Appunti di anatomia: sistema nervoso

tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

La morfologia del corpo umano viene studiata scientificamente dall'antropotomia, che considera le strutture anatomiche individuabili senza il supporto del microscopio, differentemente dalle strutture minute riguardanti la disciplina microscopica comprendente la biologia cellulare (che studia le cellule) e l’istologia (che si occupa dello studio dei tessuti). Le conoscenze delle svariate strutture dell’organismo umano con le relative funzioni sono sempre più sviluppate, grazie alle varie indagini sugli animali, alla dissezione dei cadaveri e alle ingegnose tecnologie complesse presenti fin dal XX secolo. Qualora desideriate sapere delle informazioni utili sul sistema nervoso, vi consiglio vivamente di leggere questa pratica e dettagliata guida sugli appunti di anatomia umana.

210

Occorrente

  • Libri sull'argomento
310

La complessità del sistema nervoso

Innanzitutto, dovete sapere che il sistema nervoso è un complesso di formazioni, in continuità le une con le altre e costituite specialmente da un tessuto nervoso (neuroni e cellule della glia). Didatticamente, esso si suddivide in due porzioni:
- il sistema nervoso centrale (SNC), contenuto nella scatola cranica e nel canale midollare;
- il sistema nervoso periferico (SNP), diffuso in tutto il corpo e all'interno degli organi umani.
Quest'ultimo possiede dei recettori della sensibilità ed una fitta rete di nervi cranici e nervi spinali. Consentono d'intercettare sia informazioni che stimoli ambientali e viscerali. Li decodifica ed elabora una risposta neuronale inviata a tutti gli organi sempre tramite al sistema nervoso periferico.

410

Caudo craniale: Midollo spinale

In senso caudo-craniale, la prima porzione del sistema nervoso centrale è il midollo spinale, collocato nel canale vertebrale (senza colmarlo interamente, poiché si ferma all'altezza della seconda vertebra lombare) e avente la forma di un lungo cilindro un po' appiattito. Dal midollo spinale, parte una doppia serie di 33 nervi spinali, che fuoriescono dal canale mediante i forami intervertebrali, per andare ad innervare gli organi umani ed i muscoli. Nel tratto cervicale e nella zona lombare, il midollo spinale ha dei rigonfiamenti causati rispettivamente dagli arti superiori e quelli inferiori: in queste zone, infatti, esistono più muscoli da innervare e, quindi, le fibre nervose devono essere più numerose.

Continua la lettura
510

Come è fatto il midollo spinale

Il midollo spinale è avvolto dal liquido cefalorachidiano. Fornisce nutrimento e contribuisce alla sua protezione, riducendo i possibili traumatismi e le compressioni contro lo scheletro. Il midollo spinale continua nel tronco encefalico. Costituito dal bulbo, dal solco bulbopontino e dal mesencefalo.
Il bulbo è caratterizzato dalle piramidi bulbari, che sono costituite da fasci di fibre piramidali. Responsabili dell'esecuzione dei movimenti volontari evoluti (come quello del muscolo opponente del pollice);
Il solco bulbopontino lo separa dal ponte di Varolio (protuberanza anulare). Consente il collegamento con il mesencefalo, caratterizzato soprattutto dal decorso del tratto ottico.

610

Sistema nervoso: Cervelletto

Dorsalmente al tronco encefalico, è posizionato il cervelletto avente la forma di un grande ovoide. Schiacciato sull'asse verticale e ritenuto un organo indispensabile per la regolazione del tono muscolare. La pianificazione e la coordinazione dei movimenti, poiché riceve dalla corteccia cerebrale il piano del movimento e le coordinate spaziali. Entro cui esso deve avvenire, mediante le fibre cortico-ponto-cerebellari. Tuttavia, non è proprio da sottovalutare anche il proprio ruolo determinante nella realizzazione dei processi cognitivi.

