Appunti di anatomia: la cartilagine

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

All'interno del corpo umano è possibile trovare diversi tipi di tessuti, ognuno con una funzione specifica: abbiamo, infatti, quello epiteliale che riveste le superfici esterne ed interne e che assorbe ed espelle le sostanze; quello muscolare con cellule che si allungano e si accorciano per permettere il movimento; quello nervoso caratterizzato dalla presenza di una rete di cellule nervose dette neuroni; quello connettivo formato da diverse fibre immerse in un fluido. Il tessuto connettivo, a sua volta presenta ulteriori suddivisioni: in questa guida tratterremo del tessuto connetivo di supporto costituito dalle ossa e dalla cartilagine, e forniremo, quindi alcuni appunti di anatomia.

24

Da cosa è costituita la cartilagine

Come tutti i tessuti di tipo connettivo, la cartilagine è formata dalle cellule e da una sostanza fondamentale definita "condromucoide". Questa struttura è costituita da piccole cavità, in cui sono contenute le cellule cartilaginee (o condrociti), inserite in gruppi di due o quattro. Questi gruppi sono comunemente detti isogeni. Il tessuto cartilagineo è un tessuto connettivale resistente, che presenta una struttura abbastanza liscia ed una certa consistenza, sebbene sia elastico.

34

La cartilagine di accrescimento o di coniugazione e la cartilagine elastica o reticolata

La cartilagine può essere di diversi tipi: quella di accrescimento o di coniugazione, quella elastica o reticolata, quella fibrosa conosciuta anche come fibrocartilagine, quella ialina, ed infine quella costale. La cartilagine di accrescimento si trova solo nei bambini, poiché serve a garantire e ad assicurare la completa crescita della lunghezza dell'osso. Al termine dello sviluppo, questa cartilagine gradualmente si calcifica e scompare, lasciando il posto alla struttura ossea completa e definitiva. La cartilagine elastica o reticolata, è un tipo di tessuto connettivale ricco di sostanza fondamentale. Quest'ultima presenta un alto numero di fibre elastiche, e la possiamo trovare nella laringe, nel naso e nel padiglione auricolare.

Continua la lettura
44

La cartilagine fibrosa, la cartilagine costale e la cartilagine ialina

La cartilagine fibrosa, invece, è molto più rara nel corpo umano ed è circoscritta a determinate aree del corpo. Infatti, contribuisce alla formazione dei menischi del ginocchio e dei dischi intervertebrali della colonna scheletrica. Le cartilagini costali prendono il loro nome dalla funzione che svolgono, cioè quella di prolungare la struttura delle costole verso lo sterno. Infine, la cartilagine ialina costituisce sia gli anelli della trachea, che quelli dei bronchi. Di essa fanno parte, anche, le cartilagini costali. La cartilagine ialina riveste le superfici ossee articolari e ha all'interno della sua sostanza fondamentale, numerose fibre di collagene.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di anatomia: la muscolatura appendicolare

Chi si occupa di educazione fisica o di medicina sa che conoscere il corpo umano è alla base della propria formazione professionale, per riuscire al meglio nel proprio mestiere ed evitare rischi dovuti ad ignoranza ed incuria. Quello dell'anatomia è...
Superiori

Appunti di anatomia: la tiroide

La tiroide è un organo molto importante per il nostro corpo. In particolare essa è una ghiandola, dalla tipica forma a farfalla, collocata a livello del collo. Anatomicamente è possibile dividerla in due porzioni, un lobo destro e uno sinistro, connessi...
Superiori

Appunti di anatomia: i muscoli

I muscoli sono organi formati per lo più da tessuto muscolare e tutti insieme compongono il cosiddetto apparato muscolare che, insieme allo scheletro, serve a sostenere e a far muovere il corpo umano. In realtà i muscoli sono anche 'effettori', cioè...
Superiori

Appunti di anatomia: sistema digerente

Il sistema digerente rappresenta uno degli apparati del corpo umano. È la parte più lunga dell'intero organismo, nonché quella più grande in assoluto. Il sistema digerente inizia dalla bocca e termina con l'ano. La sua funzione è quella di trasformare...
Superiori

Prendere appunti: consigli per farlo al meglio

Prendere appunti è necessario in moltissime situazioni della vita quotidiana. Molti iniziano a prendere appunti fra i banchi di scuola, ma sicuramente non si finisce di prenderli lì. Anche nella vita lavorativa si può avere infatti l'esigenza di prendere...
Superiori

Prendere appunti: i peggiori errori

A scuola spesso, nella maggior parte delle materie, si prendono appunti in varie maniere: più o meno alla rinfusa, preparando una scaletta, in modo ordinato oppure con un metodo preciso. Spesso questo dipende dalla persona stessa, la quale ascolta la...
Superiori

Come organizzare un quaderno di appunti

Generalmente tutto comincia con gli appunti. Il capo che ci spiega il lavoro da fare; l'analista che tiene una conferenza sul nostro settore di mercato; i nostri collaboratori più stretti; riuniti intorno ad un tavolo per una riunione. Nonostante oggi...
Superiori

Come prendere buoni appunti a lezione

Un buon metodo di studio è essenziale per un andamento scolastico ottimale. A supportare lo studio, però, è necessario avere altrettanto buoni strumenti che facilitino il lavoro a casa. Oltre al libro di testo, che non tutti i professori seguono alla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.