Appunti: convertitore analogico digitale

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Cari lettori e lettrici, oggi parleremo di come utilizzare (e di quale è la sua utilità) un convertitore analogico digitale. Dovete sapere, infatti, che cogliere la differenza tra grandezza digitale e quella analogica, oggigiorno, è diventato praticamente impossibile. Tutto questo in quanto, adesso, col fatto che è presente sempre più la tecnologia, tutto è riprodotto in una maniera totalmente digitale. Ecco perché vedremo oggi appunti del convertitore analogico digitale che, appunto è il circuito che effettua praticamente questa conversione. Mettiamoci dunque al lavoro!

24

Differenze dei segnali

Vedremo innanzitutto le differenze principali tra segnale analogico e segnale digitale:
- un segnale analogico, nel suo cambiamento, presenta un infinità di numeri e di valori;
- al contrario, un segnale digitale può assumere soltanto determinati valori che dipendono dal tipo di tecnologia digitale che si sta utilizzando nel dato momento.
Per poter far in modo che si digitalizzi un segnale analogico dovrà essere necessario dividerlo in quelli che vengono solitamente definiti come degli "intervalli di valore". Questa operazione è chiamata "quantizzazione" ed è necessaria perché, detto in parole molto semplici, vi permette di passare da un infinito numero, ad un finito numero di valori. Ogni intervallo dei valori di segnale è chiamato "fascia di quantizzazioni", ed occorre che tutte le fasce abbiano la grandezza uguale. La qualità della conversione, aumenta quando aumenta anche la risoluzione: ovvero all'aumentare del numero di fasce di quantizzazione usate.

34

Digitalizzazione

Per poter digitalizzare in maniera totalmente corretta quello che è un segnale analogico, sarà necessario quindi fare un campionamento: questo, in poche parole, significa acquisire il segnale analogico in un momento ben specifico. Per la ricostruzione del segnale esatto non servirà altro che la frequenza del campionamento sia esattamente doppia rispetto alla massima frequenza variata del segnale da convertire, questo secondo il famoso ed utile teorema di "Shannon". Mentre, per fare la corretta conversione dei segnali molto veloci, si userà un circuito chiamato "Sample Hold", che vi farà mantenere il segnale fisso, da convertire per tutto il tempo della conversione.

Continua la lettura
44

Caratteristiche di un convertitore

Alla fine di questa semplice e breve (ma anche funzionale) guida, dobbiamo ricordare anche che le principali caratteristiche dei convertitori analogici digitali sono principalmente le seguenti:
- la precisione;
- la velocità di conversione;
- la risoluzione usata.
Il convertitore a comparatori o, chiamato anche "flash", è il circuito che, da la possibilità della conversione del segnale ad una velocità elevata. Esso, non richiede perciò l'uso di un circuito chiamato "Sample Hold". Il più grande difetto di questo circuito, è il numero degli amplificatori operazionali che si usano per "N bit" in uscita occorrono 2^(N-1) amplificatori operazionali. Per una maggior risoluzione, si avrà un'elevata complessità del circuito. La conversione, è presente quando verrà inviato il segnale nello stesso tempo, a tutti gli operazionali, che raffigurano le varie fasce di quantizzazione, in configurazione di un comparatore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come misurare l'incertezza di misura con il tempo

Intanto cerchiamo di capire cos'è l'incertezza di misura. Nel processo scientifico, gli scienziati generalmente utilizzano strumenti sia per calcolare il tempo che lo spazio. Naturalmente talini strumenti sono costruiti e tarati dall'uomo, e dall'uomo...
Università e Master

Errori da evitare nella stesura di un saggio breve

Il saggio breve è una prova di esame che si sostiene all'esame di stato. Esso è corredato da diversi documenti che il candidato deve analizzare. È indirizzato a persone competenti, quindi bisogna utilizzare un linguaggio formale o addirittura specialistico....
Superiori

Come calcolare l'accelerazione di gravità con un pendolo

Nota la lunghezza del pendolo e misurato il tempo impiegato da esso per compiere un'oscillazione completa, il valore dell'accelerazione di gravità ottenuto si riferisce al luogo in cui viene effettuata la prova. I risultati dell'esperimento saranno tanto...
Università e Master

Come Misurare Una Resistenza Elettrica Con Un Tester

Il tester (o multimetro) è un dispositivo elettronico che racchiude varie funzioni in un'unica unità, una versione base permette infatti di misurare tensione, corrente e resistenza elettrica. Proprio grazie alla semplicità di utilizzo è molto importante...
Elementari e Medie

Come Decifrare La Numerazione Romana

Vi sarà capitato sicuramente molte volte di osservare delle strane scritte su dei ruderi, dei fregi e monumenti di data anche recente, oppure anche su orologi d'epoca. Probabilmente vi sarete chiesti quale fosse il significato, senza riuscire a darvi...
Superiori

Pascoli: le opere

Giovanni Pascoli è un famoso poeta italiano dell'800. Nacque a San Mauro di Romagna, in provincia di Forlì, nel dicembre del 1855 e morì nel 1912 a Bologna Con la sua poesia ha ben rappresentato il periodo storico-culturale che si creò dopo la crisi...
Università e Master

Appunti di psicologia della comunicazione

La psicologia è una disciplina piuttosto complessa e allo stesso tempo interessante che studia i comportamenti e la psiche umana. Studiarla richiede tempo e dedizione e anche molta pratica. Della psicologia esistono molte branche, ognuna con una specializzazione,...
Superiori

Appunti di letteratura francese: il Simbolismo

Il Simbolismo è una corrente artistica che si sviluppò nella Francia del diciannovesimo secolo, e che investì in maniera particolarmente rilevante la letteratura, le arti figurative e, seppur in modo piuttosto marginale, anche la musica. Nasce come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.