710

Cervello: Diencefalo e Telencefalo

Il cervello è costituito dal diencefalo e dal telencefalo, il quale è formato dai due emisferi cerebrali.
Ha una superficie composta dalla corteccia telencefalica, che risulta irregolare per l'esistenza di solchi (come la scissura laterale di Silvio e il solco di Rolando). Presenta 52 aree corticali diverse raggruppate in tre tipologie (sensitive e motorie primarie + associative + sensitive e motorie secondarie). Ciascuna delle quali è deputata a svolgere una specifica funzione.
Inferiormente alla corteccia telencefalica, è situato il centro semiovale. Formato da gangli o nuclei della base essenziali per l'esecuzione di movimenti volontari.

810

I 5 raggruppamenti nucleari

Il diencefalo è collocato centralmente ai due emisferi che lo avvolgono quasi totalmente. Ha una forma piramidale tronca, con la base maggiore rivolta superiormente. In esso, si distinguono cinque raggruppamenti nucleari. L'epitalamo, al quale è connessa una formazione endocrina (detta epifisi). Il talamo, il metatalamo, il subtalamo e l'ipotalamo, ai quali è annessa la neuroipofisi. Per queste sue varie porzioni, il diencefalo svolge svariate funzioni (come l'induzione dello stato di veglia o dei vari stadi del sonno e la regolazione delle ghiandole endocrine, dell'equilibrio idrosalino, della temperatura corporea, della pressione arteriosa e di tutte le funzioni della vita vegetativa che assicurano l'omeostasi dell'intero organismo umano).

910

Guarda il video

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Possiamo informarci meglio, magari facendoci aiutare da un esperto oppure leggere libri
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Medicina: appunti di anatomia

L’anatomia dell’uomo è la scienza che tratta della forma, della struttura e dei rapporti che gli organi hanno tra di loro. La parola deriva dall’unione di due termini di origine greca, "anà" che significa in e "tomè" che significa taglio; essa...
Università e Master

Appunti di anatomia: il pancreas

Uno degli organi più importanti presenti nel nostro organismo è il pancreas. Il pancreas è una ghiandola di enormi dimensioni posizionata al di sotto del fegato e circondata in parte dal duodeno. È riconoscibile dalla sua specifica forma: si estende...
Università e Master

Appunti di anatomia: le articolazioni

Chi studia medicina o altre materie inerenti al corpo umano ha assoluta necessita' di conoscere in maniera approfondita come funziona il corpo umano. Per questo l'anatomia è particolarmente importante. Le articolazioni sono fondamentali nel nostro corpo...
Università e Master

Appunti di anatomia comparata

Oggi tratteremo alcuni appunti essenziali di anatomia comparata, la cui conoscenza è indispensabile per poter sostenere al meglio l'omonimo esame. Innanzitutto, bisogna capire che cos'è l'anatomia comparata: si tratta di una disciplina la cui nascita...
Università e Master

Appunti di anatomia: gli arti superiori

Gli arti superiori sono costituiti da una base scheletrica e le ossa che lo compongono sono: clavicola e scapola (ossa della spalla), omero (osso del braccio), radio e ulna (ossa dell'avambraccio), carpo, metacarpo e falangi (ossa della mano). Le ossa...
Università e Master

Come prepararsi per l'esame di Anatomia Umana

Tra i corsi di studio universitari più impegnativi in assoluto, figura quello di Medicina e Chirurgia. Per questo corso di laurea bisogna affrontare diversi esami, più o meno difficoltosi per materia e volume delle nozioni da ricordare. Un esame piuttosto...
Università e Master

Come superare l'esame di anatomia umana

Chi ha intrapreso un corso di laurea di Medicina e Chirurgia sa bene che uno degli esami più ostici da superare è certamente quello di Anatomia Umana. Gli studenti universitari che si trovano alle prese con un'interminabile pila di libri da leggere...
Università e Master

Come superare l'esame di anatomia patologica

Ogni corso di laurea ha il suo ostico esame, ossia quello che sembra impossibile da superare. Per gli studenti di medicina e chirurgia tale scoglio, è sicuramente rappresentato dall'esame di anatomia patologica, a causa dei numerosi termini di difficile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.