Appunti di bioinformatica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La Bioinformatica studia la biologia molecolare e la biochimica analizzandone i risultati attraverso una componente fortemente informatica. Lo scopo ultimo di questa moderna materia di studio è quello di fornire dati statistici di biologia molecolare e biochimica, attraverso modelli matematici. Vediamo in questa breve guida alcuni appunti utili a comprendere la bioinformatica.

25

Cosa significa bioinformatica

Partendo dall'etimologia del termine BIOINFORMATICA è chiaro che si tratta di una nuova disciplina che affronta problemi di biologia (BIO), con supporti informatici (INFORMATICA). La bioinformatica è una materia che si basa sulla conoscenza ed utilizzo di banche dati, attraverso un sistema informatico. Lo scopo di questa materia è quello di creare dei modelli matematici, utili a studiare e classificare le proteine, utilizzando degli algoritmi utili a creare delle omogeneità. Il tutto è fortemente influenzato da una forte componente informatica che consente di raggruppare i vari studi molecolari. Ogni banca dati biologica contiene una entry, che rappresenta l'insieme di informazioni sul soggetto caratteristico. Comprende ad esempio la sequenza di molecole di DNA e il nome da cui questa arriva. Grazie ad un complesso sistema informatico, le banche dati vengono interrogate, si effettuano delle ricerche incrociate nei loro database. Alla fine del processo si trova la proteina o sequenza nucleotidica di interesse e la si classifica.

35

Banche dati primarie

Come base di partenza per fare ciò, troviamo dei sistemi informatici come, SRS ed ENTREZ. Le banche dati si dividono in banche dati primarie e banche dati secondarie. Le prime contengono informazioni molto generiche riguardo sequenze di acidi nucleici. Esse sono EMBL, GenBank e DDBJ. Al loro interno contengono dati riguardanti proteine. In questo caso le principali banche dati utilizzate sono SWISSPORT, TREMBL e PIR.
I domini proteici sono combinazioni regolari di strutture secondarie, quali l'elica del DNA, e possiedono determinate funzioni biologiche. Le principali sono PROSITE, Pfam, PRINTS, SMART e ProDom.

Continua la lettura
45

Banche dati secondarie

Le Banche dati secondarie, invece contengono informazioni precise riguardanti una entry ben identificata. Tra le più importanti da citare ci sono UniGENE, COGs, GENES e euGENES e le banche dati che raccolgono informazioni riguardanti le strutture delle proteine (ex. PDB).
Ci sono anche banche dati di pathways metabolici, mitocondriali, di polimorfismi e mutazioni, biologiche per il sistema immunitario e di patterns nucleotidici.

55

Conclusioni

La bioinformatica, in sostanza, cerca di generare sempre nuovi modelli e strumenti matematici, creando un" corpus" di conoscenze. Queste conoscenze sono rese accessibili e consultabili a tutti. Naturalmente è facile comprendere che si tratta di un nuovo sistema, sempre in continua evoluzione, che agli albori si occupava solo dello studio del DNA e RNA, in seguito diffuso in molti settori della biologia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come superare l'esame di biologia molecolare

Gli esami sono sempre un pensiero per gli studenti universitari. Tuttavia alcuni esami si affrontano con serenità, mentre altri richiedono molta concentrazione ed una notevole organizzazione per riuscire ad assimilare al meglio le nozioni fondamentali...
Superiori

Appunti di biologia

La biologia è la scienza che ha come oggetto di osservazione, di studio e di ricerca gli esseri viventi. La stessa etimologia della parola biologia, che deriva dal greco bìos (vita) e logos (studio), ci serve a circoscrivere chiaramente il significato...
Università e Master

Come preparare l'esame di biologia molecolare

Ogni esame richiede una preparazione molto approfondita per conoscere nel dettaglio tutte le sfumature che quella determinata materia contiene. Quello della biologia poi è un campo assai vasto e difficile, che richiede molta pazienza e molta pratica....
Università e Master

Come prepararsi per l'esame di Biochimica

Tutti coloro che frequentano un corso di laurea presso una facoltà di tipo biomedico, avranno sicuramente nel proprio piano di studi l'esame di biochimica. Si tratta di una materia fondamentale, in quanto si occupa di spiegare i meccanismi che stanno...
Università e Master

Come superare l'esame di patologia clinica

La patologia clinica (o medicina di laboratorio) rappresenta un esame che richiede la conoscenza molto approfondita della disciplina universitaria patologia generale: infatti, si tratta di due materie accademiche strettamente correlate ed interdipendenti....
Università e Master

10 motivi per scegliere la facoltà di biologia

La scelta universitaria è molto importante: la facoltà universitaria, infatti, guiderà la futura carriera professionale di ogni studente, ed è fondamentale scegliere la facoltà più adatta alle proprie inclinazioni ed ai propri interessi per riuscire,...
Università e Master

Appunti di biologia: approfondimento sulle cellule staminali

Nella disciplina della biologia, le cellule staminali sono definite come quelle cellule non ancora completamente mature, capaci di trasformarsi in unità biologiche diverse. In definitiva, esse possono riprodurre svariate tipologie di cellule, mediante...
Superiori

Come calcolare il peso atomico di uno ione

Lo ione, teorizzato per la prima volta dal fisico e chimico britannico Michael Faraday nel 1830, viene definito come "entità molecolare elettricamente carica". Nella sostanza quando un atomo, un gruppo di atomi legati tra loro, od una molecola, cede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.