Appunti: chimica inorganica

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Appunti: Chimica Inorganica, è quella branca, che si divide dalla chimica organica, e si occupa dello studio degli elementi, della sintesi e della caratterizzazione delle sostanze inorganiche. Rimangono quindi esclusi da questo studio (ad eccezione di pochissimi) i composti del carbonio. I composti inorganici si trovano in natura per lo più sotto forma di minerali. Oggigiorno sono noti diversi milioni di composti inorganici e per la maggior parte, prodotti in laboratorio.

26

Occorrente

  • Tavola Periodica degli Elementi
36

Gli elementi vengono ordinati nella tavola periodica, uno strumento inventato da Mendelev per ordinare gli elementi in base al loro numero atomico. Gli elementi della tavola periodica vengono suddivisi in Metalli Alcalini, Metalli Alcalino Terrosi, Elementi di Transizione, Non Metalli, Gas Nobili, Lantanidi e attinidi. Gli elementi li possiamo avere in natura, sia sotto forma solida (sono la maggioranza), sia sotto forma gassosa e in qualche raro caso anche come liquidi. Al contrario di quello che si pensava tempo fa oggi si è visto che i gas nobili, che venivano definiti inerti, possono invece reagire con altre sostanze, dando vita quindi alla formazione di alcuni composti.

46

Vi sono diversi tipi di legame che possono caratterizzare i composti inorganici, a differenza di quelli organici che sono invece dati per lo più dal legame covalente. Oltre al legame covalente, che è il legame più forte esistente in natura, e caratteristico del carbonio (elemento dei composti organici con pochissime eccezioni), abbiamo anche il legame metallico e il legame ionico.
Il legame metallico è un legame caratteristico in cui vi è continuo flusso di elettroni, che garantisce ai metalli proprietà di conduzione e la possibilità di formazione di leghe.
Il legame ionico, invece, è quello più frequente e si caratterizza per la presenza di due o più atomi impegnati nel legame, e carichi rispettivamente, in positivo (catione) e in negativo (anione).

Continua la lettura
56

Anche le reazioni che caratterizzano la formazione dei diversi legami possono essere varie. La più semplice in assoluto è la reazione di singolo o doppio scambio, che si realizza quando due sali, o un sale e un elemento, vengono posti a contatto tra loro e si scambiano gli atomi che li compongono. Poi possiamo avere la reazione di ossidoriduzione, in cui una sostanza ossidante acquista elettroni ossidandosi da una sostanza riducente. Quando poi uno dei reagenti contiene atomi di idrogeno si possono avere reazioni acido-base, caratteristiche anche dei processi di mantenimento del pH del corpo umano, dove abbiamo sostanze in grado di cedere o acquistare elettroni.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La chimica è molto mnemonica, è quindi bene, dopo aver appreso i concetti di base, ripetere spesso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica

La chimica è la scienza che studia la composizione e le proprietà della materia.In particolare, si occupa di studiare le sue componenti microscopiche (atomi e molecole) e leinterazioni fra di esse sotto forma di reazioni chimiche. Due importanti branche...
Superiori

Cos'è il legame metallico

Per chi avesse bisogno di qualche delucidazione sui vari tipi di legame, presenti in chimica, questa è la guida che fa a caso vostro. Cercheremo di darvi una facile ed esaustiva spiegazione su cos'è il legame metallico, cercando di spiegarlo nella maniera...
Superiori

Come determinare la carica poliatomica degli ioni

Nella nostra guida trattiamo un argomento di chimica molto interessante: come determinare la carica poliatomica degli ioni. La chimica è una branca delle scienze naturali che studia la struttura della materia e i cambiamenti di quest’ultima in funzione...
Superiori

Chimica: il legame a idrogeno

La chimica è una scienza complessa ma fondamentale per conoscere come è fatto tutto ciò che circonda. La materia infatti è composta da atomi, ciascuno di essi elencato nella tavola periodica degli elementi, che si combinano a formare molecole tramite...
Superiori

Chimica: la teoria degli orbitali di valenza

In chimica il legame di valenza (VB) rappresenta due teorie di base: insieme orbitale (MO) e teoria molecolare; queste teorie sono state sviluppate per utilizzare i metodi della meccanica quantistica per spiegare il legame chimico. Il legame si concentra...
Università e Master

Appunti di chimica inorganica: i composti di coordinazione

Studiare la chimica fin dagli anni del liceo, può creare parecchi dubbi e parecchie perplessità. Molti infatti amano studiare le varie composizioni chimiche, i vari composti e lo studio della materia in generale, altri invece fin dagli inizi dello studio...
Superiori

Chimica: la struttura dell'atomo

Tutto ciò che ci circonda è composto da piccolissime unità di materia, chiamate "atomi", invisibili all'occhio umano ma visibili al SuperSTEM, un microscopio elettronico ad altissima precisione made in UK. Queste unità possono formare legami tra loro,...
Superiori

I legami chimici

I legami chimici sono forze di tipo elettrostatico che servono per tenere insieme atomi o molecole. Tale aggregazione è spontanea, in quanto gli atomi tendono a legarsi fra loro ogni qualvolta questo processo permette loro di ottenere una condizione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.