Appunti di chimica: alogenazione di un alchene

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Nella seguente dettagliata e complessa guida che troverete esposta nei passaggi successivi, cercherò di spiegarvi bene, grazie ai miei appunti di chimica, come funziona esattamente il meccanismo di alogenazione di un alchene.
Precisamente, si tratta di un meccanismo di addizione elettrofila tipico di tale classe di composti chimici, che sono abbastanza importanti nell'ambito della chimica organica: gli alogeni maggiormente utilizzati sono il cloro e il bromo, i quali reagiscono già a temperatura ambiente, con la formazione di due legami carbonio-alogeno.
Solitamente, questa reazione viene eseguita in soluzione, adoperando il diclorometano come solvente: qualora doveste fare reagire un'olefina ciclica, otterrete un prodotto di trans-addizione strutturato in due differenti enantiomeri ottici.

28

Occorrente

  • Bromo
  • Cloro
38

Innanzitutto, dovete sapere che la reazione tra gli alogeni potrebbe anche essere impiegata a scopi analitici, qualora abbiate voglia di determinare la presenza o meno di una molecola olefinica: infatti, procedendo allo scioglimento del bromo nel diclorometano, otterrete una soluzione rossa che diventerà incolore se, aggiungendo la soluzione che bisogna analizzare, dovessero essere presenti degli alcheni.

48

Il meccanismo di tale reazione si suddivide in diversi stadi e, nel primo stadio, comincia la reazione tramite l'interazione degli elettroni del doppio legame con il bromo, che fornisce un intermedio dove il bromo stesso porta una carica positiva: in questo modo, si formerà una struttura ciclica fra quest'ultimo elemento chimico e i due carboni del duplice legame, denominata "ione bromonio a ponte".
In realtà, la seguente struttura viene stabilizzata da tre differenti ibridi di risonanza, di cui quella ciclica appena descritta è la struttura limite che apporta il minore contributo: siccome il doppio legame è planare, la formazione dello "ione bromonio a ponte" potrebbe avvenire con uguale probabilità sia da un lato che dall'altro dell'olefina.

Continua la lettura
58

Nel secondo stadio, lo ione bromuro caratterizzato dal possedere un carattere nucleofilo attacca la molecola dal lato opposto rispetto allo "ione bromonio a ponte": in questa maniera, il ciclo a tre termini di quest'ultimo viene aperto, ottenendo cosi il prodotto con stereochimica anti.
Bisogna sottolineare che gli atomi di bromo, oltre ad essere in posizione anti l'uno rispetto all'altro, sono anche coplanari, ovvero giacciono sul medesimo piano: dunque, l'attacco dello ione bromuro viene definito anti-coplanare.

68

Se alogenate un cicloalchene, i due atomi di bromo non si troveranno più sul medesimo piano, ma saranno disposti uno sopra il piano dell'anello e l'altro sotto di esso: qualora i due atomi di bromo si venissero a trovare in posizione assiale di un anello cicloesenico con conformazione a sedia, ciò modificherebbe la propria conformazione in maniera da portare i due atomi di bromo in conformazione equatoriale, guadagnando maggiore stabilità.
Infine, dovete sapere che tutto quello che è stato specificato precedentemente è valido anche per la clorurazione e la bromurazione.

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Chimica: idroborazione di un alchene

Nella chimica organica, moltissime sono le reazioni che coinvolgono gli alcheni. Tra di esse sono particolarmente importanti le reazioni di idratazione che li portano a reagire con diverse sostanze per formare degli alcol. L'idroborazione seguita da ossidazione...
Università e Master

Appunti di chimica: idratazione degli alcheni

In questa guida andremo ad esaminare un argomento abbastanza difficile da comprendere ed leggermente ostico. Tratteremo, infatti, di alcuni appunti fondamentali di chimica, sperando di essere di supporto a tutti gli studenti di chimica. Nel dettaglio,...
Università e Master

Appunti di chimica analitica

In genere richiede delle operazioni preliminari, in maniera tale da filtrare tutti gli elementi che non servono per l'analisi analitica che si deve effettuare. Lo scopo di questi appunti di chimica è quello di illustrare le basi di chimica analitica....
Università e Master

Appunti di laboratorio di chimica

L'attività di laboratorio è assolutamente necessaria per chi studia e si occupa della chimica. Questa disciplina ha l'obbiettivo di analizzare la materia con particolare riferimento alla struttura microscopica che la compone. A tal proposito, la sperimentazione...
Università e Master

Come Effettuare Una Alogenazione Radicalica

In chimica organica alcune reazioni si possono definire dei veri e propri cardini in quanto sono le basi per poter eseguire dei procedimenti e degli esercizi abbastanza complessi ed articolati. Tra queste reazioni si trova anche l'alogenazione radicalica....
Università e Master

Appunti di chimica: i gas nobili

Quando si parla di gas in chimica si intendono quelle sostanze che si trovano in uno stato aeriforme e che non hanno un proprio volume e una propria forma, quindi non occupano tutto lo spazio a disposizione. Nella seguente guida pertanto verranno dati...
Università e Master

Come ottenere una aloidrina da un alchene

Ottenere una aloidrina da un alchene è un argomento che appartiene alla chimica organica. Tale disciplina presenta numerosissime reazioni che generano migliaia di reagenti. Questi sviluppano i prodotti finali. Addizionando una molecola di alogeno ad...
Università e Master

Appunti di chimica: autossidazione radicalica

Nel corso del nostro percorso di studio, scolastico o universitario, possiamo incorrere in argomenti o materie piuttosto complicate. Ad esempio la chimica è una di quelle materie che può provocare molti problemi derivanti dalla sua natura complessa....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.