Appunti di biochimica: la glicolisi

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

La glicolisi è un processo metabolico catabolico, mirato quindi alla produzione energia. Essa si concretizza tramite la divisione di una molecola di glucosio in due di acido piruvico, estremamente meno complesse di quella iniziale. Di conseguenza, si produce energia e si formano due molecole di ATP (adenosina trifosfato) e due di NADH (nicotinammide adenina dinucleotide). Queste ultime sono fondamentali per il trasporto di energia. In generale, il glucosio è un monosaccaride esoso, ossia uno zucchero formato da sei atomi di carbonio. È impossibile ridurlo mediante idrolisi in una sequenza di glucidi semplici. Vi mostriamo alcuni appunti di biochimica sulla glicolisi.

27

Occorrente

  • Un buon libro di biochimica
37

Glicolisi aerobica e anaerobica

Ecco alcuni appunti di biochimica sulla glicolisi. Quest'ultima ha tra le sue specificità la capacità di essere un processo aerobico ed anaerobico. Infatti, esso funziona con o senza ossigeno. Nella seconda circostanza, si produrrà molta meno energia. La glicolisi aerobica prevede invece una sequenza di reazioni subite dall'acido piruvico. Quest'ultimo si degrada totalmente in un mix di acqua e anidride carbonica. Con la glicolisi anaerobica, le molecole di acido piruvico tendono a fermentarsi e disgregarsi in ulteriori composti organici, quali l’acido acetico o lattico.

47

I passaggi della gricolisi

La glicolisi si svolge tramite diversi passaggi ed eventi. Si parte con la fosforilazione del glucosio. In questa procedura, una coppia di molecole di adenosina trifosfato attribuisce due gruppi fosfati alla molecola iniziale di glucosio. Di conseguenza, si forma una certa quantità di glucosio 1,6-difosfato. Tutte le ATD si tramutano in ADP. Il secondo passaggio coincide con la trasformazione del glucosio 1,6-difosfato in fruttosio 1,6-difosfato. Il primo si trasforma in una molecola formata da una sequenza di 6 atomi di carbonio. Continuate a leggere i nostri appunti di biochimica sulla glicolisi.

Continua la lettura
57

Il lavoro di altre cellule

In diversi organismi come i lieviti, il piruvato non può subire un'ulteriore degradazione. Di conseguenza, la glicolisi si blocca al momento della creazione di energia mediante le due molecole di ATP. Il processo è invece possibile per tutti gli organismi definiti "superiori", come ad esempio i mammiferi e i pesi. In tali casi, la glicolisi è il primo stadio della degradazione. Alcune cellule possono provocare diverse reazioni chimico-metaboliche di tipo anaerobico. Un chiaro esempio è sicuramente il ciclo di Krebs, che si tiene nei mitocondri. Quindi, possono ossidare il piruvato per ottenere acqua ed anidride carbonica. In caso di sforzi piuttosto intensi, il piruvato senza ossigeno può convertirsi in acido lattico ed energia, sotto forma di ATP e delle sue due molecole. Speriamo che questi appunti di biochimica sulla glicolisi vi siano d'aiuto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studio attento e memorizzazione delle varie fasi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di biochimica: il ciclo dell'acido citrico

Ecco una guida concernente appunti di Biochimica, sul ciclo dell'acido citrico. La funzione principale di questo ciclo, detto anche ciclo degli acidi tricarbossilici o di Krebs consiste nell'ossidare i gruppi di acetile che vi "ingranano", sotto forma...
Superiori

I consigli per imparare come funziona la respirazione cellulare

La chimica e la biologia sono alcune delle materie che si studiano nelle scuole superiori, e vengono approfondite soprattutto nei licei come lo scientifico, ad esempio, e sono materie fondamentali proprio per indirizzi del genere, perché possono essere...
Università e Master

Come prepararsi per l'esame di Biochimica

Tutti coloro che frequentano un corso di laurea presso una facoltà di tipo biomedico, avranno sicuramente nel proprio piano di studi l'esame di biochimica. Si tratta di una materia fondamentale, in quanto si occupa di spiegare i meccanismi che stanno...
Superiori

Biologia: il ciclo di Krebs

Il ciclo di Krebs, o ciclo dell'acido citrico, costituisce il punto cruciale del metabolismo aerobico, infatti è lo stadio finale del catabolismo dei carboidrati, degli acidi grassi e degli amminoacidi, oltre a rappresentare un importante sorgente di...
Superiori

Come realizzare un semplice schema sulla catena di trasporto degli elettroni

Il sistema di trasporto degli elettroni consiste in una serie di molecole trasportatrici (che insieme formano la cosiddetta catena respiratoria), inserite in una membrana. Queste utilizzano l'energia fornita dalle reazioni di glicolisi, ossidazione del...
Superiori

Appunti di chimica: la fermentazione alcolica

La fermentazione alcolica è un processo di fermentazione anaerobica che richiede undici enzimi che degradano nell'acido lattico. La fermentazione alcolica segue la stessa via enzimatica per i primi dieci enzimi; l'ultimo enzima, il lattato deidrogenasi,...
Università e Master

Appunti sul metabolismo cellulare

All'interno dei passi che comporranno questa guida, ci occuperemo di scienza, in quanto svilupperemo una tematica interna allo studio della biologia. Infatti, vi daremo alcuni appunti utili sul metabolismo cellulare. Cominciamo questo interessante percorso...
Università e Master

Appunti di biochimica: il Dna polimerasi

Prima di iniziare a capire nello specifico cos'è il DNA polimerasi e le sue proprietà, cerchiamo di comprendere cosa intendiamo dire col termine biochimica. La biochimica nasce dall'unione di due termini largamente usati in ambito scientifico, ovvero...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.