensione e spesso non è un materia particolarmente gradita agli studenti delle scuole superiori: il motivo di questa sorta di antipatia verso tale scienza sta nel fatto che la descrizione dei fenomeni mediante l'utilizzo di formule e simboli può risultare complessa e di difficile memorizzazione. Tuttavia, se viene spiegata nel modo corretto e studiata con altrettanta attenzione, diventerà semplice comprenderla e risulterà anche molto affascinante. Con i passaggi seguenti vi forniremo alcuni appunti di chimica che vi consentiranno di avere più chiaro un argomento in particolare: i legami.

26

Occorrente

  • Tavola periodica degli elementi
  • Libro di chimica
36

Conoscenze di base

Per iniziare occorrono avere alcune conoscenze di base. Partiamo subito dagli atomi: si tratta di elementi appartenenti alla tavola periodica, che sono composti da un nucleo formato da neutroni (carica neutra) e da protoni (carica positiva): questi ultimi formano la parte più pesante dell'atomo, hanno una fascia esterna chiamata orbitale in cui vi si trovano gli elettroni (carica negativa). L'orbitale è situato intorno al nucleo ed è la zona nella quale è maggiormente possibile trovare un elettrone. Gli ioni sono degli atomi carichi elettricamente, essi si suddividono in 2 categorie: gli anioni che sono di carica negativa e i cationi che sono invece di carica positiva. I metalli sono delle sostanze che appartengono al 1°,2° e 3° gruppo della tavola periodica, essi hanno la tendenza a cedere elettroni e quindi sono di carica positiva. Per quanto riguarda i non metalli occorre dire che sono delle sostanze che appartengono al 5°,6° e 7° gruppo della tavola periodica: essi hanno la tendenza ad attrarre elettroni, pertato sono di carica negativa. Per concludere, è bene ricordare che l'ettronegatività è la capacità più o meno spiccata di attrarre elettroni.

46

Leggi di base

Andiamo ora a vedere alcune leggi basilari per la chimica. La prima è la regola dell'ottetto: essa serve per spiegare i legami chimici tra atomi, essa dice che quando un atomo nel livello più esterno ha 8 elettroni (come le sostanze dell'8° gruppo), gli atomi hanno una particolare stabilità energetica, così tendono a non formare degli altri legami chimici, fanno eccezione l'idrogeno e l'elio. La legge di lavoisier, invece, dice che in una reazione, la massa dei reagenti è esattamente uguale alla massa dei prodotti di reazione.

Continua la lettura
56

I legami chimici

Adesso possiamo finalmente parlare di legami chimici. Per legame chimico si definisce la forza di attrazione che si stabilizza tra atomi uguali o diversi tra loro. Essi si dividono in tipi di legami, legami eteropolari e legami omopolari. I legami covalenti omopolari o puri si realizzano tra atomi uguali, quindi che non hanno nessuna differenza di elettronegatività. In questi legami gli elettroni vengono divisi in modo equo. Ora, per quanto riguarda i legami covalenti eteropolari occorre sapere che si realizzano tra atomi diversi con poca differenza di elettronegatività (0,4-1,9). Per quanto riguarda gli elettroni non vengono condivisi in modo uguale ma stanno in quantità maggiore sull'atomo più elettronegativo.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di cinetica chimica

La cinetica chimica è lo studio e la discussione delle reazioni chimiche rispetto ai tassi di reazione, all'effetto di diverse variabili, al ri-arrangiamento degli atomi ed alla formazione degli intermedi. Ci sono molti argomenti che meritano di essere...
Superiori

Appunti di chimica

La chimica è la scienza che studia la composizione e le proprietà della materia.In particolare, si occupa di studiare le sue componenti microscopiche (atomi e molecole) e leinterazioni fra di esse sotto forma di reazioni chimiche. Due importanti branche...
Superiori

Appunti di chimica: l'addizione aldolica

In chimica organica, l'addizione aldolica è quella reazione che si verifica tra due particelle di un’aldeide, o di un chetone. Entrambi le molecole sono elettrofili. Di conseguenza, reagiscono con i neuclofili. Affinché avvenga l’addizione aldolica,...
Superiori

Appunti di chimica: l'esterificazione di Fischer

La chimica è una materia molto complessa ma allo stesso tempo affascinante. A scuola viene spesso messa in secondo piano, ma occorre studiarla bene se si decide di intraprendere un percorso scientifico all'università. Anche coloro che intendono studiare...
Superiori

Appunti: chimica inorganica

Appunti: Chimica Inorganica, è quella branca, che si divide dalla chimica organica, e si occupa dello studio degli elementi, della sintesi e della caratterizzazione delle sostanze inorganiche. Rimangono quindi esclusi da questo studio (ad eccezione di...
Superiori

Appunti di chimica: la classificazione dei solidi

Generalmente si è soliti classificare i solidi per le loro proprietà fisiche: essi hanno forma e volume propri; sono rigidi e assai scarsamente compressibili; hanno comunemente densità superiore a quella dei liquidi in cui si trasformano per fusione,...
Superiori

Appunti di chimica: la classificazione dei liquidi

In questa guida vedremo come vengono classificati i liquidi in chimica. Essi non sono altro che uno degli stati in cui si presenta la materia e che, specificatamente, se dovessero mancare tutte le forze esterne, si presenterebbero sotto forma sferica....
Superiori

Appunti di chimica: la fermentazione alcolica

La fermentazione alcolica è un processo di fermentazione anaerobica che richiede undici enzimi che degradano nell'acido lattico. La fermentazione alcolica segue la stessa via enzimatica per i primi dieci enzimi; l'ultimo enzima, il lattato deidrogenasi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.